Scuola di ladri


http://it.wikipedia.org/wiki/Scuola_di_ladri
http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=21920
http://www.imdb.com/title/tt0091911/

Anno 1986
Regia Neri Parenti
Cast Paolo Villaggio, Lino Banfi, Massimo Boldi, Enrico Maria Salerno

//youtu.be/KsbT_dTS3XE

DVD Cecchi Gori
http://www.ibs.it/dvd/8017229427435/neri-parenti/scuola-di-ladri.html
http://www.amazon.it/Scuola-Ladri-Enrico-Maria-Salerno/dp/B000CCHFFO/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1295816234&sr=8-1
http://www.kultvideo.com/articles/ArticleSheet.aspx?__langG=it-IT&aid=4758
Audio ITA 2.0
Sottotitoli ITA
Video 1.66:1
Durata 1h33m30s
Extra Biografie

Il dvd CG presenta uno dei più brutti menu statici mai visti e anche la cover è orrenda…

Divertentissimo il furto al negozio come si può vedere dal filmato che ho linkato :smiley:

Il film è un classicone. L’ho sempre trovato molto molto carino, divertente e davvero ben riuscito. Ricordo che tutti dicevano che in questo film vedono un Lino Banfi sottotono e monocorde…sinceramente non ho mai avvertito questa cosa anzi trovo che nel trio e quello che fa piu ridere nel film. Ricordo la scena in cui la guardia notturna fa la pipì nel cesso con sotto la testa di banfi…quell’attore e Fabio Boldi fratellone di Massimo (appare anche in Grandi Magazzini). Il sequel senza Banfi invece l’ho sempre trovato bruttissimo.

E’ uno dei miei film anni 80 preferiti, forse perché l’ho visto più di cento volte, ma mi piace sempre.

Paolo Villaggio convince sempre e ripropone negli allenamenti la scena del boomerang già fatta in “Signor Robinson” (1976), ma arricchita ancora di più dinamicità. In questo film si vede di meno rispetto a Massimo Boldi, proprio perché non era l’attore prediletto degli sceneggiatori Castellano e Pipolo e anche se c’è Neri Parenti alla regia non si può mica cambiare la sceneggiatura. Comunque regala alcune sequenze slapstick degne del cinema muto.

Lino Banfi sfoggia le sue battute e si dimostra bravo anche nello slapstick che lui non interpretava spesso. Nel film compare un po’ di meno rispetto a Massimo Boldi (su cui gli sceneggiatori puntavano). Comunque ci regala alcuni momenti divertenti e convince (certo, non come in “Fracchia La Belva Umana”). Nel prossimo film della saga dei ladri scomparirà per impegni di lavoro.

Massimo Boldi è l’attore su cui punta maggiormente la sceneggiatura. Lui in questo film fa il bello del gruppo (e guardando fisicamente gli altri due non si può non dare ragione). Castellano e Pipolo si erano messi proprio in testa che l’attore principale doveva essere lui. Però sono proprio le scene in cui non ci sono Paolo Villaggio e Lino Banfi con lui le più deboli del film. Massimo Boldi è un po’ troppo a piede libero e, anche se in alcui tratti risulta simpatico, non è molto bravo. Eppure con Renato Pozzetto e Paolo Villaggio è fantastico.

La sceneggiatura è scritta dai famosi registi e autori Castellano e Pipolo che certo non si intendevano molto dello “slapstick” e infatti mettono Paolo Villaggio un po’ da parte. Comunque le gag (seppur formulate e non costruite sul set dai due ma da Neri Parenti) sono molto divertenti.

La regia è di Neri Parenti: regista di molti film di Lino Banfi, di quasi tutti i film di Paolo Villaggio e regista di punta di Massimo Boldi fino al 2005 (anno della separazione del comico con Christian De Sica).
Neri Parenti ci regala davverouna regia perfetta nelle inquadrature e nei cambi di scena che, paragonati ai lavori del regista attuali con Christian De Sica, sembrano capolavori degni di Fellini.

Nel film conta tanto la musica e vengono scelti apposta brani del periodo come “One Step” e “On the Beach”, ma soprattutto la canzone diventata simbolo degli anni 80 e del film “Run to me” cantata da Trecy Spencer.
Un altro brano del film è “Lady Killer”, scritta apposta per il film, porta la firma di Bruno Zambrini e del regista Neri Parenti stesso.

Comunque l’attore che in questo film interpreta la guardia che fa pipì in testa a Lino Banfi, non è Fabio Boldi, ma Claudio Boldi, infatti Massimo Boldi ha due fratelli: Fabio, che non ha mai partecipato ad un film ma che gestisce la sua casa di produzione attuale e Claudio, che partecipò a diversi film del fratello come “Scuola di Ladri”, “Scuola di Ladri-parte seconda”, “I Pompieri”, “Missione Eroica-I Pompieri 2” e “Grandi Magazzini”.

