Song 'e Napule (Manetti bros, 2013)

Visto oggi questo divertente film dei Manetti, omaggio al cinema poliziesco italiano con commistione di commedia e musicarello napoletano.
Ottimi ed in parte gli interpreti, azzeccata la scelta di Giampaolo Morelli come cantante Lollo Love. C’è anche un omaggio all’auto per eccellenza dei polizieschi anni '70: la Giulia.
“Il nostro film non è nato come un omaggio, ma un divertimento per raccontare un cinema che oggi non si fa più - raccontano i Manetti - Siamo cresciuti con un certo cinema d’azione e la passione del nostro produttore Luciano Martino, che aveva un’anima pop vera e sincera, ci ha fatto credere in questo film” (Manetti, R.it)

Trailer:

//youtu.be/Jya-AoDUEJM

Backstage:

//youtu.be/cxkktleD4Zc

Dite cio’ che volete ma a me gli action dei manetti piacciono ed esaltano sempre.
Tanto vituperati sul piano tecnico da certa critica che forse farebbe meglio a vedersi gli action ‘mmericani fintissimi e pieni di soldi e fx, a mio avviso nel genere non hanno mai sbagliato un colpo.
Questo potrebbe essere tranquillamente un episodio della serie di COLIANDRO e gli ingredienti sono poi quelli, col guizzo di legare il discorso a certi cliche’ (?) su napoli e la napoletanita’ piu’ verace macchiettata fino al grottesco

La parte poliziesca funziona, i colpi di scena non mancano, la parte comico/commedia pure, i personaggi sono azzeccati e gli interpreti assolutamente in parte. Davvero tutto al posto giusto senza mai un calo in quasi 2 ore di film. Ecchissenefrega se le inquadrature non sono artistiche, se a qualcuno sembrera’ di vedere un filmetto amatoriale o con gap da prodotto televisivo (come spesso sono tacciati i manetti), questo a mio avviso e’ un film che spacca alla grande, intrattiene e diverte.

Peccato che con PAURA e CAVIE abbiamo floppato clamorosamente, ma finche si terranno sul thriller e sull ‘action contaminato con la commedia, credo che ogni film dei manetti sara’ una garanzia . E di questi tempi e’ tutto grasso che cola

quoto Carletto. Si potrebbe parlare di una versione partenopea di Coliandro (anche se Coliandro fisicamente manca, essendo impegnato a fare o’ cantante), c’è il solito giochino di rimandi e tributi al poliziottesco anni '70 (i font dei titoli di testa, le Giulie dell’Alfa Romeo, i vicoli, i boss, le musiche funkettone), gli attori sono quelli feticcio dei Manetti (Morelli, Servillo, Sassanelli), lo stile è a tratti televisivo, ma anche chissene. Il film è divertente, simpatico, ha ritmo, ha azione, le parti di commedia si integrano bene con quelle poliziesche, Morelli percula ma senza eccessivo cinismo il mondo neomelodico napoletano. Insomma, un film carino che merita attenzione. I Manetti in effetti rimangono una garanzia.

Divertente, ben scritto e ben girato, sinceramente in questo film l’impostazione televisiva non ce l’ho vista, è cinema allo stato puro!

Cameo dei Manetti Bros al minuto 15’50’’

Disponibile su raiplay

1 Mi Piace

ce l’ho in canna dopo aver visto il divertente Ammore e malavita
purtroppo ho deciso di colmare la lacuna di Coliandro e mi sta portando via un sacco di serate

2 Mi Piace