pane e cioccolata di Franco Brusati

ragazzi mi sapete dire il motivo per il quale un film dello spessore di pane e cioccolata ancora non è stato editato in dvd???
presumibilmente ci saranno delle grane per quel che riguarda i diritti del film ma anche considerando questo fattore la cosa non è giustificabile in quanto in altri casi analoghi si è giunti a un accordo che ha reso possibile la realizzazione del film in dvd!

nessuno mi sa dare dei chiarimenti al riguardo almeno per quel concerne i diritti del film per sapere quale casa cinematografica li detiene e se abbia la propensione a pubblicare il film in dvd?

Comunicazione di servizio: e dopo che hai saputo chi attualmente detiene i diritti che fai? Li compri tu direttamente, lo preghi in ginocchio di editare il film in dvd, scrivi un appello al presidente della Repubblica, una protesta alla commissione europea o intraprendi uno sciopero della fame di “dialogo”? Trattasi, se ancora non l’avessi capito, di questioni squisitamente commerciali, ovvero chi investe i soldi e con quale ritorno.

Il film è stato pubblicato in dvd ma in region 1,tra l’altro con l’audio in italiano, su amazon e su terminalvideo
(http://www.terminalvideo.com/tvweb/applications/dettaglio.aspx?ART_Id=94321) è disponibile.

Comunicazione di servizio: speriamo che questa preziosa informazione di Giovanni Amleto metta fine al dramma che sta (senza accento, collione!) vivendo Beppe.

Comunicazione di servizio: speriamo che questa preziosa informazione di Giovanni Amleto metta fine al dramma che sta (senza accento, collione!) vivendo Beppe.

il tuo sarcasmo è alquanto inviso e ripugnante! non era nelle mie intenzioni creare scompiglio per smobilitare la situazione, il mio obiettivo era quello di denunciare il fatto in modo da discuterne tutti insieme cosi come accade in molte altre discussioni presenti su questo forum ma se ciò non è possibile mi ritiro di buon ordine!

Il film è stato pubblicato in dvd ma in region 1,tra l’altro con l’audio in italiano, su amazon e su terminalvideo
(http://www.terminalvideo.com/tvweb/a...x?ART_Id=94321) è disponibile.

ripudio a priori tutte le pubblicazioni estere sia perchè hanno un prezzo troppo elevato sia perchè si diversificano sempre dal prodotto italiano a cominciare dal titolo che è scritto in lingua straniera!

Comunicazione di servizio: italiano da brivido a parte, approvo la tua decisione: torna a casa Beppe!

Comunicazione di servizio: italiano da brivido a parte, approvo la tua decisione: torna a casa Beppe!

ma come ti permetti ad umiliare le persone interferendo anche sul loro linguaggio!
a questo punto mi auspicò che qualche moderatore intervenga per tutelare il forum e preservarlo da questi attacchi che vengono indirizzati a delle persone senza alcuna motivazione plausibile!

Comunicazione di servizio: il sottoscritto, molto meno bellicosamente, ti consiglia di passare l’estate in compagnia di una grammatica e di un dizionario della lingua italiana.

Posso capire la questione economica, ma cosa c’entra il titolo?Allora non dovremmo guardare il 95% dei film stranieri, rititolati in italiano spesso con titolazioni stupide o che poco hanno a che fare col titolo originale (qui almeno il titolo inglese è la perfetta traduzione di quello italiano).

Bella storia di emigrazione, con tanti spunti lasciati un po’ a metà ma l’impressione complessiva è positiva. Naturalmente la sceneggiatura non poteva farsi mancare la solita banalissima metafora calcistica come tanti altri film del periodo… tipo In nome del popolo italiano, per dirne uno.

Qualcuno ha preso il blu ray?
Si parla di copia restaurata.

Io ovviamente no, ma vedo che è uscito anche in dvd in contemporanea.

non l’ho preso ma dicono sia un blu-ray pessimo

Sul forum di nocturno ci sono degli screenshots del dvd.

Ad occhio sembra un discreto dvd, niente di più.

Chiaramente parlo solo dell’aspetto visivo.

Da quello che si legge sul forum di Nocturno direi che si tratta proprio di un’edizione da evitare.
E, anche se ormai nessuno si stupisce più per queste cose, la storia del finto restauro è la solita vergogna italiana.

Già. Forse saimo, che è iscritto anche qui, potrà dirci qualcosa di più.