Una 44 Magnum per l'ispettore Callaghan

Una 44 Magnum per l’ispettore Callaghan (Magnum force)
Poliziesco, USA, 1973
Regia di Ted Post

Più che buona questa edizione Warner. Il video è proposto nel corretto formato 2.35:1 anamorfico ed è praticamente esente da difetti, anche in relazione all’età della pellicola.
L’audio, registrato a basso volume, è sufficiente. In una scena, una frase di 3/4 parole è ridoppiata.
Come extra, un breve documentario con qualche stralcio di ‘making of’.

Il film è un discreto poliziottesco. Unico difetto, a mio giudizio, è il ritmo narrativo, non sempre all’altezza. Una minor durata avrebbe reso il film più agile ed apprezzabile. Non mancano comunque le scene al cardiopalmo di inseguimenti e sparatorie: l’azione c’è.

Visto in versione bluray, godibile però pensavo meglio (intendo come qualità video), il salto di qualità ad esempio in Ispettaore Callaghan Il Caso Scorpio è tuo è di tutt’altro livello, qui talvolta lo scarto con un dvd è minimo. Inizialmente ad esempio, quando compare in scena, il tenente Neil Briggs è addirittura fuorifuoco nei campi e controcampi dei dialoghi con Eastwood. Onestamente però non ricordo se è un difetto intrinseco del film e semplicemente il bluray non lo migliora.
Vero che c’è una frase ridoppiata, che riguarda sempre Briggs, quando è in auto con Callaghan. E comunque Eastwood ha un doppiatore diverso rispetto al Caso Scorpio.

Film complessivamente inferiore al primo capitolo della saga dei Dirty Harry, ritmo più sfilacciato, meno classe, meno eleganza (strano, la sceneggiatura mette assieme addirittura Cimino e Milius). Divertente, per carità, però inferiore. Molti dei Vigilantes spopoleranno poi nei serial polizieschi televisivi, ad esempio David Soul/Hutch e Robert Urich/Vegas
L’orientale che vive nel palazzo di Harry e che vuole disperatamente copulare con lui fa molto Black Emanuelle.

Qui infatti lo doppia Giuseppe Rinaldi.
Nel precedente film lo doppiava Nando Gazzolo, poi negli altri è stato doppiato da Michele Kalamera tranne che in Scommessa Con La Morte dove lo doppia Dario Penne.

Premetto che non è sicuramente bello come il precedente, però per me, questo è il capitolo migliore (dopo il primolo ribadisco!), io lo posseggo nel cofanetto in dvd che usci’ un po di tempo fa e che aveva molti gadget tra cui il fac-simile del distintivo dell’ispettore, comunque, tornando al film, ho sempre amato la tematica che proponeva e cioè quelladi creare una sorta di “squadrone della morte”, allo scopo di eliminare la delinquenza e, devo dire che mi sarebbe piaciuto se si fosse unito a loro… anche perchè i poliziotti giustizieri mi eran tutti simpatici, avendo i volti di attori che sarebbero diventati famosi… se non altro due, però ovviamente la storia non avrebbe avuto piu’ senso e quindi va bene cosi’.Un film che riguardo sempre volentieri… anche se oramai lo so a memoria, come un po tutti quelli della serie, ultimo capitolo escluso! :wink:

E se n’è andato il regista, Ted Post. Aveva ben 95 anni…