28 Weeks Later

Per me la questione è chiusa, ho già rimpolpato la mia ignore list. Sul film sono dispostissimo a dissertare ancora, mi van bene sia i pareri positivi che negativi. A proposito, sbaglio o il pilota d’elicottero è uno degli attori della serie televisiva Lost? Anche il doppiatore è lo stesso che gli presta la voce nel serial…

Non sbagli, è Michael:

http://www.imdb.com/name/nm0674782/

Comunque, per Saurilla e tutti gli altri (infami esclusi :-p ) il film va ASSOLUTAMENTE visto. A mio avviso anche per il suo msg politico, per cui segue fedelmente il solco tracciato dai film horror/SF politici degli anni 70. E in questo moderno gruppetto si piazza a buon titolo anche Children of Men, che a molti punti in comune con questo film.

Poi è d’un trucido… la sequenza con le pale d’elicottero che falciano i contagiati è romeriana e imho insostenibile quanto elegante.

Ad ogni modo va rammentato che gli “infetti” NON sono zombi.Tanto per cominciare,NON sono morti (ambulanti)…

Dopo tanto scalpore credo proprio che andrò a vederlo, quando ho visto il trailer mi stavo già mettendo le mani nei capelli, generalmente pochissimi sequel stanno dietro al primo, è un classico, o quasi, ma sentendovi accapigliare in tal modo mi metterò in gioco anch’io. Almeno per la conferma o disdetta delle mie teorizzazioni. Vi dirò.

Massì, figurati se mi perdo in 'sti distinguo… pure Incubo di Lenzi mostra mutanti radioattivi e lui questo lo precisava polemicamente, ma che importa? Li chiamino come vogliono, in ogni caso il debito col cinema di Romero è palese.

Infatti:nel film di Boyle,il soldato infetto e tenuto nel cortile era puro “Il giorno degli zombi”!

In questo sequel invece direi che il più citato è Zombi: il pilota d’elicotteri, i soldati… vabbè, pure nel film di Boyle c’era la parte ambientata nel supermercato.

Il film a mio modestissimo parere regge alla grande pur essendo un sequel.
Ottimo inizio, sincopato e angosciante, splendida fotografia e molte ma molte citazioni ancora, ad esempio la città verrà distrutta all’alba.
Alcune trovate sono veramente geniali vedi quella degli americani che proteggono, salvo poi sparare su tutti perchè non si riesce a riconoscere l’infetto.
Carlyle per me è sempre un grande performer, e i suoi primi piani sono incredibili, non lo trovavo cos’ in forma dai tempi de L’Insaziabile.
Se poi faranno anche un sequel tanto meglio, sono proprio curioso di sapere se la storia finisce male come spero o no.
Una curiosità per chi ha visto anche Planet Terror, entrambi citano l’altro nella scena dell’elicottero?
O grazie mille ancora a Romero?
Cmq consigliatissimo davvero.

La scorsa settimana ho visto il prequel,ieri sera ho visto quest’ultimo e finalmente posso dire:

  • uno secondo me è migliore del primo film (che già era molto buono,anche se il secondo tempo perdeva parecchio)
  • secondo finalmente qualcuno che si degna di darmi ciò che voglio,ovvero azione dall’inizio alla fine senza inutili rallentamenti,senza perdersi in dilungamenti che non servono.
    Come dice bene Almayer , inizio con culo sul vulcano in fase di eruttamento.
    L’inizio per me è stupendo,ALTA TENSIONE pura, la fuga di Carlyle con la moglie abbandonata dietro alla finestra è una delle sequenze più agghiaccianti e struggenti viste ultimamente ,certo ci sono molte coincidenze forzate riguardanti la famigliuola ma va bene lo stesso.
    Concordo con l’ottima fotografia,le splendide riprese,insomma secondo me un ottimo lavoro davvero.
    Infine cosa non da poco,credo che con questo genere di film sia facile cadere nella prevedibilità,secondo me stavolta non succede nel senso che spesso accade ciò che non ti aspetti.

visto ieri sera e mi unisco a quelli a cui il film è piaciuto!
veramente un gran bel film!!!
azione dall’inizio alla fine.
a questo punto sono curioso di vedere Intacto, sempre di Fresnadillo

