Young Frankenstein - Frankenstein Junior (Mel Brooks, 1974)

E’ mancato Peter Boyle.
Un ottimo caratterista ed uno dei miei primi ricordi comici in bianco e nero.
Triste.

Mi dispiace tantissimo…faccia simpaticissima…Me lo ricordo con piacere nel ruolo di Wizard in Taxi Driver…
Riposa in Pace Peter…

Fuor di dubbio il mio Frankenstein preferito, riposa in pace

Cavolo ieri sera leggendo il televideo ho appreso della sua scomparsa,ciao grandissimo Frankenstein jr.

Memorabile anche nel ruolo del detective privato porcaccione in Hardcore. Un bravo attore che secondo me non ha avuto il successo meritato. R.i.p.

Sarà sempre “the monster” nel cuore di migliaia di fan.

Una prece.

Per natale mi hanno regalato il bluray di Frankenstein Junior: ammetto che non avrei mai pensato di comprarlo in quanto già possessore dell’edizione speciale “italiana” a doppio disco… Ad ogni modo ho controllato la qualità video del suddetto bd e praticamente si vede come un dvd, anzi, qui la grana sembra anche maggiore, anche se vado a memoria non avendo ancora avuto il tempo per fare un raffronto tra dvd e bd.

Probabilmente molto dipende dal tipo di fotografia ispirata agli originali horror della Universal, ma secondo me si poteva far di più: la definizione dei profili infatti non sembra davvero quella di un bd… E pensare che a volte quando vedo i semplici dvd di Dexter in certi frangenti mi sembra di guardare un film in HD!

Per caso qualcuno di voi che ha preso questo bd o l’ha visionato ha avuto le mie stesse impressioni?

Me lo prestarono tempo fa, per me il riversamento in BD è ottimo, molto fedele al girato originale (ed ai suoi limiti e scelte fotografiche precise). Anche le recensioni (ok, a volte opinabili…), lo promuovono decisamente.
BD a mio parere vuol dire alta fedeltà non visione HD perfetta.

http://www.blu-ray.com/movies/Young-Frankenstein-Blu-ray/1092/#Review

http://www.dvdbeaver.com/film/dvdcompare8/youngfrankenstein.htm

Film che amo tantissimo, senz’altro anche grazie al doppiaggio diretto da Mario Maldesi… le voci di Oreste Lionello, Gianni Bonagura, Silvio Spaccesi, Mario Maranzana rendono il film persino più divertente di quanto sia di suo, in inglese.

Oltretutto Gene Wilder è uno dei miei attori comici preferiti, fin da bambino mi ha sempre fatto ridere da matti. Qui il massimo lo raggiunge quando la creatura, inizialmente, non prende vita… Se la scienza ci insegna qualcosa, è di accettare le sconfitte con calma, dignità… e classe :smiley: :smiley:

Me lo sono giusto rivisto per la decimillesima volta nel passaggio tv di MTV l’altra sera, uno dei migliori film comici di sempre (mel Brooks in questo ha poco da imparare vista la quantità/qualità di pellicole clamorose che ha fatto…) con un gran bel cast e come ha scritto Renato anche doppiato da dio e serbatoio di battute infinito mai visti due così grossi…grazie professore…. Insomma, chi non l’ha mai visto provveda immantinente a rimediare pena la crocifissione in sala mensa… :smiley: :smiley: . Per altro il bianco e nero contribuisce non poco al risultato finale.

Un grande classico che non mi stanco mai di rivedere, il mio preferito di Mel Brooks con battute fenomenali e situazioni che giustamente son entrate nella storia della cinematografia mondiale, doppiaggi ottimi come già detto, insomma un cult movie immortale: CAPOLAVORO!!!

//youtu.be/J8ghJ2oaZ7U

Altro film per cui posso quotare il buon Alex: misto di raffinatezza formale (scenografie, fotografia, costumi) e allegra “cialtronaggine” (l’umorismo è, come d’abitudine con Brooks, a volte volgarotto ma mai davvero pesante, e comunque fa spesso sghignazzare). E paradossalmente, una “variante” del romanzo della Shelley fra le più apprezzabili nella storia del cinema. Dopo quarant’anni, insomma, un vero bijou.
P.S. Se non l’avete mai visto, recuperate “Il figlio di Frankenstein”, del '39. Brooks ha “rubacchiato” da questo film varie cose, fra cui i baffetti del protagonista e il poliziotto con un braccio solo. Riciclandoli come solo lui sa(peva) fare…

Non ho resistito e l’ho appena riguardato, ma vogliamo parlare della partita a freccette tra “frederaic” ed il capo della polizia? O del sedativo? “Aigor, posso parlarti un attimo”? Via, vado a dormire felice come un bimbo… :smiley:

Rivisto un paio di settimane fa, l’edizione speciale in dvd ormai soffre parecchio su schermi grandi e si cominciano a vedere cubettature. Ad ogni modo rimane una delle più grandi parodie, probabilmente la vetta di Brooks, e comunque nell’olimpo dei film comici. Tra l’altro con un doppiaggio italiano veramente all’altezza, già tradurre la battuta “werewolf! Where wolf?” era impossibile, come ci siano riusciti è testimone dell’alta qualità del doppiaggio italico d’un tempo. Gustose le interviste per la tv messicana tra gli extra, nonché le scene tagliate. Mi sa che urge un upgrade al bluetto.

