Teresa altri desideri

Finalmente son riuscito a vederlo. Terribile, ma allo stesso tempo interessante.
L’inizio in dialetto è bellissimo! Anche la 127 che attraversa i paesaggi è bellissima.
Forse è uno dei pochi film hard dove si mandano avanti le scene porno e si segue la trama sgangherata.
Erezioni quasi assenti, i rotolini di Antonella Simonetti sono i protagonisti nelle scene hard. Molto divertente nel suo essere ridicolo, forse involontario.
Come al solito, Bruno Vani non delude.

1 Mi Piace

Nel film mi hanno divertito molto i (tentativi) di dialoghi. Allucinanti :smiley: Piero Pieri in un improbabile ligure rende, soprattutto nelle battute della sua scena finale, imperdibile la visione di un film che ha il suo lato debole e discutibile proprio nelle scene hard, a mio avviso. Più che altro perchè il riccorrere a inserti di genitali anche in un contesto in cui si dovrebbe contare sull’efficacia delle performance di gente chiamata lì apposta è una scelta un po’ triste (anche se il ‘corredo maschile’ dell’opera è quello che è…)

La penso esattamente come te, hard poverissimo ma interessante e per certi versi unico.