Senza contare la bella colonna sonora

Visto ieri sera,UNICA proiezione della giornata(alle 20.30…),4(quattro) spettatori in totale.Gran film davvero:quel che perde in “forza” rispetto all’idea originaria del film di Boyle,guadagna (abbondantemente) in tutto quel che riguarda ambientazione,ritmo,pregnanza visiva(e fortunatamente evitando il digitale che,nel trasferimento su pellicola,non rendeva buon servizio al primo film).E anche il finale “scioccante”,prevedibile ma efficace,fa la sua figura.Attori ineccepibili (Carlyle in primis,ma anche i ragazzini,e il militare “illuminato” Jeremy Renner).Insomma,un horror-catastrofico spettacolare e intelligente,autentica “altra faccia” del rodrigueziano “Planet terror”.Purtroppo gli spettatori italiani non se ne sono accorti…
P.S.La scena dell’elicottero è ancora più truculenta rispetto a “PT”!E genuinamente terrificante…

Cazzo che bomba. Ho aspettato parecchio prima di vedere questo sequel per paura di rimanere deluso nonostante le tante critiche positive di cui ho letto in giro. La forza del film è il saper coniugare l angoscia dell’infezione e tutto ciò che ne deriva con quella della scelta: prima la scelta di chi per salvarsi il culo è costretto a sacrificare qualcuno a cui vuole bene, poi la scelta di chi per salvare tanti è costretto ad uccidere molti. In queste due riflessioni sta la vera forza del film, quel quid in più che ti lascia per tutta la visione con un senso di straniamento che sangue e urla non riescono ad infonderti. Straniamento che deriva dall impossibilità di trovare una risposta razionale ai due quesiti che il film ci pone, costringendoci quindi alla visione con un groppo in gola che è continuamente amplificato da un azione serrata fino allo spasmo. Bello davvero. Ho amato il primo, ma questo, forse, mi è piaciuto di più.

Non aggiungo altro a quanto detto di positivo sul film. Mi è piaciuto molto anche a me, sotto tutti i punti di vista. Se devo fare una distinzione tra questo e quello di Boyle, 28 giorni dopo credo che rendesse meglio la ferocia degli infetti, grazie alla non presenza di scene di massa o forse anche ad una regia più attenta a costoro. Non so. Il secondo è invece più dolente, soprattutto per il rapporto con la morte e il sentimento di sacrificio di alcuni personaggi.

Aggiungo una cosa probabilmente troppo gratuita, ma ho voglia di dirla. Sarà l’avvicinarsi dell’uscita della prima serie di Sopravvissuti e saranno i vent’anni da che lo vidi in tv, ma i due “28” (ho visto il primo due volte e una il secondo) mi fanno più pensare a quello storico serial, che non solo ai film sugli zombie.

C’è anche Mister Eko. Molto molto bello, azione pura, ottime ambientazioni che rendono benissimo l’idea. Più bello del primo senz’altro.

dove? che ruolo interpretava? un soldato?

Piccola apparizione di qualche minuto. Era

l’ufficiale che dava l’ordine di sterminare la popolazione in fuga

Credo di essermi sbagliato. L’attore che interpreta il generale Stone somiglia parecchio all’interprete di Mr.Eko. Mea culpa.

l’ho visto anche io recentemente

anzi a dire il vero li ho visti tutti e due uno appresso all’altro, e in smokorama per giunta, fatto sta che se dovessi proprio proprio distinguerli precisamente l’uno dall’altro non ci riuscirei :pollanet:

che dire, pur non essendo esattamente il mio genere devo ammettere con una certa cupidigia che inizio a trovare un suo perchè a questi filmacci con gli zombacci mutanti virulenti e derivati, soprattutto quando sono atletici e incazzosi

forse non ho esattamente il background giusto, non è che proprio questo genere di film mi spaventa, però sti film un pò caciaroni con delle storie che si sviluppano mi sembra un pò alla cazzo mi diverte e l’ora e mezzo mi passa via liscia

però profanamente devo dire che il senso dell’azione e dell’adrenalina elargito mediante l’operatore della macchina da presa che pare avere una tana di tarantole in culo dopo un pò mi fa venire il mal di testa… preferisco la più sottile maestria di noti personaggi come castellari e di leo

Il primo ruotava attorno prevalentemente ad un gruppo di sopravvissuti. 28 weeks later invece lascia ampio spazio agli zombies ed il risultato è più che riuscito. Negli extra spiegano anche che gli infetti più ‘attivi’ erano veri e proprio ballerini coreografati da un professionista. Insomma una danza macabra :smiley: