Stangata in famiglia

Ho preso in edicola questo dvd, allegato a dvdmagazine (mi pare) per 7,90 euri.
Ad una prima occhiata il video mi pare decisamente buono: è in letterbox ed il formato non credo sia corretto. Ci sono due esili barre nere sopra e sotto; insomma non è fullscreen proprio per pochissimo, però visto il prezzo credo sia da prendere. Non so se è integrale perchè ho dato solo un’occhiata alle prime scene però mi sembra un discreto dvd. C’è la divisione in capitoli ma manca il menu.
Insomma, è un prodotto spartano ma tutto sommato credo che possa andare. Dubito che in futuro lo rieditino con il commento audio di Lino Banfi e Gabriella Golia e con l’audio in DTS…

Il riversamento è senza la mascherina ma è corretto e ricavato da una copia in ottime condizioni: tutto sommato direi che il rapporto qualità prezzo fa propendere per consigliarne l’acquisto

In onda venerdì 5 gennaio alle 00:00, 7 gold

http://www.film.tv.it/scheda.php?film=11192

stasera ore 21.00 telenorba 7

un film che trovo molto bello. divertente, sexy e ironico.
il dvd tutto sommato è un ottimo prodotto. uscito in edicola per la EDIZIONI MASTER ma ha il marchio MINERVA, cioè, la RARO VIDEO!?

se non sbaglio in questo film Lino Banfi esibisce un riporto da codice penale!!!

La prima volta che lo vidi sperai in una Golia senza veli… peccato che non ci sia…

si esatto: quando uscì in edicola, nel loro forum annunciarono una imminente distribuzione anche in videoteca, assieme ad altri titoli interessanti tipo I peccati di Madame Bovary con la Fenech, ma nonostante siano passati ormai un paio di anni se non di più nessuna traccia di quei dvd

Titolo di lavorazione Sorelle Brambilla, massaggi in famiglia.

A me ha lasciato un po’ interdetto. Da una parte si va nella direzione della commedia sexy (anche se divertire mi sono divertito il giusto, mentre per quanto riguarda il sexy forse spinge pure troppo, penso ad un paio di scene negli appartamenti delle massaggiatrici che non spoilero ma che chi ha visto il film credo capisca facilmente), allo stesso tempo c’è un tono dimesso, mesto, grigio, quasi dolente. Il cast è curioso, per non dire improbabile. Il personaggio della Biagini è folle, Mazzarella a tratti è lagnoso e logorroico, Banfi è sideralmente agli antipodi col suo meridionele ingrifeto. Boh, francamente alla fine rimani col dubbio di dove si voleva andare a parare. Non dico sia orrendo, però non è né carne né pesce, o almeno a me ha fatto questo effetto.