Da segnalare nel film due interessanti cammei e numerose citazioni a film famosi.

Nel film c’è un cammeo di Clemente Ukmar, controfigura di Paolo Villaggio, che interpreta il primo automobilista a cui Massimo Boldi lava il vetro, lui gli da i soldi e parte con l’auto.
Invece il fratello di Clemente (Franco) compare all’inizio ed è quello che avverte Paolo Villaggio della rapina e cade per terra per un colpo di pistola.

Nel film, diretto da Neri Parenti ma con una sceneggiatura iniziale di Castellano e Pipolo che scrissero mentre giravano “Grandi Magazzini”, ci sono interessanti riferimenti ad altri film (due dei quali degli stessi Castellano e Pipolo):

  • La prova che Massimo Boldi fa rubando il portafoglio al manichino è un chiaro riferimento a “Mani di Velluto”, degli stessi Castellano e Pipolo.
  • Durante l’addestramento Paolo Villaggio e Massimo Boldi scippano il manichino andando poi a finire dietro l’albero: la gag è quasi la parodia di una famosa scena de “Il Ragazzo di Campagna”, sempre di Castellano e Pipolo con tra l’altro Massimo Boldi anche nel film originale.
  • Durante il furto delle macchine davanti al cinema si vedono manifesti e locandine di un film di quell’anno: “Speriamo che sia femmina” di Mario Monicelli, amico anche nella vita di Paolo Villaggio.
  • Massimo Boldi con la parucca che balla nella sala da ballo è un ovvio riferimento a “La Febbre del Sabato Sera”, essendo vestito allo stesso modo di Johnn Travolta (vestito bianco e camicia scura).
  • Mentre i tre (Villaggio, Banfi e Boldi) camminano nella fognatura passa la pinna di uno squalo accompagnata dalla musica del film “Lo Squalo”. Neri Parenti e Paolo Villaggio rifaranno la stessa gag numerosissime volte (tra cui “Scuola di Ladri 2 - parte seconda”, “Fantozzi alla riscossa”, “Le Comiche”, “Le Comiche 2” e altri film).

Altra cosa che non tutti sanno è che alcune canzoni furono composte a posta per il film: per esempio “Lady Killer” porta la firma di Bruno Zambrini e dello stesso Neri Parenti.

Andai a vederlo al cinema, quando uscì nell’86. Uno di quei pochi film in cui mi piace anche Boldi. Grandissima la scena dei mondiali di calcio!

Di poco più divertente questo primo capitolo rispetto al secondo grazie alla presenza di Banfi.

La controfigura di Villaggio è utilizzata chiaramente anche nella scena del boomerang.

Io ne serbo un buon ricordo ed il trio tutto sommato funziona (solo boldi è un gradino sotto, ma per me lo è sempre stato, non solo in questa pellicola), Salerno luciferino è ottimo. E poi, oh, c’è anche il mitico “Franco nero”… Belli i vari pezzi dance, tra cui appunto la, all’epoca, ballatissima “run to me”.

Sto film è la mia infanzia! Insieme a tanti altri, ovviamente, ma questo è uno dei miei preferiti, uno di quelli che mi fanno provare una nostalgia allucinante, perché lo vedevo di continuo! Non c’è niente da fare, per questi film l’obbiettività se ne va a quel paese! Lo adoro! Tutto, le musiche, le battute, le scene mi fanno tornare bambino. Sono un nostalgico, non ci posso fare niente. Alcune delle mie scene preferite:

-Quando fanno l’addestramento col bazooka e Nero fa: “Attenti all’aereo, stavolta!”
-“Mi dai un accendino?”
"Signore, il negozio apre alle 8 precise, grazie.
“Ma vaffanculo!”
-Quando Banfi non riesce a rompere l’uovo ed è costretto a mandarlo giù tutto intero sotto gli occhi
di Salerno che gli fa: “Un altro?”
-La faccia di banfi nella tazza del cesso.
-Quando, dopo essere usciti di galera, si rifiutano di fare i ladri e la sera si ripresentano dallo zio
fradici e coi cartoni tipo barboni.

ecc…

Oh ma Lady killer quale sarebbe? Quella dei titoli di testa?

Fortissimo anche il secondo per gli stessi motivi, anche se ovviamente senza banfi perde molto, ma lo adoro lo stesso.

Ah! Scandalosa la totale noncuranza (o menefreghismo, non so) nel retro del dvd. Sono quasi tutte foto tratte dal secondo! Perché? Ma ci voleva tanto? Boh. Come il dvd del primo pompieri: in copertina c’è una bella foto di gruppo tratta da pompieri 2. Mah… Vabbè.

[video]https://youtu.be/7uLwtrMRwME[/video]

È uscito il cd audio e c’è anche “Lady Killer”. :slight_smile:
P.S. Qui Boldi non mi piaceva (non reggeva il confronto con Banfi e Villaggio), mi è piaciuto solo da “Vacanze di natale '95” in poi.