World Trade Center (Oliver Stone, 2006)

Non so se su queste pagine se ne sia già parlato, ma vorrei spendere due parole per questo film guardato con sospetto dai cinefili e nemmeno tanto esaltato dagli amanti del cinema spettacolare hollywoodiano. Il punto è che non è tutto questo film convenzionale e di cassetta come potrebbe sembrare. Un film dove per il 90% Nicholas Cage è ripreso in primo piano, sporco e al buio innanzitutto è già piuttosto originale e inoltre mi ha fatto sfangare questo attore che di solito per via della sua espressione lessa non mi ha mai esaltato.
Poteva essere più ruffiano fare un film sull’11 settembre in cui si parla dei terroristi, dei loro piani, si vedono gli aerei schiantarsi, si vede la folla che scappa e muore, si vedono le torri crollare, i pompieri diventare eroi, e infine scoprire dei sopravvissuti sotto le macerie e salvarli. Invece non è questo il film. Gli aerei non si vedono, tutto ciò che c’è stato di spettacolare l’abbiamo già tutti stampato in mente ed è sufficiente. Tutto il film è visto da loro, questi poliziotti che non fanno nemmeno in tempo a salvare nessuno e che nemmeno si accorgono che sono crollate le torri e che gli sono crollate addosso.
Per chi li temesse, non ci sono giudizi e falsi moralismi, non c’è americanismo gratuito.
Parlando del film posso dire che Oliver Stone ha fatto un ottimo lavoro, ha spesso portato l’angoscia dello spettatore ai limiti sopportabili fermandosi al momento giusto. Le storie delle famiglie in attesa sono scontate e classicamente hollywoodiane ma in questo caso sappiamo che sono vere. Difficilmente si può rimanere emotivamente impassibili (anche se guardando il film mi chiedevo cosa mi stesse succedendo). In fondo non è un caso che Oliver Stone non sia Michael Bay e questo si sente.
Non è un capolavoro e nemmeno il film dell’anno, ma va visto anche se è davvero pesante immedesimarsi nei personaggi.

scusate ma non mi ero proprio accorto di questo thread. se l’avessi saputo mi sarei limitato a quotare quanto detto da Bmw2002, vabbè… ci ho messo pure il mio commento. d’altronde qui sono nuovo e capiterà pure che farò incazzare Swat… :wink:

Non accreditato, immagino…

Insomma l’ho appena visto, è un fumettone strappa-lacrime che funziona bene finché ci sei dentro, ma appena leggi la parola FINE già pensi: Stone ma vaffanculo, che cazzo di sceneggiatura è questa qui? Quanta retorica si può sopportare tutta insieme senza sbroccare? In una parola: Pfui

12 anni dall’uscita in sala, 10 anni dall’ultimo post. Non ho ancora avuto il coraggio di vederlo, questo film. E nel frattempo Stone si è pure rincoglionito, leccando il deretano a vari dittatorelli sudamericani (Chavez in primis). Se questa è “la via di Damasco”, allora quoto Renato, con un sonoro potente “vaffa” a mr. Stone…

Aggiornamento, a febbraio 2024. Non solo non ho ancora visto il film, e non solo Stone continua a leccare il culo ai satrapi sudamericani. Lo ha leccato pure a Putin. Detto tutto. Inoltre, è diventato convinto sostenitore dell’energia nucleare, come “ultima speranza” (?!?) per l’umanità. Perciò, caro Mr. Stone, per lei il “vaffa” è… doppio!!! :skull_and_crossbones::face_vomiting::imp:
P.S. A questo punto, rischiamo che il vecchio Oliver ci dia un documentario in cui intervista i capi di Hamas. Volendo convincerci che, a ben vedere, non sono cattivi. Sono solo un gruppo di mattacchioni incompresi. Da Stone, ormai, attendiamoci il peggio… :shushing_face:

1 Mi Piace