Amici miei Atto III (Nanni Loy, 1985)

Anno 1985
Regia Nanni Loy
Cast Ugo Tognazzi, Renzo Montagnani, Adolfo Celi, Gastone Moschin

//youtu.be/JUoebh9VbXE

DVD Filmauro

http://www.amazon.it/Amici-Miei-Atto-Adolfo-Celi/dp/B000CCHF9U/ref=sr_1_9?s=dvd&ie=UTF8&qid=1297268968&sr=1-9
Audio ITA 5.1 e mono
Sottotitoli ITA
Video 1.85:1 16/9
Durata 1h49m21s
Extra Trailer, filmografie

Disponibile anche in cofanetto:

http://www.amazon.it/Amici-Miei-Trilogia-3-Dvd/dp/B000YOVGXW/ref=sr_1_1?s=dvd&ie=UTF8&qid=1297185586&sr=1-1

Si sarebbero dovuti fermare al secondo, questo è triste e alquanto inutile.

Arrivato il blu-ray e visionato rapidamente con l’avanzamento capitoli: riversamento decisamente migliore del dvd che era anche afflitto dalla scelta di una copia positiva in condizioni buone ma non eccellenti, ma dei tre quello che meno mi convince per fedeltà al girato, anche se come detto, lo stacco con il dvd è nettissimo. Anche qui non segnalato è presente il trailer del film in hd.

Un gradino (abbondante…) sotto i due capitoli precedenti, e nel complesso c’è “puzza” di stantio e cadente. In breve: un’opera fin troppo “cimiteriale”. Ma c’è pur sempre parecchia roba apprezzabile: la partecipazione di Enzo Cannavale, un’aristocratica Caterina Boratto, il generale piscione di Mario Feliciani, e tutta la parte dedicata alla “zingarata” ai danni di un ottimo Bernard Blier è spassosissima. Curioso poi vedere Montagnani con mezza capoccia calva “artificialmente” (previa rasatura, non con calotte…). E sinceramente la regia del pur volenteroso Loy manca di nerbo e vigore, rispetto all’impareggiabile mano “toscanaccia” del grandissimo Monicelli.
P.S. Il master br è il migliore del cofanetto. Anche perchè si trattava del film più recente. Mi pare non sia stato ancora detto in alcun thread: Franca Tamantini, ovvero “la Carmen”, pazientissima (fin troppo…) consorte del Necchi, è morta nel 2014, a quasi 83 anni.

Terzo film della trilogia di Amici miei ( il prequel di Neri Parenti neanche lo prendo in considerazione) con cambio di regia dal grandissimo Monicelli al bravo Nanni Loy che qui non è al suo meglio( le opere migliori del regista sardo sono degli anni 60 e 70).

Confermati Tognazzi, Celi, Montagnani e Moschin esce di scena Noiret per esigenze di storia ( il personaggio era morto nel primo film e c’era nel secondo in un episodio non in tutto il film)

Sceneggiano Loy, Benvenuti & De Bernardi e Pinelli.

Musiche di Rustichelli padre e figlio.