Rats - Notte di terrore (B. Mattei e C. Fragasso, 1984)

-

Regia:Vincent Dawn (Bruno Mattei),
Claudio Fragasso(Assistente alla regia)
Con:Richard Raymond(Ottaviano Dell’Acqua),Janna Ryann
(Geretta Geretta),Alex McBride(Massimo Vanni),Richard Cross,
Anne-Gisel Glass,Jean-Christophe Brétignere,
Tony Lombardo(Fausto Lombardi)
Musiche: Luigi Ceccarelli
Data di uscita: 23/05/1985

Non poteva mancare il topi© di questo film…le scene da ricordare direi che sono tantissime più di tutte:

I Ratti che comandano i corpi dei morti semplicemente entrando nel corpo (dalle parti più impensate) per poi uscirne fuori…

E poi un’altra cosa:

Si può notare tra l’altro, come Fragasso diceva nell’intervista pubblicata da Giorgio Brass,il fatto che effettivamene i ratti sono colorati di nero dato che ogni tanto ne esce fuori uno mezzo bianco e mezzo nero o alcuni tutti bianchi…

In dvd c’e’ la buona edizione della Blue Underground in lingua inglese.

P.S. : Può considerarsi Horror o Post-atomico? :confused:

Notevole…girato in evidente economia, ma con buoni risultati. Le scenografie riciclate poi donano un tocco “post-atomico” tutto particolare

e’ come altri film di Matttei-scartando gli invedibili-vedibile,con idee buone nel soggetto e nella sceneggiatura,ma purtroppo punito dalla scarsita’ di mezzi.Il finale non mi e’ piaciuto

Il finale lo considero invece un vero colpo di genio.Forse l’unico,nella mediocre carriera di Mattei…

non ricordo bene ma il finale era quello coi soccorritori che in realtà sono uomini-topi?

Sì è quello!

A me fa sempre ridere vedere inquadrati quei topi assolutamente innocui in mezzo ad altri evidentemente posticci…come nella scena in cui il tipo con l’abito da Napoleone (forse Duke? non ricordo bene) lascia fuori dalla porta i suoi amici che erano andati a prendere dell’acquae per simulare un orda di ratti viene ripetuta la stessa scena con dei topi fintissimi che si muovono con un effetto “scala-mobile”…
Pochi mezzi a disposizione e ,nonostante questo, il film tiene dall’inizio alla fine…bello il finale, anche se un po’ telefonato dopo che ritrovano la registrazione
Tra l’altro la locandina/cover della vhs è tra le più belle di tutto il panorama italiano…

Annunciata l’edizione italiana in dvd da stormovie con i seguenti extra:Interviste - Trailers - Filmografia / Biografia

Audio Italiano: Dolby Digital 5.1 e Inglese : Dolby Digital 5.1
Sottotitoli in italiano

Data di uscita 19 maggio

Rats e Fauci Crudeli in Dvd = godo come un porco

Film straordinario !
Uno dei migliori di Mattei.

So che certe domande su certi delirio-film è bene non farle ma ci provo ugualmente:

ma perchè gli uomini che vivono nel sottosuolo sono uomini-topo e avvelenavano i loro consimili animali-topi? O forse è quello che il geniale Bruno ha voluto farci credere, mentre invece il veleno era destinato ai “primitivi”?

Il film è di quanto più assurdo abbia mai visto ma mai avrei pensato si arrivasse a tocchi geniali come sul finale. Grande Bruno. Averci un nonno così…

Per rispondere alla tua domanda, direi che gli uomini-topo sono comunque un’evoluzione dell’homo-sapiens, quindi i ratti sono anche loro nemici oltre che nostri (un po’ come i vampiri evoluti del romanzo Io sono leggenda, che eliminano i succhiasangue più primitivi in quanto nel nuovo ordine mondiale non ci sarà posto per loro). Il film comunque è divertente; certo, da un’idea tutto sommato originale si poteva ricavare qualcosa di meglio. Ma ci sarebbero voluti altri mezzi e un altro regista; alla fine il risultato è gradevole, dei film di Mattei che ho visto è quello che m’è piaciuto di più.

