Video Mania

Nuova creatura nata dalla collaborazione tra Nocturno e Kultvideo: una sorta di ‘guida’ alle vhs più rare e ricercate, con foto e schede… com’ è?! Chi l’ ha presa?!

Non l’ho ancora preso,ma i primi giudizi che ho sentito erano positivi.C’è anche una valutazione dei prezzi presso i collezionisti e pare che le durate indicate siano quelle effettive e non quelle indicate sulle fascette(se questo è vero meritano un monumento).

> se questo è vero meritano un monumento

Non ti sembra di esagerare un pochino? Allora a quelli di Blood and black lace cosa facciamo, li adoriamo come dei dell’Olimpo?

Sarebbe un’idea,visto che di curatori seri che badino a certi dettagli se ne beccano pochi in giro.Ma per molti è più facile ricopiare fedelmente i dati altrui piuttosto che verificare di persona…

Vado con una bella rece del volumetto “video mania”, a cura del pulici e del superesperto mario degiovanni.

120 vhs di rarità inaudita (forse le più rare… o cmq quelle di cui si conoscono meno esemplari circolanti) vengono schedate in questa appetibile strenna natalizia degli amici nocturniani. Cover a colori integrale (fronte/retro), dati tecnici e brevi note sono disponibili per tutti i film presi in esame, assieme a una introduzione di davide e ad un chiaro excursus nella storia dell’home video italiano dei primordi di mario.
Si tratta di 120 film italiani pubblicati in vhs in italiano in italia o all’estero (svizzera, germania, canada, grecia, olanda) e il buon mario azzarda per queste versioni anche delle quotazioni.
Personalmente continuo ad essere contrario alla superquotazione di qualunque vhs, anche quella di cui si conosca per ora l’esistenza di un solo esemplare, o al massimo accetterei l’ipotesi di un elenco di titoli quotati stilato collegialmente ma con cifre sempre al di sotto dei due, trecento euro di media proposti qui da mario. credo che la scarsa reperibilità di molti titoli sia in gran parte imputabile non solo a un numero di esemplari basso in origine, ma anche ad un interesse verso questo tipo di collezionismo assolutamente di nicchia, perciò non mi pare possibile immaginare qualche centinaio di appassionati che giocano al rialzo su una manciata di titoli verso cui alla fine hanno un interesse soltanto loro stessi (in sostanza: non stiamo parlando del “butcher” album dei beatles…).
Queste però sono mie considerazioni personali, e va detto che mario mette ben in chiaro che a parte i titoli presi in esame certi prezzi sono improponibili per il restante mare magno delle vhs d’epoca. in definitiva il volumetto in questione è consigliatissimo e anzi spero vivamente nella messa in opera di un secondo volume, magari basato sulle vecchie vhs storiche dei vari generi (tipo le 20 vhs storiche del giallo, le 20 del western e così via). Già soltanto riguardarsi queste copertine ormai d’altri tempi vale la pena (e magari può essere uno sfizio gustoso e nostalgico per molte più persone di quelle interessate a spendere 500 euro per “luca il contrabbandiere” della centauro).
Per una analisi più dettagliata degli argomenti proposti cercherò di fare un post su www.videoarcheologia.it

ma ci sono solo film italiani o anche film stranieri usciti in lingua italiana?

Comparsa oggi recensione della preziosa guida Sul Corriere della Sera, a firma di Alberto Pezzotta: “Caccia aperta al VHS. Nasce la videoarcheologia”.
Mi pare un titolo un poco fuorviante: va bene tutto, ma la videoarchelogia è da un po’ che c’è; di certo, con questo testo la si ufficializza e la si pone all’attenzione anche del più vasto pubblico.
Da segnalare la pubblicità (con tanto di segnalazione del sito) al sito www.videoarcheologia.it. Segnalazione meritata e meritevole.

Si trova in edicola? Quanto costa?

Lo puoi ordinare su kultvideo o dalla pagina iniziale di Nocturno.

Ricordo male o, nella notte dei tempi, si parlava di un progetto simile a cura di SWAT che si sarebbe dovuto intitolare “Lo Swattario”?