Zombi Holocaust (M. Girolami come F. Martin, 1980)

Darei per scontato che nel forum obsoleto questo topic esistesse visto il suo peso nel cinema bis italiano. Rimedio all’errore di “migrazione” perchè l’ho rivisto qualche sera fa e mi piacerebbe recuperare qualche impressione.

Ne ricordo perfettamente l’uscita perchè ogni volta che passavo davanti al cinema vicino casa che lo proiettava restavo inquieto per le fotobuste. Purtroppo all’epoca, come Gigliola Cinquetti, non avevo l’età. L’ho poi recuperato dopo tantissimi anni e devo dire che la delusione provata è stata fortissima. Non bastano due o tre scene splatter a dare un minimo di senso ad un film nella quale faccio fatica a riconoscere la mano di Castellani Senior: approssimativo, sciatto, con una fotografia scura in buona parte del film. Tensione neanche a parlarne. D’altro lato non è neanche così estremamente osceno da rientrare nella categoria dei “guilty 'pleasures”.
Boh, faccio davvero fatica a salvare qualcosa.

1 Mi Piace

Non so neanche dire se io l’abbia visto o meno anche se credo di si, in questo caso sarebbe un’ulteriore prova a testimoniare che il film non sia particolarmente incisivo…

Per me ogni volta che lo rivedo è una goduria. Stiamo parlando di un film “ignorante” ma proprio in questo sta il suo fascino. Dipende, poi, da quale versione si parla perché se è quella Mediaset parliamo di un film diverso da quello girato per il cinema visti i tagli. Cult il palese manichino che precipita ed una volta a terra si smonta Forse l’idea di mescolare zombi e cannibali poteva essere sfruttata meglio ma onestamente a me diverte anche così com’è

Probabilmente vedere questo film intorno ai 15 anni ha fatto di me l’uomo che sono.

L’apice creativo di Nico Fidenco

1 Mi Piace