Sessomatto (D. Risi, 1973)

DVD/Bluray
https://amzn.to/37ivM3U

Sessomatto, 1973
Regìa di Dino Risi
Con Giancarlo Giannini, Laura Antonelli, Alberto Lionello, Duilio Del Prete, Paola Borboni


La commedia ad episodi al suo peggio: una pietosa serie di barzellettine volgari e banalissime. Giannini nei panni dei suoi soliti macchiettoni che tanto piacevano al pubblico (vedi i suoi film con la Wertmuller), la Antonelli molto nuda. Anche il doppiaggio è farsesco, come del resto era logico che fosse.
L’episodio con Alberto Lionello comunque due risate le fa fare.
C’è il dvd della General Video.

a) mi ricordo esserci già da qualche parte un topic di sto film

b) renà con sto caldo mi vuoi far litigare per forza :smiley:

per me un film strepitoso, la antonelli all’apice della sua bellezza, giannini in una delle sue migliori performance leggiere, assieme comunque un grande feeling

musica eccellente del maestro trovajoli, alcuni episodi da sganasciarsi, altri di un’amarezza indescrivibile nella migliore tradizione della commedia all’italiana

erotismo a go-go (ovviamente), ma mai secondo me particolarmente volgare nonostante vengono affrontati aspetti belli pelosi

la visione in gioventù dell’ultimo delirante episodio è una delle ragioni che mi ha fatto pensare che da grande volevo fare lo statistico :pollanet:

che voi di più a renà

Ahò, almeno qualcuno che risponde c’è… :smiley:

Che te devo dì polla, io 'sti filmetti che se li faceva Nando Cicero erano porcate e se li faceva Dinorisituttoattaccato allora vabbè, è un’altra storia proprio non li sopporto, le solite storielle scritte da un bambino ebete (il tizio che potrebbe scoparsi la Antonelli ed invece preferisce la Borboni a 75 anni, quello a cui non tira più, la vedova che fa schiattare l’assassino del marito trombandolo a manetta ecc.ecc.) e la recitazione di Giannini, che bravo era ed è rimasto anche oggi, ma quando faceva questi ruoli grotteschi non lo reggo proprio. Stessa cosa per Gassman, per dire… attore sublime, ma quando faceva il pagliaccio (tipo ne Il mattatore, o ne La cambiale, in parte) era vergonoso…

ps - anche a me pareva ci fosse già un topic, ma con la ricerca non salta fuori.

mah oddio

fermo restando che per me tutti i gusti son gusti e non me ne vogliano gli appassionati di nando cicero, lino banfi e alvaro vitali, però comunque tra questo film e gli altri per me c’è un abisso…

le commedie sporcaccine che vanno avanti a rutti e scorregge, le storie di corne e l’immancabile doccia della starlette dopo dieci minuti al massimo mi hanno già rotto il cazzo e cambio canale (in adolescenza no, ma erano altri tempi…)

sessomatto, attori e regista a parte, affronta in maniera ridanciana (oppure miseramente triste) robe complicate che oramai 40 anni fa dovevano essere complicatissime… le perversioni, le deviazioni, i donatori di seme, i travestiti… robette che creare l’alchimia e chiudere il cerchio senza sbracare è (era) tutt’altro che semplice

Infatti -a mio avviso chiaramente- non sono riusciti a fare né l’una né l’altra cosa… l’alchimia è pari a zero ed hanno sbracato in almeno una mezza dozzina di momenti…

Del resto Risi era un medico specializzato in psichiatria. Come si evince già dal titolo i temi del film sono trattati con i toni della commedia leggera. Da notare la struttura a episodi, già utilizzata in Vedo nudo e poi ripresa in Sesso e volentieri (insieme a Sessomatto compongono una curiosa trilogia)

Per me è un cult! Basterebbe solo l’episodio con lionello/gilda!!! Strepitoso giannini, e la antonelli è da sturbo! :ipsazione

Nonostante la sua ruvidità ed il fatto che all’epoca della mia uscita (poi temporanea) dal forum gradì l’autobahn, trovo Renato vieppiù simpatico (e questo importa il giusto) ma soprattutto uno di quelli con i quali ho più sintonia nei giudizi. Mai mi sarei aspettato di leggere siffatta stroncatura di Sessomatto!
Macchiettistico? Forse, ma che importa? L’effetto finale è quello di far ridere e ci riesce benissimo senza scomodare la comicità grossolana che sarebbe seguita con la commedia sexy dei Cicero o Tarantini. La caratterizzazione del pugliese emigrato nell’episodio con Lionello è da oscar ma, per dire, mi fa anche ridere (non inorridire) la sequenza delle foto del defunto sulla tomba mentre la moglie racconta come ha consumato la vendetta.
E poi, diciamocelo, Laura Antonelli al top non vede nessuna tra le varie Fenech, Cassini, Guida, ecc.