Una Storia Ambigua

http://www.cinematografo.it/pls/cinematografo/consultazione.redirect?sch=26272

Una Storia Ambigua
Regia: Mario Bianchi
Anno: 1986
Durata: 90 minuti

Cast:
Beba Balteano
Serena Bisio
Manola D’Amato
Piero Gerlini
Gabriele Gori
Marco Manni
Paolo Merosi
Minnie Minoprio

Sono alla ricerca di questo film. Non l’ho mai visto, ma ricordo quando avevo 12 anni la magnetica locandina fuori da un cinema per adulti…e spinto da nostalgia canaglia vorrei recuperarlo.
Qualcuno sa dirmi in quali versioni VHS (Italia) o DVD (estero immagino) esista, e se ci sono versioni cut e uncut? E soprattutto qualcuno può darmi un giudizio di merito sul film?

in vhs è uscito di sicuro e anche in edicola, mentre dvd niente da fare.

Era uscito con L’Espresso, collana I classici del proibito. Non si trova facilmente, ma curiosando un po’ nei mercatini dell’usato qualche speranza c’è. Il master non presenta particolari differenze dalla precedente edizione
itel, a parte forse il formato cinematografico (non li ho sottomano per confrontare, ma mi pare che il formato corretto fosse quello della VHS uscita con L’Espresso). Sul film in sè, posso dirti che si innesta nel filone dei vari soft di ambientazione fascista inaugurato da La Chiave. Non un capolavoro, ma all’epoca turbò non poco i miei sensi adolescenziali e devo dire che è girato con professionalità dal sempre valido Mario Bianchi (c’è perfino una scena che anticipa la moda dei telefoni erotici attuale). Il tema è quello classico della procace e viziosa zia (la Minoprio) che svezza l’ingenuo nipotino fresco di laurea e ospite a casa sua.

se lo state ancora cercando è disponibile su Film&Clips

forse è meglio mettere un link un po’ più preciso, come [i][b]questo[/b][/i].

grazie alla segnalazione di Robby ho potuto (finalmente) visionare il film sul canale Youtube Films&Clips. Per altro è presente in due versioni, una “televisiva” di 56 minuti circa, spurgata, ed una (credo) integrale, che presumo durerà poco online, visti gli standard restrittivi di Youtube. Premessa: è una mezza cialtronata di Mario Bianchi con dialoghi pretestuosi ed imabarazzanti, una ricostruzione storica approssimativa ed una trama che si fa fatica a chiamare tale. Detto tutto ciò, il film è assolutamente godibile, stuzzicante e divertente. La Minoprio e la Balteano non si tirano indietro (ma pure Manola D’Amato, l’amica della Balteano…che forme! :smt007 ) e si spendono generosamente nei confronti del pubblico pagante, anche se poi la Minoprio andrà contrita in tv a rinnegare tutto il rinnegabile (compresi i servizi fotografici sui giornaletti spinti). A suo modo, un gioiellino sexy trash. Speriamo esca prima o poi una dignitosa edizione in dvd, naturalmente uncut.