PS: mitico Gene Hackman nella parte dell’eremita.

Ha perso la battaglia contro l’Alzheimer, e ci ha lasciato, a 83 anni, Gene Wilder. “Si legge FRANKENSTIN!”

1 Mi Piace

Lo scopro qui adesso… Neanche sapevo che stesse male…

Un grandissimo attore, con una faccia che non potevi non ridere! Si ricorda ovviamente per questo film, mezzogiorno e mezzo di fuoco, la signora in rosso, il mitico willy wonka, i film in coppia col grande richard prior… ma io lo voglio ricordare nell’episodio con la pecora di “Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso…” di Woody Allen. Un gioiellino.

Un altro grande che se ne va in questo 2016 maledetto!

R.I.P. :frowning:

Comunque, parlando del film, è un cult assoluto, che gli vuoi dire? Di sicuro il mio brooks preferito. Tra me, mio fratello e altri amici, sto film è un mito! Non facciamo che ripeterne le battute! Quando ci incontriamo ci salutiamo sempre facendo: “Cara!” col gesto delle mani come fanno loro! È la parodia perfetta, perché girata come un film serio, con la fotografia in bianco e nero, le scenografie originali dei film dell’epoca, le musiche… Il cast, ovviamente, è perfetto! Vogliamo parlare di Igor? Ditemi se quel ruolo lo poteva fare un altro attore! Che poi ho scoperto che la canzone “walk this way” degli aerosmith è una citazione della scena del film quando Igor dice al dottor frankenstein appunto: “walk this way”. In italiano, purtroppo, il gioco di parole si perde, però vabbè… Geniale il cameo di gene hackman, che nessuno riconobbe, all’epoca!

“Mi chiamo Abelardo…” :D:D:D:D:D

Non ho mai capito una cosa: ma che succede nella scena quando gene wilder si affaccia dal treno e dice: “Pardon me boy. Is this the transylvania station?” e il bambino: “Ja, ja! Tvack tventynine. Oh, can I give you a shine?” e lui: “ah… no, thanks!”. È mai stata doppiata quella parte? Mi sa di no. Però non capisco perché si sente… in tedesco!!! Non mi ricordo se sul dvd o sul blu ray, ma quella scena, invece di essere in originale con i sottotitoli in italiano, come sempre quando c’è una scena che all’epoca non fu doppiata perché era stata tagliata, è in tedesco! E quando lo vidi al cinema quando lo ridiedero era pure lì in tedesco! Boh.

Vabbè, comunque, filmone!

Confermo che nel DVD è in tedesco.
Come hai detto, dubito anch’io che quella parte sia mai stata doppiata. Ipotizzo che non essendo disponibile in italiano, alla versione in lingua inglese abbiano preferito inserire quella in tedesco perché anche poco prima i passeggeri e il bigliettaio parlano in tedesco (la gag delle stesse persone che cambiano lingua).
Tutto sommato mi sembra una scelta accettabile e abbastanza logica. Sempre se è questo il motivo.

Spiace tanto per Gene Wilder. Non solo per la morte (tutto sommato a 83 anni ci può stare) ma anche perché negli ultimi 25-30 anni non gli hanno fatto fare praticamente nulla. E di sicuro fino al 2013 stava benissimo. Di quell’anno c’è una sua intervista su youtube in cui parlava del remake di Willy Wonka e altre cose, e mi era sembrato lucidissimo.

Boh, a me invece è sempre sembrata fuori posto. Gene wilder che di botto parla in tedesco… o la lasci originale e ci metti i sottotitoli in italiano, o non ce la metti proprio. O la metti nei contenuti speciali.

Wilder l’ultimo film per il cinema l’ha girato nel '91. Da allora, serie tv o doppiaggi di cartoon. Non mi capacito di come un attore tanto bravo sia stato così precocemente messo da parte dall’industria hollywoodiana. Strano e triste, il mondo…

Stasera è passato su Fox in ricordo di Wilder: ne ho visto solo un pezzetto, ma casualmente era proprio quello con la scena dell’arrivo alla stazione, che nella versione italica all’epoca fu tagliata. Evidentemente è stata recuperata in quanto l’edizione dvd del film è internazionale. Io peraltro questa scena non ricordo di averla vista nel bluray o nel dvd, comunque per la cronaca stasera su Fox è passata in inglese senza alcun sottotitolo: forse voi due a casa avete settato i vostri lettori sulla lingua tedesca :smiley:

Oppure più probabilmente si tratta di un semplice errore di editing da parte di chi ha confezionato l’edizione dvd :rolleyes: