Pin il monello (Sergio Pastore, 1982)

Andando a frugare tra i miei manifesti mi è ricapitata tra le mani questa fotobusta, che avevo acquistato ad una fiera per l’incredibile aura trash che emanava (guardate Fangareggi che fissa il seno a punta della signorina al suo fianco! E dovrebbe essere un film per ragazzi!!! :rofl: :rofl: :rofl: Grande Sergio Pastore!)

Mi son messo a cercare info sul film ma non trovo quasi nulla, né filmtv, né cinematografo, né mymovies, né italiataglia…
Solo si trovano due righe sul sito del Giffoni, dove è stato in concorso (speriamo che ne conservino una copia in archivio!)
Proprio non circola? Non vi è mai capitato di trovarlo in qualche elenco di collezionisti scambisti di vostra conoscenza?

Sembra che abbia un bel potenziale trash, l’alchimia magica c’è tutta, almeno sulla carta (Sergio Pastore, Moira Orfei, Giorgio Ardisson, Nico Fidenco, Padre Antonio Lissandrini - sapete chi sia?!? - nel ruolo di se stesso, la bambina asiatica accreditata come Fior di Loto…)
E poi bello il connubio live action-animazione.

Insomma, andrebbe proprio recuperato!

4 Mi Piace

Mai sentito, però dovrebbe essere qualcosa di stratosferico. Attendo con trepidazione altre notizie :grin:

1 Mi Piace

Mi rispondo da solo, è stato uomo di punta della chiesa nel dopoguerra, ha collaborato alla sceneggiatura di Francesco Giullare di Dio e soprattutto è stato il cappellano della Lazio! :flushed:

Cosa ci fa a recitare accanto a Ugo Fangareggi e Moira Orfei? :face_with_monocle:

Che sia un altro padre Eligio?

1 Mi Piace

Eh, alla fine a stare fra i giocatori ti girano troppi soldi intorno ed è dura essere ligi alla regola francescana…
…ma forse stiamo andando un po’ troppo OT :sweat_smile:

1 Mi Piace

Mi deludete… la prima cosa da fare in questi casi è identificare la bionda con le tette a punta! Citata sulla fotobusta e sull’IMDB, trattasi di Livia Romano:

3 Mi Piace

Ma la vera domanda è: meglio le tette a punta o le puppe a pera?

2 Mi Piace

Altra locandina che rivela altarini quasi più vicini a Pierino che ad un film per ragazzi…

Ma di Sergio Pastore ho il sentore che pochissime delle sue fatiche siano reperibili…

3 Mi Piace

Incredibile, questo manifesto è ancora peggio…
Ma come hanno fatto al Giffoni ad accettare sta roba qui?!? :dizzy_face:

No beh dai, tra i collezionisti penso che circoli quasi tutto, tranne i primi due film che ha girato e Pin appunto.

Appena l’ho vista ho avuto la stessa sensazione. Potrebbe essere quasi un Pierino apocrifo?

2 Mi Piace

Considerando gli attori potrei anche pensarlo… seppur dovrebbe essere una cosa più vicina a SBIRULINO piuttosto che a PIERINO o GIGI IL BULLO

2 Mi Piace

Del film, di cui pare oggi sia sopravvissuta solamente una copia senza audio (fonte @Paolo_Tarsis ), si può visionare (con coraggio) una riedizione del 1990, intitolata VIAGGIO DI NOZZE IN GIALLO. In pratica Iurlaro (braccio destro di Pastore, a cui è accreditato questo montaggio) assemblò gran parte delle sequenze di Pin (che era rimasto inedito perché mancavano dei soldi) con sequenze ex-novo in cui Claudia Cavalcanti impersona una giornalista che intervista Giovanna Lenzi nei panni di un rinomata autrice (!) che sta ultimando un romanzo per ragazzi (ovvio pretesto per poter mostrare le sequenze provenienti dal suddetto film), commentando il tutto alla buona con musiche da library. In realtà neanche questa truffaldina riedizione uscì, visto che quest’orrore venne assemblato solo e solamente per poter intascare i soliti finanziamenti dallo Stato, senza quindi reale interesse per una distribuzione. Terribile e assolutamente stucchevole il modo in cui la Lenzi (a cui probabilmente si sono ispirati gli sceneggiatori di Boris per il personaggio di Corinna) giustifica le imbecilli scenette di Pin, sottolineando inesistenti ed improbabili morali didattiche ed eziologiche, mentre gli occhi del povero spettatore devono sorbirsi scene dal poverissimo pseudo-fantasy-pseudo-film di Pastore. Per gli ardui temerari, lo si vede a pagamento tramite link del CSC.

2 Mi Piace

Davvero interessanti queste info, ora spunta fuori ancora un altro film di Pastore fatto riciclando vecchio materiale di seconda scelta riassemblato alla bell’e meglio.

Se però effettivamente il film originale non fu mai doppiato, mi chiedo che cosa venne presentato al Giffoni… C’erano in sala un’orchestra e due o tre lettori che doppiavano i personaggi in presa diretta??? :rofl: :rofl: :rofl:

1 Mi Piace