C’era una volta a Hollywood (Quentin Tarantino, La nave di Teseo 2021)

Ho letto tutto d’un fiato questo primo romanzo di Tarantino… che dire, fantastico! Non è la novelization del film, bensì è un’espansione. Non è ripetuta la vicenda della pellicola, ma ci si gira intorno, vengono ampliate scene che nel film erano accennate, c’è più backstory per i personaggi, soprattutto Cliff lo stuntman; o il rapporto tra Rick e l’attrice bambina, ecc. Non so se come romanzo regga senza aver visto il film, ma è sorprendente.

4 Mi Piace

Me lo sono divorato questa estate, ottima integrazione al film, anzi direi che si è vi è piaciuto il film è quasi una lettura obbligata. Trasuda amore, come sempre in Tarantino, amore per il cinema e passione

4 Mi Piace

Una discrepanza che ho notato rispetto al film è che nel libro, Rick Dalton incontra l’agente Schwarz (Al Pacino) nell’ufficio di questi, mentre nella pellicola l’incontro avviene in un ristorante. I dialoghi sono per lo più identici in entrambi i casi.

Concordo con le risposte precedenti nel dire che il romanzo probabilmente si presta più ad una lettura da accostare alla visione del film. Leggerlo come romanzo a se’ stante forse renderebbe poco, anche perchè in questa versione cartacea non ci sono praticamente colpi di scena di alcun tipo, ma principalmente approfondimenti sui personaggi e sui dialoghi.

2 Mi Piace