Vampyr [Carl Th. Dreyer, 1932]

http://www.imdb.com/title/tt0023649/

Il celebre vampiro di Dreyer, un vero capolavoro intramontabile per la storia del cinema.
Nonostante l’anno è un’opera elegante, evocativa e che non disdegna di creare un sentimento di terrore molto reale e palpabile, specie nella prima parte quando tutto è oscuro ed impenetrabile. Sublime e poetico, la messa in scena in soggettiva del sepolto vivo fu una scelta geniale per l’epoca e riesce a colpire per la sua bellezza gotica anche oggi.

Bellissimo, cupo ma anche disperato come ogni creatura incompresa della notte.

Visivamente, un film incredibile, che riesce a creare un’atmosfera onirica, anzi da incubo, praticamente con niente. Oddio, “niente” per modo di dire: a fare la differenza, qui, è la maestria registica. Oltre alla celeberrima soggettiva della sepoltura, momento fondamentale nella storia dell’horror, voglio ricordare anche la scena nel mulino, col “seppellimento” sotto la farina. Oltre mezzo secolo più tardi, se ne ricorderà Peter Weir per il suo “Witness”…
P.S. Raccomandata l’edizione dvd Sinister, a 2 dischi. Ho quella, e la Criterion. Per entrambe, la qualità visiva non è certo eccezionale. Ma va bene anche così, date le condizioni precarie in cui il film venne girato. Confronti su www.dvdbeaver.com/film/dvdcompare/vampyr-maybe.htm

Tratto molto liberamente dal Carmilla di LeFanu, la scena sopracitata della sepoltura l’hanno copiata in tanti nel cinema horror… ovviamente capolavoro.

Il capolavoro dreyeriano ha il trattamento br, a cura della Criterion. Vedi www.dvdbeaver.com/film6/blu-ray_reviews_77/vampyr_blu-ray.htm

Io ho l’impressione che se molti registi (almeno quelli dotati di amor proprio :-)) viventi vedessero oggi questo film (girato 89 anni fa) cambierebbero mestiere.

Ciao!
C.

2 Mi Piace