Tu preferisci Rats a Virus??? Dai, almeno in Virus c’era dello splatterume. Qua proprio non c’è niente di niente se non il finale spassoso; tutto il resto (dai dialoghi demenziali alla storia assurda) ce l’ha anche Virus!

L’ho visto da poco e mi è piaciuto parecchio.La prima mezz’ora è da urlo.Il film poi va avanti come può ma il finale è fabuloso.Decisamente divertente,voto 7.

Lo splatter non manca neanche qui, anche se in misura leggermente inferiore. E poi l’idea di fondere il post-atomico con l’eco-thriller è caruccia; e, come ho detto, parte da un soggetto abbastanza originale. Virus non brillava certo per originalità, pur avendo momenti validi; e gli insert documentaristici erano una vera palla, imho.

Sì ma se un film del genere manca di splatter, risulta veramente trascurabile. Visto che la questione è questa, ti chiedo quali erano tutte queste scene splatter. Io ricordo:

1-2 cadaveri putrefatti realizzati pessimamente (questo non è splatter godereccio) e
la schiena che esplode a uno della compagnia (anche qui molto molto soft) e poi?
Io ho la AnchorBay che non dovrebbe essere tagliata.
Poi la faccenda di miscelare post-atomico con horror è piaciuta anche a me, ma non basta. Virus, per quanto il solito zombie-movie (che poi a guardarci bene qualcosa di originale nella trama il buon Bruno ce l’aveva ficcato), non manca certo di splatterume (la scena pre-finale vale il film dai).

Beh, in ambito splatter c’è anche il topastro che esce dalla bocca di una vittima. Ma a me del gore qui importava poco; mi ha divertito perchè ha ritmo, ribadisco che gli insert di Virus erano lungaggini di cui avrei fatto a meno. Più di Rats aveva il gore e l’interpretazione del mitico Garofalo (che non è poco); poi per carità, nessuno dei due film è un cult irrinunciabile per me (mai amato molto il cinema di Mattei).

l’ultima visione di questo film -prima di ieri- risaliva a qualche anno fa: ero alla “Fortezza” livornese, durante una festa che prevedeva anche una retrospettiva su Mattei, presente in sala il regista.
diciamo che sono molto affezionato a questo film e speravo in buon dvd italiano… beh, le speranze si sono avverate.:slight_smile:

il dvd Stormovie propone un master abbastanza buono (il prologo è rovinato ma dovrebbe trattarsi di un insert, io l’ho sempre visto così) e le tracce audio ita (5.1 e 2.0) sono pulite e decisamente soddisfacenti… un punto in più anche perchè imho la colonna sonora del film è molto bella.
la traccia inglese 2.0 non l’ho ascoltata, quindi non posso segnalarne la qualità.

come extra è presente -oltre al trailer ed alla filmografia di Mattei- il documentario “Hell Rats of the Living Dead”, roba cmq rintracciabile anche su youtube.

direi che per 9.90 si tratta di un ottimo acquisto.

il film io lo trovo adorabile e lo preferisco senza alcun dubbio a Virus e ad altri film del regista.
ritmo e regia sono ai massimi livelli matteiani, il gore sarà anche poco (come sostiene uomomorto) ma è sempre funzionale e ben realizzato (i cadaveri rosi dai topi imho sono splendidi, e bisogna sempre considerare il budget nullo con cui è stato fatto il film).
d’altronde non è che Virus debba piacere di più giusto perchè le “dosi” di sangue e frattaglie sono maggiori…

insomma, un piccolo grande film.
l’espediente del profilattico per risolvere la scena del topo che fuoriesce dalla bocca è pura genialità.

Sì, ma la resa grafica fa un po’ cagare, ammettiamolo. :smiley:

ma sì…
è pur vero però che nel cinema italiano (e non solo) s’è visto anche di peggio e in film più costosi di questo.
imho la scena funziona malgrado tutti i vistosi limiti che la “impreziosiscono” :smiley: