Pizza Connection


PIZZA CONNECTION (1985) - Damiano Damiani
Con: Michele Placido, Mark Chase, Simona Cavallari, Ida Di Benedetto, Luigi Maria Burruano, Tony Sperandeo, Renato Mori, Francesco Sciacca…
Soggetto: Damiano Damiani
Sceneggiatura: Laura Toscano, Franco Marotta, Damiano Damiani
Musiche: Carlo Savina


Oggi pomeriggio ho visto questo mafia movie diretto nel 1985 da Damiano Damiani.

Bello, mi è piaciuto abbastanza.
Teso e violento, mai noioso, con attori bravi (su tutti una giovanissima Simona Cavallari, davvero eccezionale) e una sceneggiatura che regala qualche caratterizzazione riuscita.
Il coprotagonista Mark Chase, che interpreta il fratello “buono” di Placido, ha fatto solo questo film ed è un peccato perché non era affatto male.
Finale un po’ “telefonato” ma comunque coerente.

Il dvd CG presenta un master abbastanza pulito ma non nel formato corretto.
Tra gli extra c’è una trascurabile intervista a Damiani (che dura circa 6 minuti ma in realtà ne dura circa la metà vista l’assurda mole di estratti dal film montati tra una frase e l’altra), una brevissima featurette con Damiani che mostra i suoi quadri ed un’intervista di circa un quarto d’ora ad uno svogliatissimo Michele Placido, nulla di trascendentale ma comunque si tratta dell’extra migliore e più informativo.

Contento che ti sia piaciuto, un motivo in più per accattarmelo;)
A me aveva incuriosito non poco.
Mi sono perso il passaggio Tv in seconda serata, ormai 13 anni or sono…:frowning:
Ho visto il DVD nei cestoni mediaworld a 5.90-7.90. Con un pò di fortuna dovrei trovarlo ancora alla mia prossima scorribbanda al MW;)

Ecco uno screenshot che risponde alla domanda “Come mai dici che il formato non è corretto?”.

Un film che vidi (piacevolmente) molti anni fa’ in Tv e che ricordo ben pubblicizzato ai tempi del cinema, anche se in realta’ non so’ se ando’ bene o no.
E’ un dvd che prima o poi prendo, per dovere di collezione.

Il titolo si rifà all’indagine sul colossale traffico di droga tra Stati Uniti e Italia dei primi anni '80.
In televisione spesso veniva proposto in due parti. Forse esistevano due versioni, una per il cinema e l’altra televisiva.
Da ricordare Sperandeo, ad inizio carriera, e la sempre brava Ida Di Benedetto.
Ritmo sostenuto, in bilico fra film di denuncia civile e di pura azione.

Con molta probabilita’, come spesso capitava nei film italiani degli anni '80, veniva fatta una long version-tv ed anche in questo caso!..ne sono quasi sicuro.

La versione del dvd dura 112 minuti.

Film tv indica una durata di 180 minuti mentre IMdb 116.

http://www.film.tv.it/scheda.php?film=5351

Davvero un film molto piacevole da guardare…un damiani in ottima forma!!la fine l’ho trovata molto bella e “con un senso logico”…Placido è sempre bravissimo…
Il DVD edito cecchi gori stranamente è buono:) …

Si, confermo che la versione televisiva di questo capolavoro è di almeno mezz’ora più lunga sia della vhs Winners che del dvd Chg. Da bambino vidi l’edizione televisiva su canale 5 rimasi folgorato, credo che il mio interesse per il poliziesco all’italiana ncque da lì e da La piovra 2, le sequenze cmq che mancano in realtà sono di dialoghi tra Placido e suo padre, il fratello che pova il kalashinikof sulla vetrina blindata di una gioielleria, l’attentato ad Astarita,e qualche sequenza di indagine
Non esiterei a definirlo un misto tra Dostoyewsky (per il personaggio di Placido) e un dramma da antica grecia tipo Adelphoe ambientato nei vicoli di una marcissima Palermo…veramente notevole!

di dialoghi tra Placido e suo padre,Queste nel dvd infatti non ci sono.

il fratello che pova il kalashinikof sulla vetrina blindata di una gioielleria,Questa invece c’è.

l’attentato ad AstaritaDi questo si vedono solo le conseguenze col cadavere ma non quello che è avvenuto prima

Giorgio, sto provando a confrontare l’edizione televisiva trasmessa in due puntate su Tmc qualche anno fa registrata da un amico…presto ti farò sapere cosa manca dalla mia vhs e cosa c’è in più in quella televisiva!

la versione “integrale” RAI dura circa 180’ minuti. ce l’ho!

