Tenet (CNolan, 2020)

Di solito giro al largo da tutti i film di cui si fa un gran can can, se poi è Nolan…ma visto che lo davano in Imax, che usa i nostri proiettori al laser, e che l’ultima volta che ho bazzicato un cinema era a Dicembre 2019, ieri sera ci siamo schiodati e si è andati a vedere l’ultima opera del tanto acclamato Nolan. E mi sono ricordato tutte le cose che mi avevano irritato di The Dark Night Rises, troppo bumbum, troppa caciara e fracasso (forse per coprire una mancanza di idee, forse per assecondare la massa di drogati da Marvel?). Quindi, sempre Nolan, sempre fracasso e bumbum, con una sceneggiatura così complicata che secondo me il suddetto si spugnettava nella sua villa pensando “ammazzaaò quanto so fico!”, e sicuramente per capirci un po’ di più è necessaria almeno una seconda visione; o forse l’ha fatta complicata apposta per obbligare la gente a tornare al cinema e staccare un altro biglietto. Il buon Alberto Farina l’ha definito un Bond girato da Haneke, non mi esporrei così tanto, certamente è buon cinema da intrattenimento che vuol essere meno idiota dei non-film (sì, sto con Scorsese) Marvel/DC/Supereroi/Bimbominchia che ormai appestano qualsiasi sala cinematografica, come se il pubblico fosse tutto regredito (mi sa che lo è). Ma mi è anche sembrato molto un provino del buon Nolan che implora la EON di assumerlo per il prossimo Bond, o spera in una acclamatio dei fan sui social. Comunque belle location, ottimi attori, Denzel Jr farebbe sicuramente un ottimo Bond (e mi sa che anche lui provinava), Kenneth Branagh è sul pezzo, Michael Caine fa un cameo ma è sempre un piacere, Elizabeth Debicki una piacevole spigolosa presenza, e c’è pure Himesh “Yesterday” Patel. Poi esci dal cinema rintronato, e quasi quasi ti mancano i film da tinello di Moretti.

1 Mi Piace

A me “di pancia” è piaciuto ma concettualmente mi ha infastidito come Interstellar. Non è possibile costruire ancora una volta la sceneggiatura basandosi sui testi di fisica e costringendo quindi l’attenzione dello spettatore ad un livello che è veramente stressante. Giustamente siamo di fronte ad un cinema fracassone (tra l’altro, non so se era un problema di volume della mia sala ma sono uscito con il mal di testa e non mi capita mai) ma Nolan non accetta che venga considerato puro intrattenimento e deve metterci qualcosa che distrae e fa pensare che stai guardando altro.
Ma se il meccanismo una volta può (forse) funzionare, come nel citato Interstellar, la sua reiterazione inizia a diventare stucchevole con effetti di deja-vu come per esempio le scene nelle quali i protagonisti rivedono se stessi.
E’ un peccato perchè il cast è valido e lui comunque è un gran regista. Solo che non si è regolato. Inception secondo me è un buonissimo film con una sceneggiatura non lineare che funziona ma evidentemente dopo si è fatto prendere la mano.

Di solito a me Nolan piace, o perlomeno ha fatto tre film che mi son piaciuti tantissimo (The Prestige, Inception e Interstellar), e altri che più o meno mi son comunque piaciuti, tra cui ci metto pure Tenet. Visivamente rulla, niente da dire, ecco forse ha qualche problema di scrittura con una prima parte eccessivamente didascalica in cui il Protagonista (John David Washington che sarà bellino da vedere ma non è che mi abbia convinto molto come attore) si puppa gli spiegoni da gente varia (e io spettatore lì a cercare di capire), poi succedono cose e tutto va un po’ meglio ma senza convincere al cento per cento. Poi a me Nolan visivamente piace sempre molto con le sue ambientazioni spesso spoglie e minimali (e sì, fredde come tutto il resto), roba che o ti piace o ti lascia perplesso.

1 Mi Piace

Film che non lascia certo indiffrenti, i fan del regista e quanti (se ce ne sono, forse non molti) nolo conoscono abbastanza: ritmo, script, location, attori, fotografia, effetti speciali e tanto altro…
…non ho fatto classifiche o confronti, con altri film di Nolan e non, per cui con mia moglie ce lo siamo goduto passando due ore e mezza comunque distesi e rilassati…
…eppoi, non dimentichiamolo, il cinema è finzione sempre e comunque… :+1:

Comunque l’orrenda citazione finale a Casablanca è da crocifissione in sala mensa.

Ma infatti è questo che mi infastidisce in Nolan.
Non capisco il bisogno di ammantare la sua fiction con quest’aura di plausibilità scientifica.
Che poi in generale si tratta di applicazione di teorie più o meno avventurose, che ancora nessuno ha verificato, che come in Interstellar DI FATTO non aggiungono nulla al valore della storia almeno secondo me. E di cui credo al 99% degli spettatori in fondo non freghi nulla, e non sposti nulla a livello di fruizione finale dell’opera. Ergo, lo posso capire solo come marketing preventivo, ma allora si qualifica inequivocabilmente come presa per il culo.

Detto questo, alla fine lo andrò a vedere come tutti i Nolan :wink:

Interstellar è il mio preferito di Nolan, mi sa che a questo punto io faccio parte dell’1% degli spettatori a cui interessano anche queste applicazioni avventurose di teorie scientifiche (c’è da dire che in quel caso si parla di buchi neri - un argomento che mi ha sempre appassionato, ovviamente no doppi sensi :santa: e che Nolan ha lasciato tutta la parte scientifica in mano a Kip Thorne, un superguru dell’argomento che io ammiro a bomba).

Tra l’altro a questo punto aggiungerei a supporto della teoria di una certa furbizia commerciale di Nolan il fatto che il film è tutto una citazione del Quadrato di Sator, uno degli enigmi più longevi della storia. Peccato che la cosa è buttata lì come un “guarda un po’ che ti propongo” senza alcun legame con la storia e quindi come un semplice sfoggio di conoscenza.
Però lo perdono :smile:

Aspetto a mio avviso sopravvalutato, questo…
…non é che il film si basi, essenzialmente su ciò ma tutt’altro… :writing_hand:

Certo che non si basa su questo. È proprio qui il punto. Secondo me è come intitolare un film Massoneria e poi di massone non ce n’è neanche uno. Detto questo, la mia voleva essere solo una nota aggiuntiva alla connotazione che ho fatto di Nolan ma non per questo mi sono rovinato la visione del film :wink:

Superati, già nella scorsa settimana al 18 settembre 2020, i 200 miloni di dollari d’incasso 8dopo il week-end, quindi, le cifre si presume salite ancora notevolmente): https://cinema.everyeye.it/notizie/tenet-supera-200-milioni-incasso-buon-esordio-giappone-469699.html :writing_hand: