Spider-Man 3

Una grande delusione. Purtroppo Sam Raimi e lo sceneggiatore Alvin Sargent non sono riusciti a ripetere quanto di buono avevano fatto con Spider-Man 2 (2004). In questo terzo capitolo ci presentano molti nuovi personaggi e addirittura tre villain, ma nessuno di questi caratterizzato a dovere. La figura di Gwen Stacy è insopportabile, mentre il fotografo Eddie Brock sembra uscito da un serial tv per adolescenti. In alcuni tratti la storia è noiosa ed estremamente confusa, l’incredibile quantità di cose che Raimi voleva mostrare nel film sfugge di mano e diventa un insieme di azioni slegate tra loro. Troppa carne al fuoco per un solo film.
Le scene d’azione e gli effetti speciali sono ben fatti, ma trattandosi di uno dei film più costosi della storia lo si poteva immaginare.
Un grosso passo indietro rispetto al precedente film, che nel genere rimane una perla forse irripetibile.

A dire il vero io ho trovato migliore il primo capitolo rispetto al 2° me lo rivedrò prima di vedere il terzo magari cambio opinione :confused:

Nella frenetica smania di mostrare tutto e oltre il mostrabile si perde la vera forza del ragno come fumetto e anche nella sua trasposizione cinematografica fino a qui vista: l’instabilità psicologica di Parker è qui estremamente superficiale, e questa pecca è aggravata dal fatto che l’uomo ragno vive un momento in cui la sua psiche subisce il fascino oscuro prima del suo corpo. Cambiano i rapporti personali, ma prima cambia il ragno, cambia dentro. E questa parte è frettolosa nel film, risolta addirittura in qualche caso con una serie di scenette divertenti. Troppo poco per elevare il film a cinema e non a giocattolo per adolescenti.

Visto ieri, ed anche io ritengo che il primo sia migliore del secondo, che a sua volta è decisamente meglio del terzo … Sono rimasto un bel po deluso…ovviamente gli effetti speciali sono spaventosi e confermano l’ormai ovvio risultato che oramai nei film si possono creare situazioni una volta prerogativa solo dei cartoons…
Storia debole e melensa…I combattimenti mi sono piaciuti, ma tolti quelli e gli effetti rimane davvero ben poco… Da sottolineare il “rituale” cameo Bruce Campbell
e quello del signor Stan Lee …

Non l’ho ancora visto ma, a questo punto e da quanto tu ed altri avete detto ed ho letto anche altrove, mi viene un terribile sospetto: non è che vi è una marea di scene eliminate, utili a definire meglio i personaggi della storia, che ritroveremo (per pura operazione di mercato, come già peraltro accaduto in precedenza) tra qualche mese nella versione dvd (doppia, tripla, quadrupla o Director’s cut) qualunque essa sia? :confused: :frowning:

A mio avviso, di certo il peggiore dei tre. Dalla sua ha un ottimo ritmo (due ore e venti minuti volano via in un lampo), le gag migliori (esilaranti i siparietti con Jameson ed il cameo di Bruce Campbell), i soliti effetti speciali molto validi e delle gran scene d’azione. Purtroppo però il film è tutto qui… nel momento in cui l’azione si ferma ed inizia la narrazione, scattano i veri problemi: una Gwen Stacy schizofrenica

da iper-secchiona nerd nella prima scena in cui appare, a modella superfiga e ochissima un Harry Osborn che pare Batman, con tanto di maggiordomo

che, dopo combattimenti e patemi e tensioni e lacrime e dolore finalmente dice a Harry che no, suo padre non l’ha ucciso l’Uomo Ragno, e ovviamente lo fa proprio nel momento “giusto”… miracoli della sceneggiatura!! un Uomo Sabbia peraltro molto ben caratterizzato (la scena della sua nascita è forse la migliore del film) messo lì giusto come pretesto

per scaricare su un supercattivo qualsiasi (ed in maniera ridicola) la morte dello zio Ben, e causare il successivo impeto di nera violenza di Peter

e dulcis in fundo, è proprio il caso di dirlo, il finale

con dieci minuti di psicodramma collettivo/terapia di gruppo assolutamente IMBARAZZANTE, che banalizza tutto in maniera sconcertante con della retorica da libro cuore di quinta categoria… e occhio che a me la retorica da fumetto Marvel piace, intendiamoci!!

Comunque, nonostante tutto, il film resta comunque gradevole. Io mi sono divertito come mi diverto ogni volta che mi godo un film dell’Uomo Ragno, perché sul momento spengo un po’ il cervello e mi lascio trascinare dai movimenti e dall’azione… per cui penso valga comunque la pena di vederlo, soprattutto se avete amato i primi due. Se invece già avevate storto il naso con quelli, state pure a casa o entrate in un’altra sala. :wink:

mi sono annoiato a vedere spider man 3!!
come molti hanno già scritto c’è troppa carne al fuoco e sinceramente tutto sto romanticismo presente mi dava sui nervi!!!una vera delusione…

hanno perso l’occasione di far diventare spiderman davvero cattivo e di incentrare il film su come farlo tornare in sè, invece diventa per un piccolo tratto solo un po’ più stronzetto ma nulla più.

come avete già detto c’è troppa roba. e la conseguenza è che non ci si concentra su una sola cosa e l’adrenalina viene diluita.
manca il ritmo che un film del genere dovrebbe avere ed è troppo lungo.
alcune cose sono ingiustificate.

il bambini in sala si sono divertiti e il loro timido applauso alla fine del film sarebbe potuto essere molto più consistente se il film fosse durato almeno mezz’ora di meno.

