Yo nimo kimyo na monogatari - Eiga no tokubetsuhen

Posted - 27 October 2003 : 18:23:15

…che si fa prima a dire “Tale of unusual”
Come avrete dedotto dagli ultimi topic mi è arrivato un massiccio ordine dall’ oriente.

Ieri sera è toccato a un “Ai confini della realtà” versione iapponese, “Tale of unusual” un film sopradiviso in 4 episodi non dico del tutto ma totalmente diversi da loro, e comunque a sfondo fantaztico, codesti 4 episodes, sono raccontati da un anonimo man in black nella sala d’aspetto di un’ anonima stazione in un anonima notte piovosa alle orecchie di pochi anonimi ascoltatori:

1° episodio - One snowy night Diretto da Aikiko Yada, nonchè regista di un episodio della serie televisiva di ring e regista di Crossfire.
Un aereo precipita sulle montagne come in Alive sopravvissuti, i superstiti trovano rifugio in un rifugio, ma a metà strada sono costretti a lasciarsi dietro una tipa che si era rotta un piede, che causa ingombri la bivaccano in un buco fatto nella neve, arrivati nel rifugio fanno: “cazzo ma abbiamo lasciato quel’altra di fuori!” e nel soccorrerla capita che… e poi la notte capita che… insomma qui c’è da cacarsi sotto, atmosfere anellesche a appalla

2° episodio - Samurai Cellular Diretto da Kiichi Nakai regista del ninjesco “Owl’s castle” , questo è l’episodio piu fico del DVD ambientato nell’era degli edo in mezzo ai samurai, ci avete presente i 47 ronin, siete tutti esperti di storia del giappone no? Oishi una mattina esce di casa e trova nel viale di fronte un telefono cellularo, si un fottutissimo telefunino capitava in giappone nel 1700, e si ritrova come interlocutore un rompicoglionistico misterioso giovanotto che lo chiama dal futuro e gli chiede per filo e per segno tutte le sue azioni prima dell’attaco, l’episodio più divertente della serie, vedere Oishi rilassato sul tatami a parlare col telefonino e la moglie che lo guarda astonished.

3° episodio - Chess Diretto da Mamoru Hosi, questo è un registucolo che vuol fare il grosso, infatti non ha diretto un cazzo, l’ ho scoperto dopo, ma io ieri sera mentre i miei giovani amici visionavano sono andato in bagno preso da non so quale istinto a fumarmi una sigaretta, quindi non traducete letteralmente la parola Chess in “Scacchi” il tempa portante del film, ma fate finta che sia John Trent a dirvi “Quest’episodio è nu Chess”

4° episodio - The marriage simulator questo invece l’ha diretto Hisao Ogura che più sveglio del suo colega Mamoru, è la vena romantica nel film, un giorno di pioggia 2 e dico 2 teneri giapponesini venticinquenni si incontrano per caso davanti a un cinema in una notte piovosa, e fu così che il destino li unì, decidono di sposarsi, e vanno in una di quelle supermegaagenziematrimonialiaerospaziali che nel pacchetto di nozze gli mettono anche una simulazione pre-matrimonio che fanno in una sorta di aggeggio per la realta virtuale, dove avranno modo di vedere cosa succederà nei prossimi 10 anni… e ve lo vengo a dire a voi cosa succede nei loro prossimi 10 anni…

E questo e quanto l’ ennesimo DVD che vi consiglio che voi snobberete dopo uno sbadiglio…