Palla a volo 2021

C’è qualcuno che la segue, qua?

Io storicamente no, ma negli ultimi anni mi ci ha costretto un po la sig.ra, che mi ha pure portato a Citanò a vedere la semifinale scudetto, un paio di anni fa.

Se non ve ne foste accorti, meanwhile abbiamo vinto l’europeo sia maschile che femminile.
Le storie sono diverse:

  • le ragazzotte erano date per favorite già alle olimpiadi (non si sa perchè poi, dato che ci sono squadre più forti) ma hanno piuttosto deluso, per poi fare un europeo della madonna, fino a battere le serbe a Belgrado (quest’anno è un’abitudine pare)
  • i maschioni idem hanno deluso alle olimpiadi, però poi all’europeo si è presentata una squadra con diverso coach e da dove sono usciti alcuni senatori, e sono entrati dei ragazzini decisamente impertinenti. Risultato: uno squadrone con due palle così. Bellissima la finale.

Al netto delle inevitabili stronzate di cuc e renatino che ovviamente uccideranno il thread, sono curioso di vedere se c’è qualcun’altro che segue un minimo questo sport, che è l’unico dove effettivamente abbiamo il “campionato più bello del mondo”

2 Mi Piace

Al netto del tuo vittimismo preventivo quasi a livello di @almayer, pure io sono stato iniziato alla pallavolo da mia moglie (che è stata pure giocatrice e successivamente arbitro) e mi ha fatto molto piacere per entrambe le vittorie. Della femminile purtroppo conosco poco, giusto le solite stronzate da sfigato reazionario che ci sono state contro la Egonu, ma sono molto felice che dopo le deludenti olimpiadi abbiano giocato a pieno potenziale gli europei. Certo le uscite sull’uso smodato dei social media da parte del CT lasciano il tempo che trovano secondo me, ma immagino abbiano dato la pungolata giusta.

La pallavolo maschile, con gente tipo il figlio del Sudtirolo Giannelli rischia davvero di essere la nuova generazione di fenomeni, quando in TV andava la pubblicità della maxicono con la schiacciata di Giani e “Somebody to love” dei Queen. Però sì, se avessimo uno straccio di tempo in più qualche partita la guarderemmo volentieri, perché se devo farmi venire l’acidità di stomaco per le stronzate del guerrieroh allora mi guardo la pallavolo (anche di campionato) più che volentieri, quindi direi che siamo sulla stessa barca. Ma hai una squadra di A per cui fai il tifo?

1 Mi Piace

Peraltro quando entri un po nel gioco, capisci che c’è ritmo anche se non sembra, e partite come la finale di domenica…altrochè il calcio, a livello di emozioni e tensione.
E’ poi uno dei pochi sport dove sono guardabili anche le donne. Certo gli uomini sono più potenti e fisici, ed il gioco più veloce ed avvincente, però le donne giocando più lento rendono meglio il gesto tecnico, a livello alto ovviamente. Un po come nel tennis.
Per esempio Alice preferisce andare a vedere le donne dal vivo perchè dice che degli uomini praticamente non vede la palla…cosa che non condivido, ma tant’è.
No non ho una squadra del cuore, anche perchè qua in zona non ce ne sono di forti (per arrivare a Civitanova o Perugia cmq ci vuole più di un’ora), a parte Urbino femminile che ora è in A1. E comunque non è uno sport che mi sento a livello emotivo, se non per la nazionale.

io un pò la pallavolo la seguo, da piccolo ci giocavo, adesso ci gioca mia figlia, d’estate con tutta la famiglia passiamo molto tempo in spiaggia a giocare a beach volley e allo stato delle cose è pure l’unico sport che faccio ancora e mi piacerebbe trovare da giocare anche a bologna che campi iniziano ad esserci

quando ero piccolo giocavo con i pulcini del Pescara, la squadra arrivò in A1 e andavo regolarmente a vedere le partite al palazzetto, c’erano ancora le regole vecchie con i cambi palla, la battuta al salto non esisteva, le partite potevano durare mesi e spesso tutto si risolveva in una… (cit.) (spoiler: mattonata sui coglioni)

adesso seguo in tv ma non avendo una squadra di club come un pò tutti seguo quasi solo la nazionale e qualche partita ogni tanto

sono d’accordo paradossalmente è più divertente guardare partite non di altissimo livello o le donne perchè i maschi al top della gamma diventano come il tennis a wimbledon, una infinita serie di fucilate che si tirano, è poi anche vero che spesso guardando la Egonu mi chiedo a che livello potrebbe giocare coi maschi

piccolo inciso: nessuno in tutto il giro della pallavolo (ma anche in altri sport tipo la pallanuoto) si sognerebbe lontanamente di mugugnare perchè c’è la nazionale, sanno tutti benissimo che quella è la benzina dell’intero movimento e mai ho sentito volare mosca da tifosi, giocatori o presidenti di clubs

come contraltare però c’è che i grandi tornei per nazionali della pallavolo hanno cadenza praticamente annuale e un pò di effetto svalutation c’è (come nella pallanuoto), le olimpiadi sono le olimpiadi e tutto il resto ha un altro valore, molte squadre finiscono per presentarsi in certi tornei anche con le squadre sperimentali, nel calcio se arrivi alla fase finale di un europeo o un mondiale col cazzo che sperimenti, per tantissimi è l’occasione della vita

