"Bella ciao", il film di Marco Giusti sul G8 a Genova

“Bella ciao”, il film di Marco Giusti sul G8 a Genova

Finalmente Bella ciao, il documentario di Marco Giusti va “in onda”, non sui
canali della Rai, a cui era destinato, ma al Torino Film Festival davanti a
una platea paralizzata dalle immagini di Genoa Social Forum - Un altro mondo
� possibile, sottotitolo dell’opera firmata da Giusti, Sal Mineo (alias
Carlo Freccero, direttore di Rai2) e Roberto Torelli (regia). In anteprima a
Torino, dunque, il film in progress (una, due, tre versioni) dei giorni di
guerra che sconvolsero Genova, presente alla sala Massimo i genitori di
Carlo, il “ragazzo” che se ne sta in croce nella pozza di sangue, icona di
uno scontro che giustamente, in quel caso, Berlusconi defin� un attacco
all’Occidente.
Soli come gli afghani massacrati in queste ore, i manifestanti anti-G8 si
guardano intorno alla ricerca di qualcuno che dica “no, questo non potete
farlo”. Ma il Far-West � qui e chi colpisce per primo � salvo. Invano,
medici, giornalisti, avvocati, deputati si fanno avanti coi loro cartellini,
in mezzo a teste spaccate e corpi accartocciati, in nome dei diritti civili.
Bella ciao, tra i tanti film visti sul G8, ha la potenza della solitudine
esibita in due ore di mischia, senza commento, scandita dalle urla e dalle
reazioni sul campo dei manifestanti, a ritmo di un rombo battente di musica
metal (selezionata da Elena Giusti). In una momentanea vertigine il
festivaliero pensa di aver sbagliato sala, e di assistere a un cult di
George A. Romero, La citt� verr� distrutta all’alba dove un’intera cittadina
americana � preda dell’esercito, istigato dal Presidente, che ordina
l’annientamento della popolazione colpita dal virus della follia eversiva.
Per stroncare il male assoluto, ogni metodo � buono. Al diavolo, i diritti
civili. E i manganelli si danno da fare su ragazzini zuppi di sangue, messi
all’angolo nei vicoli di Genova, colpiti con la furia di una milizia
motivata, furiosa, patriottica. Perch� la violenza
lievita, aleggia e si spande in una contrapposizione dalle forme politiche
estreme. Non � solo il frutto di errori tattici, da entrambe le parti, non
solo la cronaca di una manifestazione degenerata in guerriglia urbana.
I “buoni” sono pi� violenti dei “cattivi”, la polizia lo sa ed � loro che
cerca. Si vede nei filmati concitati senza un attimo di respiro. Le tute
nere si accaniscano pure contro le macchine e le decorazioni di Genova, poco
importa agli agenti, che inseguono una biondina dalla tempra d’acciaio,
urlante strategie di difesa ai manifestanti. L’attacco � all’Occidente, in
effetti. E’ diretto ai contenuti del G8, all’ordine mondiale in discussione
oltre la zona rossa. Bella ciao � cos� scomodo e forse non andr� mai in
onda, come ha detto Marco Giusti, non solo perch� mostra i poliziotti
aggredire persone inermi, ma perch� d� conto dell’energia del movimento, ne
fotografa l’ampiezza, la bellezza, la lotta solitaria. La polizia arretra,
sbanda, si ritira, incalzata dalla massa dei manifestanti che avanzano. Da
l� a qualche mese, l’equilibrio del primo mondo vaciller� a tal punto che la
guerra sar� totale. Che persone di qua e di l� del globo - 63 etnie per un
totale di 6 mila morti delle Torri e migliaia di afghani - sentiranno la
carne dilaniarsi dalla “cura” messa a punto dalle democrazie occidentali,
unite in un fronte bipartisan per combattere il “virus”. Senza retorica,
sottolineature, faziosit�, Bella ciao � un documento prezioso, un mix di
immagini prese dai Tg, videocamere amatoriali, media indipendenti. Come
sempre, l’effetto pi� forte non � dato dalle manipolazioni, basta dire,
vedere. Genova il 20 e il 21 luglio 2001 era cos�.

Mariuccia Ciotta - Il Manifesto

Stasera alle 22:30 su Rai sat cinema

cercando il suddetto film adesso ho visto che qui si scarica legalgratuitamente!:

http://www.ngvision.org/mediabase/74

cavolo su imbd e’ scritto bannato in italia dal 2001 al 2006:

http://www.imdb.it/title/tt0845964/

Ps: cavolo c’ero pure io a genova sembrava di essere veramente in un film surreale… :frowning:


NICE LINK:

http://www.winston.it/blog/2011/07/boicottato-il-documentario-%E2%80%9Cbella-ciao%E2%80%9D-g8-genova/

ma questo è un altro film?

omonimo?

un altro mondo è possibile è un altro film?

http://it.wikipedia.org/wiki/Un_altro_mondo_è_possibile