…Oggi sono riuscito, finalmente, a vederlo: dopo tutto quanto avevo letto pensavo di trovarmi di fronte a chissà quale sfracelo…
…invece è un prodotto pienamente in linea con quanto (di buono) mostrato con i precedenti episodi ai quali non è per niente inferiore (se poi il personaggio stanca, dopo tre film, è un altro paio di maniche) giacchè:
il ritmo c’è tutto, l’intreccio è chiarissimo e lineare e senza zone d’ombra, l’umanità delle storie e dei protagonisti c’è tutta come nei fumetti originali…
…è un film per ragazzi (già la mia figlia maggiore è cresciuta, per il film, ma tantissimi in sala hanno applaudito convinti e forte durante il film e sui titoli di coda) cosa si vuole di più???:confused:

bellissimo il nuovo episodio della storia di peter parker che viene morso da un ragno radioattivo. io ho il primo e il secondo episodio di spiderman…e ora andrò a vedere il terzo capolavoro di sam raimi…:slight_smile:

Note “di servizio” sugli incassi: da noi, nell’arco di 6 giorni, quasi 10(!) milioni di euro. Negli States, in 3 giorni, ben 148(!!!) milioni di dollari. Di conseguenza, i capoccioni della Sony hanno già annunciato che ci saranno ALMENO altri 3(dicasi TRE) seguiti. Il film, onestamente, mi è senz’altro piaciuto (più del secondo capitolo sicuramente), anche se le parentesi “ti amo, io no, ti lascio, amo un altro, ecc” le avrei volentieri accorciate o buttate quasi tutte. Effetti speciali da spavento (nel senso migliore), scene d’azione magistrali (il primo scontro con Harry Osborn/Goblin 2 dà nuovo senso all’aggettivo “vertiginoso”), ben sfruttati i “villain” di turno (ma il meraviglioso-repellente Venom forse meriterebbe un film tutto suo!). Quindi…adelante così, ragnetto!
P.S. Ma nessuno si è accorto che la figlioletta di Marko è la stessa bimba che interpretava la figlia di Beatrix e Bill in “Kill Bill vol. 2”?! Ragazzi, è storico: RAIMI MEETS TARANTINO, YEAH!

VISTO ieri sera. Al mio ragazzo di 7 anni è piaciuto molto…io un paio di volte…sono andato in estasi profonda…che sonno!!!:confused:

Dopo giorni di indecisione sul vederlo o no abbiamo optato per il si e devo dire che non ci ha delusi come ci aspettavamo decisamente superiore al secondo episodio m purtroppo non e riuscito a convincerci più del primo per tutta una serie di cose da voi già dette su tutte i complessi amorosi del giovane Peter e partner.Non sono riuscito a vedere il Cameo di Bruce Campbel ma ripensandoci anzi si era il metrotel del ristorante ?

L’ho visto e ho imparato una cosa importante: mai entrare in simbiosi con una creatura aliena, altrimenti i capelli assumeranno un taglio squisitamente emo.

La cosa che mi ha deluso un po’ è il fatto che Eddie Brock/Venom diventi una minaccia solo verso la fine del film, perlopiù la sceneggiatura è incentrata sul cambiamento di personalità di Peter (reso benissimo dall’attore). E il costume del nuovo Goblin? Bleah. Alla fine mi sono anche divertito, ma speravo in qualcosina di più. Bof, almeno Mary Jane si è decisa a mostrare le belle gambe che ha (bisogna aspettare metà film per vederla in mini, però).

Parlando con un mio amico che gestisce un cinema sono venuto a conoscenza del costo della pellicola di Spiderman3 circa 10000 euri e devi tenere il film per 15 giorni se superi un tot d’incasso il resto lo dividi al 50% con la sony :mad: la cosa mi ha un po spiazzato :confused:

Non so come facciano per altri “blockbuster” similari,ma il modus operandi della Sony in questo caso mi pare di stampo un pò…mafioso,ecco!

aggiungo anche sull’assegnazione delle pellicole nelle sale non scherzano mica.
Liberaliziamo anche questo settore ?

Spiderman 3 l’ho trovato veramente un film indegno.
Trasmette un messaggio completamente sbagliato; perchè se sei uno stronzo e cattivo sei figo e hai la figa mentre se sei uno timido e impacciato tutti ti scherniscono?
Poi francamente la faccia da culo di Tobey ormai mi ha stancato e le prime espressioni sceme e incredule che faceva nel primo epeisodio ormai al terzo sono inaccettabili, cazzo un minimo di consapevolezza dei propri poteri no?
Cioè, se sei senza costume sei una merda, con il costume diventi uno che sbaciucchia a destra e sinistra e che fa le giravolte come un pagliaccio, e nel frattempo combatti pure i cattivi?
Poi lasciamo stare la facilità con la quale gli abitanti di New York si abituano a vedere le cose più incredibili senza neanche battere ciglio.
Rileggendomi Marvels del buon Busiek, questo aspetto mi è ancor più saltato all’occhio e mi ha davvero infastidito.
L’ultima cosa, la peggiore, è che non esiste un cattivo puro.
E questo rende tutto terribilmente telefonato e teenageriale.
Tralascio il maggiordomo finale…

Mai nulla è stato più sacrosanto di questo assunto. Non è sbaglato il messaggio, è la realtà dei fatti.
Tornando al film, anche se inferiore ai 2 predecessori, si riesce a vedere, è divertente e presenta, al di là di una sceneggiatura debole e molto frammentata, notevoli sequene diu azione e otimi special fx. Un 6 politico.