Signore e Signori

Comprato finalmente il dvd di questo capolavoro di Germi. Che dire, non l’avevo mai visto, mio padre me ne parlava da tanto, e ora capisco come il film abbia vinto la palma d’oro a Cannes. Il cast è semplicemente perfetto, con Ballista, Moschin, Virna Lisi, Franco Fabrizi, Alberto Lionello, regia e sceneggiatura da premio. Un po’ Dolce Vita, un po’ Amici Miei (che infatti avrebbe dovuto dirigere Germi, se non fosse prematuramente scomparso), un ritratto fedelissimo e al vetriolo dell’Italietta provinciale del boom, un film alla Risi ma ancora (se possibile) meglio, siamo a livelli de Il Sorpasso, per intenderci.
Girato a Treviso, e per questo inviso all’epoca (ma da alcuni anche adesso) dai suoi abitanti, il film è rimasto invedibile fino al restauro effettuato dalla Philip Morris qualche anno fa. Un dvd assolutamente da avere (un secondo disco con ottimi extra) per un film tra i più belli e divertenti mai realizzati in Italia.

Anche io ho preso il dvd dopo averlo cercato per lunghissimo tempo…ricordo ancora un articolo di Alberto Pezzotta sul corriere (o forse sul supplemento ViviMilano) che parlava di quanto fosse scandaloso che vi fossero film italiani di grande importanza del tutto assenti dal panorama Home Video, e l’esempio principe che faceva era proprio Signore e Signori…almeno una lacuna l’abbiamo colmata

Segnalo che l’ottima OST di Rustichelli è disponibile in CD a poco prezzo per i tipi della CAM, ovviamente me la sono presa:

http://www.camoriginalsoundtracks.com/site/index.php?site=ost&path=cd&idcd=116

Anche io lo conoscevo solo di fama e l’ho visto per la prima volta qualche mese fa, in occasione dell’uscita in DVD.
Inutile dire che sottoscrivo tutto quello che ha scritto Alma.
La mia edizione è quella che uscì allegata a un quotidiano.
Vorrei avere maggiori informazioni sugli extra. All’epoca Toccafondi mi disse che l’edizione ufficiale (se ricordo bene) avrebbe dovuto contenere un documentario girato sui medesimi luoghi 40 anni dopo e un’intervista a Moschin. Qualcuno ha avuto modo di visionare gli extra? Come sono?

Non ho ancora visto il film ma vi chiedo una cosa…
Che tipo di ruolo interpreta Franco Fabrizi?
Il solito fetentone?

Ovviamente sì. Ha un negozio di calzature e, nell’ultimo episodio, è il primo che circuisce la ragazzina.

Il disco degli extra è a livelli Criterion. Imprescindibile. Oltre al documentario su Treviso oggi, con interviste ai vecchi del paese che hanno visto girare il film (una delizia), ci sono interviste a Germi (!), a Moschin, a Vincenzoni (splendida!!!), e a Haggiag (il produttore della United Artists). Fondamentali, deliziose, assolutamente da avere.

Grazie mille, vuol dire che cercherò di procurarmelo.
Per quanto concerne l’intervista a Germi, saresti così gentile da dirmi da dove è tratta?

Non saprei, Rai, direi. È in B/N, Germi e l’intervistatore seduti ad un tavolo in una stanza, sono 8 minuti ma per lo più occupati da spezzoni del film, presumo risalga al periodo di uscita del film. Germi ha una lucidità impressionante.

Quando la realtà supera la fantasia…

http://www.gentedirispetto.com/forum/showthread.php?p=85494#post85494

Ottimo! Visionato ieri sera sotto pressante consiglio di un noto biondino finto-belga.
Indubbiamente uno dei punti più alti della commedia itliana, ogni personaggio è spinto al limite! Lo stesso Germi bravissimo a livello di recitazione.
Dopo questa visione garantisco che si vedranno alcuni attori con un ottica assolutamente nuova, in primis Gigi Ballista che sono (ahimè) abituato a vedere nelle tarde commedie scollacciate in ruoli relativamente marginali, Moschin che fa delle facce da ebete impagabili, Fabrizi all’ apice del viscidume, Moira Orfei bellissima la quale ormai l’ associamo a quel manichino da circo che è oggi, lo “sconosciuto” che interpreta scarabeo, il rompicoglioni chiacchierone cintura nera.
Bello poi vedere (come fattomi notare) tanti luoghi comuni ripresi in seguito dalla commedia italiana, vedasi la scena del bar degli spogliarelli ripresi in Fantozzi e tante altre piccole cose.
Ai primi posti assoluti della commedia italiana.

> Lo stesso Germi bravissimo a livello di recitazione

Generale, scusa la pedanteria postbuonoanulliana, ma in questo film, a differenza di altri, Germi non è impegnato anche in un ruolo attoriale.

Concordo comunque, e non potrebbe essere alrtrimenti, sul fatto che “Signore e signori” è un autentico capolavoro della migliore commedia italiana (oltre che fonte di ispirazione per decine di altri film).

Lo “sconosciuto” che interpreta il lusiertolesco rompicojoni Scarabeo è il poco noto ma bravo Gustavo D’Arpe (il sindaco imbelle e caricaturale dello “Zorro” zurliano).

Ah… attribuisco la colpa al mittleurpeo che me lo ha detto. Il quale riferivasi al baffo farmacista che trombavasi chea porca dea Giorgia (Moira Orfei)

Il farmacista baffuto è interpretato dal regista Giulio Questi.

Germi è invece interprete principale di tre suoi film: “Il ferroviere” (1956), “L’uomo di paglia” (1958) e “Un maledetto imbroglio” (1959).

Uno per l’ alcol l’ altro per altro eravamo piuttosto alterati durante la visione del suddetto, può darsi che uno si sia spiegato male e l’ altro abbia capito male. :almayer::swat:

Grazie cmq per l’ info.

Approfitto della grattaroliana onniscenza, l’ attrice mora che pluriminaccia lo spogliarello sia nel locale che sul balcone, chi è?

E’ la contadinella? Chi è?

L’attrice mora che interpreta la moglie dell’architetto interpretato da Quinto Parmeggiani è Gia Sandri, vista sempre in alcuni film di Zurli (e non solo).

La contadinella è Patrizia Valturri, starlet minore del nostro cinema anni '60-70.

Però è citato nei titoli di testa. :confused:

Sporcona!

Meno male che, alla fine della fiera, il film lo ha diretto Germi. L’avesse girato Vincenzoni…

> Però è citato nei titoli di testa.

Non come attore però.

Semplicemente eccezionale. L’ho visto per la prima volta ieri sera ed ho apprezzato tutto di questo capolavoro. Regia di Germi grandiosa, fotografia nella copia restaurata ottima, musica godibile, attori strepitosi soprattutto Gigi Ballista e Fabrizi (Lionello, Giulio Questi, Beba Loncar, Nora Ricci e tutti gli altri comunque spettacolari) ma vorrei sottolineare anche Olga Villi bella piu che mai (concordo col contadino Cristoforetto) e l’ abbagliante Virna Lisi. Insomma, a mio modestissimo parere, una palma strameritata. Da vedere e rivedere. Capolavoro (alla faccia dei trevigiani) :slight_smile:

Errore imperdonabile aver dimenticato il grandissimo Gastone Moschin con facce da ebete-tappi nelle orecchie annesse!