ma comunque da una trentina almeno d’anni a questa parte ormai per l’italia la pallavolo è diventata come il calcio, si va ai tornei per vincerli e non per fare altro, la combo maschi+femmine è stata quasi surreale

finale maschile veramente incredibile, a metà del 4° set l’avevo data persa quando Fefè dalla panchina come mossa della disperazione ha uscito il mezzo carneade che ha compensato il calo degli altri e iniziato a menare come un fabbro qualsiasi palla

un giorno qualcuno mi spiegherà sulla base di cosa un mancino messo sul lato opposto dovrebbe avere una prospettiva diversa e migliore rispetto a un destro messo sempre sul lato opposto, ma il suo ingresso ha ribaltato completamente la partita e mandato al manicomio gli sloveni, che non sono riusciti mai a prendergli le misure prima e a rientrare in partita dopo quando anche gli altri teddy boys tricolori sono usciti dal buco dove erano finiti e hanno ricominciato a giocare

ri-piccolo inciso: al momento della premiazione i giuocatori hanno portato la maglietta del giuocatore che non ha potuto partecipare perchè infortunato, però non era quella di Zaizev che pure si è operato poco tempo fa ma quella di un altro. morale: mi sa che zaizev la nazionale da adesso in poi la vede in tv come me, questa estate la retorica del gruppo ha un pò scassato la minchia però diciamocelo se è stata la stagione più incredibile dello sport italiano quello è (anche)

e ultimo inciso a proposito di retorica, Lucchetta come commentatore ha ampiamente rotto le sottocoppe dei coglioni

1 Mi Piace

Più in generale lucchetta ha rotto i coglioni da quando ha smesso di giocare

1 Mi Piace

Ma perché dite così? Anzi, io grazie a Lucky ho scoperto concetti che mi erano del tutto sconosciuti, come ad esempio che per vincere una partita di volley bisogna mettere giù un punto alla volta.

1 Mi Piace

in termini generali e sin da quando ero piccolo che giocavo mi ha sempre sfrantumato le palle questo alone di santità che c’è attorno alla palla al volo

questa cosa dello sport pulito, completo, per famiglie, i giuocatori tutti fusti bellini, quasi mai capelloni, senza orecchini, senza tatuaggi E CHE DUE COGLIONI OH

e naturale chiosa ALTRO CHE IL CALCIO

tutto questo con l’aggravante che un mio neanche lontanissimo cugino fosse prima giocatore, poi giocatore/allenatore e alla fine allenatore sempre del Pescara e incarnasse tutte le qualità sopracitate mi ha fatto odiare la pallavolo per decenni, poi mi è passata

che poi tutto questo è vero fino a un certo punto

in tutti questi sport sanissimi e correttissimi come la pallavolo, il basket o la pallanuoto proprio nel profondo del loro concetto hanno delle cose che nel calcio non sono contemplate e mi auguro non lo saranno mai ed è pure la ragione per cui è lo sport più seguito al mondo

1 Mi Piace

C’è da dire che alla premiazione dell’Italia maschile, subito dopo la finale di domenica sera, le medaglie al collo sul podio non se le sono levati ne i polacchi ne gli sloveni, con questi ultimi abbastanza comprensibilmente un po più smaronati. Vedendo come i polacchi erano tranquilli e allegri da terzi, anche se giocando in casa avevano tutte le pressioni del mondo per arrivare primi, un po ti viene da pensare ALTRO CHE IL CALCIO
Che poi sia anche per la cosa che dicevi che qui di tornei per nazionali ce ne sia uno all’anno, e ti rifai l’anno dopo, può essere…ma intanto era carino così.
Questo per essere buonisti e sportifi.

beh però di norma nel uolley i tornei finiscono con una final four con finalina e finalissima di seguito, si monta il podio e c’è primo secondo e terzo

nel calcio la finalina si gioca sempre in un’altra città in un giorno diverso e non si è mai visto un vero e proprio podio, c’è il palco dove sale chi ha vinto per alzare la coppa e la medaglia è più un ricordino tipo la cresima, è un mpò tutto anche uan questione di carattere logistico

tralasciamo poi la poracciata abnorme dell’assegno ai vincitori che mi mette tristezza e angoscia solo a ripensarci

1 Mi Piace

hahaha si vero pure quello

rialzo il topic per dire che l’italia del volley Under 21 ha vinto il campionato del mondo.

Speravo, in tutta sincerità, che il topic prendesse l’ovvia piega “gnocche che giocano a pallavolo” entro i primi dieci post.

Debbo constatare di essermi - ahimé - sbagliato.

Se non sbaglio Erika, la musa onanistica di Fabrizio Piludu, ha qualche trascorso nella pallavolo.

collione
cmq se vuoi della gnocca devi aprire un thread sul bitch-volley, che da quel punto di vista è molto meglio, nella pallavolo classica non è che ci sia poi sta gran fauna. anche considerato che cominciano ad essere delle discrete slungagnone