Alone in the dark - Nel buio da soli (Jack Sholder, 1982)

Slasher atipico, per metà ambientato in un manicomio, e l’altra metà è un film d’assedio. Non c’è un unico killer, bensì i pazzi sono 4, che scappano dalla casa di cura approfittando di un black out e partono per una missione omicida: raggiungere la sua abitazione ed uccidere il nuovo medico arrivato in clinica, che secondo loro, è colpevole di aver eliminato il precedente dottore, a cui erano affezionati. Il budget è basso, ma il film, oltre ad avere una certa ironia, è sostenuto da caratteristi di primissimo livello: Donald Pleasence, Martin Landau, Jack Palance. Uno dei maniaci mette la maschera di hockey un anno prima di Jason Voohrees… Poco splatter, ma c’è una scena onirica che vanta una apparizione orrorifica creata da Tom Savini.

2 Mi Piace