Una ragione per vivere e una per morire - Tonino Valerii, 1973

Produzione Italia / Francia / Germania / Spagna
Anno 1973
Regia :: Tonino Valerii

Interpreti
:: José Suarez
:: Telly Savalas
:: Bud Spencer
:: James Coburn

Genere Western
Durata 118’


Recensione Spaghetti Western Database

dom, 26/2 - 16:15, Rete4

Bello,il western di Valerii che preferisco.Ennesima variante de Quella sporca dozzina,con un manipolo di caratteristi mica male.Uno dei ruoli più azzeccati che abbiano dato a Bud Spencer,assieme al barbone di Quattro mosche di velluto grigio è quello che ricordo con più gusto.

Capolavoro! Con un umile… ed eroico Bud Spencer assolutamente insolito.

A breve esce in dvd per la Medusa.
Il film, comunque, è notevole, molto più riuscito del successivo western di Valerii, il vacuo e pretenzioso “Il mio nome è nessuno”.
La coppia Spencer-Coburn, poi, funziona molto meglio di quella formata da Hill e Henry Fonda.

Sono due film imparagonabili,Il Mio nome è nessuno aveva un taglio volutamente parodistico mentre Una Ragione…è un western “serio” e più legato alle convenzioni del genere.A me piacciono entrambi,ma ovviamente Il Mio nome…lo riguardo giusto per farmi due risate,il genere era altra cosa dalle scazzottate alla Trinità.

Finalmente!
Ho un grande ricordo legato a questo film che proiettai varie volte in Super 8 nei primi anni '80.
Ricordo che stranamente sul cofanetto il titolo era scritto molto piccolo: c’era scritto BUD SPENCER E’ ELI’ IL LADRONE nel film “Una ragione per vivere e una per morire”.
Questo dvd non mi sfuggirà!


DVD disponibile dal primo marzo.
Formato video: ?
Audio: italiano mono
sottotitoli per non udenti in italiano
Extra: trailer
Durata: 111 min. circa
Prezzo al pubblico: 16.99€

Da guardare sicuramente!Sono troppo curioso!

Buona anche l’interpretazione di Telly Savalas nella parte del comandante del forte

Visto oggi alla Fnac a 15,90 euro.

Comprato oggi a 14,90 euro (Messaggerie musicali corso V.Emanuele Milano).
Ad una prima occhiata mi è parsa un’ottima edizione, bella qualità del video.

Da queste parti ancora nessuna traccia :smt012

>Sono due film imparagonabili,Il Mio nome è nessuno aveva un taglio volutamente parodistico mentre Una Ragione…è un western “serio” e più legato alle convenzioni del genere.A me piacciono entrambi,ma ovviamente Il Mio nome…lo riguardo giusto per farmi due risate,il genere era altra cosa dalle scazzottate alla Trinità.

“Il mio nome è nessuno”, che ho visto e rivisto in giovane e non più giovane età, è un pretenziosissimo e poco convincente, oltre che convinto, connubio tra western spaghetti “comico” (alla Clucher, per intenderci) ed western spaghetti “epico” (alla Leone, of course).
Ha ragione Valerii ad incazzarsi quando gli citano “Nessuno”, film nettamente inferiore a “Una ragione…” e agli western firmati in precedenza dal regista d’origine teramana. “Nessuno” rimane, nel bene e (soprattutto) nel male, un film minore “di” Sergio Leone, che chissà perché, visto che ha spesso rivendicato di averne girato diverse sequenze, non ha avuto il coraggio di firmarlo.

Però Valerii si incazza anche di più,quando gli ricordano la pretesa paternità leoniana del film…de Il Mio nome è nessuno preferisco più i risvolti parodistici che quelli epici,francamente poco incisivi.Certo Una ragione… è tutt’altra cosa,son d’accordo con te.

Farebbe bene, invece di incazzarsi, Valerii ad ammettere, finalmente, che il film, dopo il suo, chiamiamolo così, allontanamento dal set, l’ha finito di girare Leone (o chi per lui).

Fra l’altro,non è stata neanche l’unica volta che un suo film è stato completato da altri.Mi pare che anche un suo lavoro per la TV avesse subìto analogo destino,scommetto che sai di cosa parlo(io non ricordo che diavolo fosse,ahimè:oops: ).

“Il ricatto”, film per la televisione con Massimo Ranieri, completato da Ruggero Deodato.

Sìsìsì,ricordo adesso l’intervista di Deodato pubblicata su Nocturno.Grazie per le delucidazioni,my friend.:grattarol Senti,nel topic su Il Mio nome nessuno ti ho postato un’altra domanda,non volevo andare troppo ot in questo thread che è dedicato ad Una ragione…

Ma la copertina del dvd è quella postata da geepy oppure è questa?

La tua Giorgio.