The passion of Darkly Noon / Sinistre Ossessioni [P. Ridley, 1995]

In Italia è conosciuto come “Sinistre Ossessioni”, un titolo forse più accattivante per il pubblico medio ma non poetico e profondo come quello originale. Perchè in fondo si tratta di una vera passione quella subita da Darkly Noon all’interno del bosco. Seconda pellicola di Ridley dopo il bellissimo The Reflecting Skin, non raggiungerà le vette del debutto ma a mio avviso è un gran bel film che va oltre la mera definizione di thriller.
Si potrebbe tranquillamente infilarlo nel cosiddetto filone folk-horror, gli elementi che denotano un certo retaggio primordiale sono numerosi a partire dall’ambientazione. Il substrato cristiano molto repressivo, la passeggiata nel bosco, gli uccelli morti, il riferimento alla ‘strega’ l’ingresso in scena della Judd che sbuca dal bosco illuminata da dietro che annuncia il temporale nonostante il forte sole ed altro ancora fanno di questa passione un film molto interessante e ricco di simbologie travalicando il mero contesto dell’intrattenimento cinematografico.

Esiste un DVD italiano purtroppo con un formato letterbox.

Bello, la scena della scarpa sul fiume è una delle cose più bizzarre e poetiche mai filmate.