Adieu les cons - Bye Bye Morons (Albert Dupontel, 2020)

Molto difficile da recensire, diciamo un omaggio a Brazil di Gilliam da un regista francese innamorato dei Pythons, una donna cerca suo figlio abbandonato con l’aiuto di un funzionario governativo e un archivista cieco. Delizioso, c’è anche un cameo di Gilliam molto divertente.

2 Mi Piace

Mi piace molto Dupontel, ha uno humor nero davvero graffiante.
Lo guarderò con piacere, grazie della dritta!

1 Mi Piace

Davvero bello, un Albert Dupontel maturo, lontano dagli eccessi dei suoi esordi registici con Bernie ma che ha mantenuto intatto il gusto per il grottesco e l’imprevedibile.

Un film che riesce a trattare temi delicati come la malattia, il suicidio, le difficoltà relazionali e le impasses emotive senza mai essere scontato; un film che riesce a farci ridere e sorridere nelle situazioni più nere e critiche senza però mai essere fuori luogo o di cattivo gusto.

Sta proprio in questo la bravura di Dupontel, nel riuscire a districarsi nel tragicomico, nel dolceamaro della vita, senza mai negarne o nasconderne gli aspetti più complicati, sensibili o dolorosi ma conservando al contempo sempre intatta una vena satirica in grado di ribaltare le situazioni drammatiche e tristi risolvendole in una liberatoria risata dal retrogusto un po’ asprigno.

Anche se la vita ci pone davanti degli ostacoli inaggirabili cerchiamo di farcene una ragione e con un atteggiamento un po’ beffardo ed un po’ cinico mettiamoci in gioco per affrontarli e tirare avanti per quanto possibile.

Coraggiosa e toccante la scelta del finale, che riesce ad essere al contempo una scelta liberatoria e toccante sebbene esiziale e definitiva.

Spendo ancora due parole per la figura del dottore, personaggio secondario ma che mi ha trasmesso un profondissimo senso di umanità per la sua condizione, per la malattia (l’alzheimer) presentata con ironia ma senza sconti o alleggerimenti, mostrata in modo lirico in tutta la sua devastante ordinarietà. Mi ha strappato una lacrima.

1 Mi Piace