Parole Sante,straconcordo!
Ero molto piccolo (avrò avuto massimo 10 anni)…e mi ricordo che per caso beccai il suddetto film su TMC (che a volte trasmetteva belle chicche,questo Pizza Connection è solo un esempio…)…beh,rimasi davvero affascinato!
Anzitutto per l’interpretazione di Michele Placido (che adoro fin da allora…credo che assieme a Giannini sia senza dubbio il più grande attore italiano vivente)…e poi per la violenza e la crudezza tipica dei film e dei telefilm (LaPiovra,appunto) di Damiani.

Menzione d’onore per il giovanissimo Tony Sperandeo (epocale,quanto amo quell’uomo!) ed un altro mio attore feticcio,Domenico Gennaro,che nel film interpreta Ognibene…già avevo avuto modo di apprezzarlo ne ‘Il Camorrista’ di Tornatore…ed in questo Pizza Connection (che cronologicamente è precedente all’opera di Tornatore) non fa altro che confermarsi come grande attore di genere,a mio asvviso!

Vista la mia passione per il suddetto film,ho deciso di uploadare su Google Video alcuni spezzoni (quelli che mi son rimasti nel cuore fin dalla prima volta che l’ho visto) del film.

Partiamo dall’epico incipit (anche un po’ trash,a volerla dir tutta) …con un irresistibile Domenico Gennaro che parla un inglese sicilianizzato da antologia!

Gli altri 3 estratti contengono spoiler della trama,percui non credo sia il caso di descriverli qui!
Potete trovarli qui:
Secondo Spezzone,Terzo Spezzone e Quarto Spezzone!

Ciao a tutti,adoro questo forum!

Visto oggi pomeriggio.
Bel film, tematiche interessanti e scottanti, bel ritmo.
Ottimi i 2 fratelli: Il santo Chase e il Demonio Placido.
Bella la carrellata dei personaggi di contorno: la Bravissima (e, che carina) Cavallari, la Di benedetto,un Tony Sperandeo giovane e agli inizi ma già perfetto nella parte.
C’è anche Renato Mori, che non vedevo dai tempi de “Il Trucido e Lo Sbirro”.
Location azzeccate: desolate, sporche, polverose e disperate.
Questo film mi ha fatto venire i nervi quando il Commissario chiama in ufficio il procuratore e quel bastardo figlio di puttana corrotto del suo segretario gli dice che è a Bagheria e invece non è vero, così poi li fanno fuori, sia il commissario che il Procuratore… Mi ha fatto venire in mente Claudio Amendola ne La Scorta quando dice che i giudici li uccidono negli uffici prima che con le pallottole o le bombe.
Bella dose di violenza e di dramma (Specie con la storia di Cecilia)
Bravo Damiani!

Sia il film, che il dvd CGHV, li trovo di più che buona fattura ed estremamente godibili e di facile fruizione. :rolleyes:

Vorrei sapere chi è quel bel troione che balla nella cabina a luci rosse quando all’inizio Mario (placido) fa fuori il vecchio killer rincoglionito che passa la vita a farsi le seghe nel locali a luci rosse.
Davvero una bella topa:D
Se qualcuno può aiutarmi…

X Bmw: la tizia non so chi sia, ma il cassiere del locale “peep” è Bobby Rhodes!
Ho ricevuto in regalo da un carissimo amico forumista il dvd CG, confrontato con i miei ricordi della versione integrale aggiungo che manca tutta la parte “sentimentale” a letto di Placido e la tizia della villa e il dialogo tra Astarita e il capo-clan perdente degli Auricchio, dopo che la polizia trova la testa tagliata del tizio nella macchina!

E aggiungo, all’inizio, se non ricordo male, un frustrante dialogo telefonico tra Placido e la moglie americana, una certa Connie…

…Vorrei smitizzare un luogo comune poichè, come in questo caso ed a mio avviso, non sempre con la visione integrale un film al cinema ci guadagna: talvolta, per aggiungere dati psicologici non sempre utilissimi, si toglie ritmo all’azione complessiva e si rischiano scivolamenti (poco utili) nel melenso-sentimentale che compromettono (globalmente) alcuni film nella loro complessità…
…del resto, senza i tagli di Cristaldi, un bel film come "Nuovo Cinema Paradiso " non avrebbe mai vinto l’oscar (continuo a preferire, infattii, la versione più corta perchè con la lunga mi sembra un fotoromanzo)…
la versione lunga di “Pizza Connection”, secondo me, conduce il film verso lidi televisivo-serial (tipo “La Piovra”, per intenderci) piuttosto che cinematografici.:rolleyes:

la tizia della villa è ADRIANO RUSSO