Tyrannosaur [Paddy Considine 2011]

http://www.imdb.com/title/tt1204340/

Joseph, all’apparenza un uomo rissoso e collerico, è in realtà tormentato dai sensi di colpa. Una vita piena di rimorsi che lo inducono a distruggersi con alcol ed atti di violenza improvvisa ed incontrollabile. L’incontro con Hannah cambierà le carte della sua esistenza ma anche lei sotto la corrazza di una vita felice ed economicamente stabile nasconde una serie di vergogne e segreti…

Debutto esplosivo di Paddy Considine che avevo conosciuto come attore in [&p=282055#post282055"]“Last Resort”](http://www.gentedirispetto.com/forum/showthread.php?26114-Last-Resort-[Pawel-Pawlikowski-2000). Fotografia livida anche in questo caso ma meno orientata sul grigio perenne, si avvale delle ottime interpretazioni dei due protagonisti, lei in particolar modo offre uno spettro di situazioni e sentimenti molto vario e sempre credibili. Un cast di comprimari niente male, un soggetto pieno di dolore ed una serie di scene che faranno stare male anche i più insensibili ed impreparati. Ha vinto anche il premio come miglior film straniero al Sundance 2011.

Il Bluray UK è ottimo, anche l’audio è stellare e ci sono i subs in inglese.

E’ uscito il DVD italiano con il titolo di TIRANNOSAURO, va beh…

http://www.amazon.it/Tirannosauro-Peter-Mullan/dp/B00C2BR2MY/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1379503693&sr=8-1&keywords=tyrannosaur

La scheda di Amazon indica la totale assenza dell’audio originale, una pecca davvero clamorosa se fosse vera.

Non ho idea se sarà distribuito con il consueto ritardo nei nostri cinema ma qui ad Alessandria verrà trasmesso nel piccolo cinemino di Castelceriolo.

Buono, ma alla fine scontato, sia come messa in scena, livida e plumbea come tanti film periferici anglosassoni, sia come ritratto di vite derelitte made in Britain.

L’inizio, con l’uccisione del cane, è potente e commovente, ma poi il film diventa anche un po’ mal scritto, soprattutto nel ritratto di Hannah, il cui marito è veramente sterotipato e poco credibile. E anche il finale, dove Hannah viene messa in galera come un’omicida, quando invece l’assassinio del marito sarebbe tranquillamente legittima difesa, è piuttosto assurdo. Come assurdo è anche il fatto che il cane che ha sfigurato il bambino vicino di casa di Joseph non sia stato abbattuto dopo il fatto. Ma che leggi ci sono in quel Paese? :wink:

Mah, onestamente non penso che sia un’ottima cosa guardare film del genere dal punto di vista giuridico :wink:

Beh, è chiaro, però effettivamente la credibilità, in un film così cronachistico, non guasta.
Certamente non è questo il motivo per cui critico il film, che mi sembra scontato per altri aspetti, dalla messa in scena fino al ritratto dei caratteri.

Comunque ripeto che non l’ho trovato chiaramente pessimo, anzi, ma è un film che per me sa di già visto.