Sedotta e abbandonata

Ho scoperto di recente questo film di Pietro Germi…
Premetto che non siamo ai liveli di Divorzio all’italiana, ma si tratta comunque di una bellissima commedia, sempre ambientata in sicilia…
Nel cast spiccano , oltre ad una giovanissima Sandrelli, Lando Buzzanca e Saro Urzì(che fu premiato a Cannes)…attori di contorno eccezionali…
Voi che ne pensate?

L’ho visto ieri sera nel dvd restaurato da Cristaldi. Splendida questa commedia di Germi, che torna alla Sicilia di Divorzio dando più spazio alla Sandrelli e senza avere un vero “pezzo da 90” come Mastroianni. Ma Urzì (come giustamente dicevi miglior attore a Cannes) e gli altri non fanno rimpiangere Marcello, e il risultato è una bella commedia acida sui costumi siciliani (nazionali?); sono convinto che film come questo, divorzio e matrimonio abbiano contribuito al necessario aggiornamento del diritto di famiglia, effettuato poi nel 75. Germi comunque a mio avviso già ha in incubazione le idee che lo porteranno a realizzare quello che ritengo il suo capolavoro, Signore e Signori; a questo proposito ricordo i dialoghi tra il capo dei Carabinieri e il giovane appuntato ingenuo, arrivato appunto da Treviso. Buono il master del dvd, anche se mi è sembrato che ci fossero delle giunte. :confused:

Non inferiore a Divorzio all’italiana e a Signore e Signori. Commedia amara con spunti neorealistici sui costumi tipici del Meridione in un’Italia già proiettata nella modernità.
Il cast funziona benissimo: premiato anche Lepoldo Trieste.

Se non sbaglio il film fu girato a Sciacca.

Il cosidetto matrimonio riparatore venne abrogato solo nel 1981

E un grande Aldo Puglisi.

Sabato 1 Novembre sanmarinortv ore 9:35:)

Scoperto solo di recente… devo dire che è difficile fare un confronto con “Divorzio all’italiana”, questo comunque è un ottimo film che mi ha appassionato molto fino alla fine e, devo ammettere che mi spiace non averlo visto prima, ottimo Saro Urzì e la stupenda Stefania Sandrelli ,molto divertente è la scena dovec’è il finto rapimento!!! :smiley:

//youtu.be/vhwRtoESqXw

Film splendido, che apprezzo sempre più ad ogni revisione.

La visione della famiglia patriarcale meridionale è magistrale: Saro Urzì domina il film, coi suoi continui magheggi per evitare a tutti i costi di perdere l’onore.

La piazza del paese è un teatro, dove tutti osservano tutti. Spettacolare la sequenza in cui la famiglia di Urzì esce dalla caserma, e fingono tutti di ridere per minimizzare lo scandalo.

Grandissimo anche Leopoldo Trieste, come sempre del resto.