Under The Shadow - Sotto L'Ombra (B. Anvari, 2016)

http://www.imdb.com/title/tt4273292/?ref_=nm_knf_t1

Gradevole sorpresa questo horror ambientato a Teheran e girato interamente in persiano. Io credevo che fosse una produzione iraniana (visto che anche il regista è di Teheran) mentre invece ho scoperto che è una produzione inglese.

È un horror ambientato nella capitale iraniana all’inizio degli anni '80, nel periodo di transizione tra la fine della rivoluzione e l’inizio della guerra con l’Iraq. Una donna si trova da sola con la figlia mentre il marito deve partire per lavoro e vive con l’incubo dei bombardamenti che un giorno colpiscono il suo palazzo. Da quel momento una presenza cerca di portarle via la figlia.

Detta così può sembrare una roba vista e rivista mentre invece il film ha la sua forza e la sua originalità (e anche una buona dose di brividi, che non guasta). A volte i personaggi compiono azioni non proprio logiche ma vabbeh, fa parte del gioco.
È un film più complesso di quello che potrebbe sembrare anche perché, nonostante sia un horror puro, cerca di inserire elementi che contestualizzano in maniera molto precisa un momento drammatico della storia recente e mostra alcune assurdità dell’Islam per quello che riguarda la considerazione delle donne.

Per me è un buon film, lo trovate su Netflix.

Ecco, io non riesco a capire perché questo, più “Hell or high water” e “The infiltrator” (e ce ne saranno sicuramente altri), film interessanti e non banali, all’estero trovano sale, mentre in Italia vanno dritti su Netflix (che mai prenderò…). Il mercato italiano è tanto trascurabile? E i distributori nostrani (01, Medusa, Lucky Red…) non vogliono minimamente “rischiare” su certi titoli?

Mah, in realtà se si ha pazienza arrivano, vedi Autopsy Of Jane Doe e Baskin. Bisogna vedere se in sala o direttamente in home video.