The Awakening - 1921 - Il mistero di Rookford (Nick Murphy, 2011)

http://www.imdb.com/title/tt1687901/
http://www.cinematografo.it/pls/cinematografo/consultazione.redirect?sch=55047

Visto stasera: non mi ha convinto. A parte i clamorosi furti narrativi (si va dal romanzo Haunted di James Herbert a Operazione paura di Bava) va riconosciuto che fino a un certo punto la sceneggiatura tiene, cala lo spettatore in adeguata atmosfera da pelle d’oca e tratteggia in maniera efficace i personaggi; poi frana nel colpo di scena finale, mostrando tutti i limiti di una storia rubacchiata alla meno peggio da altre fonti. Un’occasione mancata.

Del tuo giudizio mi fido molto, lo sai, e ti ringrazio per la testimonianza…allo stesso tempo mi hai incuriosito e mi hai fatto venire ancora più voglia di vederlo!!Logicamente non troveremo mai più horror in grado di convincerci totalmente,ormai
Bene,attendo altri interventi!!!

finalmente visto…che dire…ho già ribadito che l’horror che davvero “fa paura” non sapranno farlo più, però…ecco, questo a mio avviso, dopo tanti film simil The Others, negli ultimi anni, ha una storia e le atmosfere giuste che potrebbero farlo diventare un nuovo classico dell’horror sui fantasmi. Attori bravi (la protagonista è adorabile e lo dico anche se sono donna!), il protagonista maschile, bello e affascinante, è credibile, così come il bambino che spicca, regge bene la sua parte.
Il film pare diviso a metà: la prima metà tutta giocata sul brivido, la seconda sul dramma che poi svela tutto il film. Io lo promuovo:cool:

Dal trailer mi pare che Rebecca Hall imiti molto la Shelley Duvall di Shining.

Hmmm no. In realtà il suo personaggio è una versione al femminile del protagonista del già citato romanzo Haunted, di James Herbert (portato sullo schermo in un film intitolato da noi Fantasmi). Una donna forte, osteggiata dalla società conservatrice in cui vive, scettica sul paranormale e decisa a smascherare ciarlatani e frodi… altra cosa dal personaggio fragile di Wendy.

Visto anch’io Venerdì notte, l’ho trovato un buon film “de paura” fino al finale, concordo con Tulucca coi furti narrativi, ma rimane, per lo meno fino all’80% del film, una bella ghost story classica, ben girato, visivamente molto affascinante, e ottimamente interpretata. Peccato per il finale, anche se alla fine lo si perdona grazie ai bei salti sulla sedia fatti fare prima.

Visto oggi, bellissima la prima parte poi si spegne e diventa soporifero sul secondo tempo.

Disponibile su netflis