Violentata sulla sabbia

Prevista l’uscita del dvd:

http://www.videociak.net/customer/product.php?productid=15873&cat=12&page=2&more_pages=1

http://www.cinematografo.it/bancadati/consultazione/schedafilm.jsp?codice=20295&completa=si

C’è da sperare che il master non sia lo stesso utilizzato per le vecchie vhs in circolazione, che dura circa 70’-75’ ed è presumibilmente mancante di un rullo.

per chi è prevista la pubblicazione ?

Confermata l’uscita per il 26 giugno a cura della Flamingo a 12,90.

http://www.kultvideo.com/scheda.asp?item=16993&type=DVD

Il sito riporta una durata pari a 92 minuti

Dalla lettura della trama, direi un bel film anti-femminista…almeno nelle intenzioni. Credo proprio che lo acquisterò

Il dvd della Flamingo video: in 1,66:1 (anamorfico), abbastanza scarso; durata 1:21:10.
Extra: intervista a Renzo Cerrato, abbastanza dispiaciuto dalla scelta del titolo da parte della produzione;
avrebbe voluto “I gigli del mare”, come il romanzo di André Peyre da cui fu tratto.

il film ti è piaciuto?
vista la durata non dovrebbero mancare rulli…

Ti confesso che non l’ho ancora visto! tra l’altro è da tempo immemore che posseggo la vecchia vhs. Provvederò e ti farò sapere :).
Tu l’hai visto?

Comunicazione di servizio: rispetto allla versione in vhs ci sono solo pochi minuti in più. Alcuni testi riportano la durata di 86 minuti (cfr. Poppi-Pecorari, Dizionario del cinema italiano).

Il tuo giudizio in forma di “ragliata” sul film qualè?

Comunicazione di servizio: film di genere erotico insolito, delicato, a tratti addirittura poetico e drammatico. Giudizio critico: ragliata corta (discreto).

P.S. Per ragliate ben più autorevoli di quelle del sottoscritto, rivolgersi altrove (sempre che, ovviamente, non siate superstiziosi).

Legenda:
ragliata muta (pessimo)
ragliata breve (mediocre)
ragliata corta (discreto)
ragliata lunga (buono)
ragliata lunga con rotazione del capossione pelato (ottimo)
ragliata lunga con rotazione del capossione pelato e scorregge dal (poco) siervello (superlativo)

Davvero un film curioso anche se non particolarmente esaltante dal punto di vista della trama e del ritmo. Belle comunque le location e divina più che mai la giovanissima Carole André che in una scena appare nuda e completamente dipinta d’oro come Shirley Eaton in Goldfinger.
Il titolo è davvero una pessima invenzione di qualche produttore.

Il mio giudizio, utilizzando il sistema grattaroliano, è “ragliata muta”.
Cerrato ha voluto costruire un film “autoriale”, ha cercato di volare alto, purtroppo i risultati sono visibilmente modesti. Lo inserirei in quel filone di film costruiti durante le vacanze, senza troppi sforzi.
L’unica cosa che salvo è Carole Andrè, qui diciottenne.

Che Giorgio Brass conoscerà sicuramente: La Maddalena, Siniscola…

questo "violentata sulla sabbia"di Renzo Cerrato sembra piu’ che un film,un documentario sugli usi i costumi e le tradizioni della sardegna,bella la fotografia,molto bella e brava la protagonista carol andrè,film gradevole con pretese d’autore,genere erotico anche se di nudo se ne vede veramente poco

piu’ precisamente qua

http://it.wikipedia.org/wiki/Santa_Lucia_(Siniscola)

:o

Una settimana fà vidi al Tg5 una cosa curiosa. Se non erro era un servizio sullo stupratore seriale romano Luca Bianchini. Avevan fatto delle riprese sulle cose ritrovate in casa sua e sequestrate dalla polizia tra cui c’era, ben inquadrata in primo piano, la vhs del film Torinovideo…l’avevan fatta vedere bene credo per convincere davvero chi guardava che era davvero un pericoloso stupratore…si puo dire che è uno stupratore di genere :slight_smile:

Titolo abbastanza fuorviante come asserito anche dal regista nell’intervista, unico extra del dvd!

Meglio, molto meglio il titolo francese LE LYS DE MER che riprende quello del romanzo di P.DE MANDIARGUES da cui il film è tratto.

Piccola curiosità: sulla scheda IMDB dedicata all’attrice C.André di questo film sono riportati entrami i titoli ma trattati come due film diversi!

a me è piaciuto, oserei una ragliata lunga :gratold
la location sarda è favolosa ma anche la storia ha un suo fascino e Carole Andrè è perfetta nella parte

Concordo parzialmente con robby… il film ha il suo perché. Non che manchino i difetti, ma Cerrato è riuscito in qualche modo a portare a casa il film nonostante tutto. La cosa meno convincente è forse la vfc maschile che legge quelle che saranno pagine del romanzo, presumo: troppo letterario, comunque.

Spettacolare la André, che per Cerrato era ovviamente all’esordio mentre in realtà aveva già girato quasi 15 film.