Una ragazza di Praga (Sergio Pastore, 1969)

Con Giovanna Lenzi, Giorgio Ardisson, Franco Citti, Francesca Bertini, Marisa Solinas, Tiberio Murgia


Scheda sito Anica

Girato nel 1969, vistato dalla censura nel 1971 ma uscito (poco e male) soltanto nel 1975. Come molti dei film dell’accoppiata Lenzi/Pastore è praticamente scomparso nel nulla. Giusti nel suo dizionario ne parla come di un capolavoro, anche se è noto che il termine per lui non significa niente di particolare. Vhs non risultano, dvd men che meno. Boh.

Titolo a me completamente sconosciuto, di cosa parla?

Dal dizionario di Morandini:

Stanca del regime comunista, giovane cecoslovacca raggiunge Roma dove viene sedotta e abbandonata da uno scrittore, e da lui indotta ad abortire. Dopo la repressione sovietica del '68, torna a Praga e viene eliminata. Ideato, scritto e diretto in modo maldestro da S. Pastore, è un fotoromanzo goffo e bieco che spreca malamente il suo spunto politico (la violenta repressione della “primavera di Praga”). Attori men che mediocri, F. Citti spaesato.

Oddio, la recensione del morandini non è che invogli molto a vederlo (anche se spesso il morandini non ci va leggero con le recensioni di un certo tipo di cinema). Però la curiosità rimane.

Il cinema di Pastore è davvero tra i meno sondati. La sua filmografia pare abbastanza folle, degna di essere gustata. Devo decidermi a ordinare il libro su di lui scritto dalla figlia ( pezzo grosso del Pd romano, ma ex forza italia…), anche se temo sia agiografico e poco utile dal punto di vista di filologia filmica.

Dove è reperibile?

Rimontato successivamente con il titolo di Amore inquieto di Maria.

Ciao Roger, io l’ho ordinato da amazon.
Si intitola: Appunti a mente. Il regista Sergio Pastore nel racconto di sua figlia.

E’ passato però quasi un mese, e ancora non mi è arrivato…