Spaghetti a mezzanotte

il master allora è nuovo di zecca o è lo stesso dalla tv e vhs Penta ?

Non saprei, dal momento che non ho mai visto la vhs Penta e non ho registrazioni televisive da confrontare.
In effetti anche i colori non sono il massimo della vita…

Non vorrei sbagliarmi (è tempo che non rivedo la vhs dalla tv) ma ha delle somiglianze con il master trasmesso da mediaset.
Una cosa non ho mai capito francamente: prima dell’ultimo credit regia Sergio Martino, il frame della sigla si blocca in modo visibilmente voluto, come se avessero voluto o dovuto oscurare un credit (quello del produttore infatti non appare), mentre l’ audio continua. Qualcuno sa svelare l’enigma?

Sul master non so dire.
E 'sta cosa che noti tu, mica l’ho vista. Controllerò…

ricordo anch’io questo dettaglio nel master tv

L’enigma non lo so svelare. Però ho verificato il dvd e in effetti c’è questo fermo immagine sospetto con la musica che scorre in sottofondo.
Boh!

5 Agosto Rete 4 ore 11.40 A.M.

Io adoro questo film,un cast perfetto di cui vorrei citare anche
alida chelli fedigrafa,daniele vargas cornutaccio,ugo bologna (purtroppo doppiato,anche se pero’ si capisce il motivo)mafioso,e in un piccolo ruolo c’e’ anche uno dei miei carrateristi preferiti TOM FELLEGHY
Degne di nota le musiche di detto mariano
Tra i tanti momenti cito:
la scena in cui banfi cerca a casa dell’amante la sua scarpa e rimane incastrato sotto il letto “LI MORTACCI DELL’ULDERICO !!!”
Quando banfi finisce sul cornicone “SANTA GIUDITTA DA PORTENONE,ATTACCAMI AL CORNICIONE”
da vedere e rivedere.

"what a beautiful day, today!

  • che bela gionata oggi"

"tudei is a dei of sceit!

  • oggi è una giorneta dimmerda!"

…che poi “Lagrasta” è il vero cognome della moglie di Banfi “Lucia”.
il cognome lo ha dato anche a Giuliana Calandra ne L’ALLENATORE NEL PALLONE “Mara Lagrasta da senorita”
e in ZUCCHERO MIELE E PEPERONCINO “L’avvocato Lagrasta interpretato da Valerio Isidori”.

e il mio film di banfi preferito.

mitico dal inizio alla fine.

dal bagno a 60 gradi fino a trigricerie e il colesterolo.

ma che cavolo di accento ha teocoli , da dove viene da pirlandia.

degna la interpretazione di jacques stany che per quasi tutto il film deve fare il cadavere.

forte pippo santonastaso in questo film

io mi li sogno i cadaveri…tutti morti cadaveri non mi fregi piu … cassabanca.

cassabanca con le scarpe da tennis nummero 49

Banfi è sempre il Numero Uno in queste produzioni, ma il film risente di un inesorabile inizio di declino di un certo tipo di commedia. Poi c’è Teocoli che mi sta proprio sulle palle e non è assolutamente adatto per questo tipo di commedie. Anche la sceneggiatura ha qualche crepa, con la festa nella villa che occupa praticamente tutto il film. La Bouchet è ancora bonissima!!!

anche nella parte del perito ritardatario da competizione in “pappa e ciccia” non scherza niente però eh…

Secondo Giusti è l’ultimo film della Bouchet, credo inteso come filone sexy comico di derivazione settantiana, poi arriverà la tv, e qualche ruolo periferico negli anni '90 e 2000. Sarà anche il “canto del cigno”, ma qui la bellezza della Bouchet è a livelli quasi insostenibili, disturbanti, la perfezione assoluta! Mi chiedo come facessero i suoi compagni di lavoro a rimanere lucidi, ricordarsi le battute e soprattutto mantenersi a debita distanza, avendola davanti in babydoll o guepierre :smt007

Riguardo al film, pellicola assurdamente divertente, ma che lo dico a fare…:wink:

Non ci crederete ma l’ho visto solo ieri e per la prima volta… inutile dire che mi son divertito dall’inizio alla fine, avevo quasi i dolori allo pancia per il gran ridere ed il motivo per cui in tutti questi anni non l’abbia mai visto mi sfugge, comunque, meglio tardi che mai, concordo con tutti i giudizi positivi che avete dato e, pensavo che “Cornetti alla crema” fosse il mio preferito… però devo dire che pure questo non è male anche se poi, dovendo scegliere opterei sempre per il primo ma, tornando a questo vogliamo dimenticare Alida Chelli che, non sarà stata ai livelli di bellezza della Bouchet, però… caspita… nemmeno “da buttar via”… ecchecchezzo per dirla alla Banfi!!! P.S. Pure per me la canzone dei titoli di testa è veramente bella!!! :smiley:

//youtu.be/ml0Q7CMWN0g

Mi ha sempre incuriosito questa inquadratura fatta durante la scena ambientata al cimitero. La sensazione è che sia messa lì come un in-joke ; chi è “pino cresta” ?

Il film l’ho rivisto ieri sera, io trovo che “Pino Cresta” abbia una notevole somiglianza con il boss John Gotti: