Corpi nudi (Amasi Damiani, 1983)

Pellicola porno particolare, in cui protagonista assoluto è Gianni Dei (il quale, anche se non è ripreso in dettagli hard core, ha un paio di sequenze molto spinte), che mi ha fatto specie vedere coinvolto in un’operazione simile (anche se, scorrendo la sua filmografia, sembra che non sia l’unica sua escursione in territori così piccanti).

Gianni Dei interpreta un fotografo divenuto paraplegico in seguito ad un incidente, che passa tutto il suo tempo guardano filmini super8 pornografici. Siccome teme che sua moglie senta la mancanza della dimensione sessuale del loro rapporo, chiede ad un amico di andare a letto con lei. Lei non è d’accordo ma non si dà peso a questa cosa, così la sventurata viene violentata ripetutamente davanti al marito, finché disperata non fa le valige e se ne va di casa.
La moglie è interpretata da tale Rosy Navarro, al suo secondo film (il primo di genere hard), che dopo tale performance conclude cos’ la sua carriera cinematografica (secondo imdb).
Per non farci mancare nulla troviamo impegnata in due scene hard anche l’onnipresente Guya Lauri Filzi.

Incredibile il coinvolgimento in questa produzione di Marisa Mell (che ha una scena di dialogo e una di sesso con Gianni Dei) e soprattutto di Femi Benussi, che compare per un paio di minuti in un flashback, interpretando sé stessa, secondo me era totalmente ignara del contenuto del film.

La maggior parte delle sequenze hard non sono originali ma riciclate da altre pellicole, sfruttando lo statagemma dei filmini che in continuazione si guarda il pornomane Dei.

Visto in un riversamento da una vhs in spagnolo.

2 Mi Piace

Del film di Damiani esistono numerose versioni e aneddoti. Lessi mi pare sul “rinomato” Grattarola-Napoli, che il film si interruppe per problemi economici, arrivando così ad un girato di soli 40/50 minuti. Sul set, venne girata una sola scena hard, quella appunto con Gaita e l’impacciata Navarro. La corrente versione italiana con il pretesto della visione dei super 8, incorpora sequenze da girati sconosciuti, di paternità e provenienza anonima, con Marina Lotar, Ajita Wilson, Guia Lauri, Giuseppe Curia e Sandy Samuel se ricordo bene, di epoca sicuramente posteriore al film di Damiani (realizzato nel 1980, che poi in realtà più che di Damiani parrebbe girato da Mario De Rosa) più due sequenze da film svedesi. Per complicare la situazione la S.I.D.A.F. operò distribuzione del film in due tronconi paralleli: il primo è il suddetto già nominato, il secondo è costituito da una versione chiamata “Nude Look” in cui vengono estirpati tutti i momenti hard originali, per essere sostituiti in montaggio senza alcuna logica da scene da film brasiliani e americani (questa versione ha inoltre dei credits piuttosto inverosimili costituiti da nomi di maestranze tecniche e non del cinema hard statunitense). Infine, dulcis in fundo, la versione “spagnola” attualmente visionabile sul web, che prende il girato originale di Damiani, immettendo anche alcuni raccordi assenti nelle due edizioni precedenti, sostituendo però le scene hard italiane con roba francese. Non so poi bene cosa successe al film, passò in censura nel 1983 ma arrivò nelle sale non prima del 1986. Pornodelirium tricolore…

1 Mi Piace

In realtà nella versione che ho visto io ci sono diverse scene hard girate ex novo: la prima è una scena saffica tra la Guia e la Navarro (con cunilingus), la seconda tra la Navarro e Gaita (blow job + penetrazione) e la terza, che nella diegesi avviene subito dopo (con la Guia che arriva e prende il posto dell’amica), è una performance che vede impegnati la Guia e Gaita (sempre blow job + penetrazione).
A queste tre sequenze dichiaratamente hard si possono aggiungere una scena di masturbazione autoerotica della Navarro (con dettagli espliciti) e una scena a letto tra la Navarro e Dei, in cui non si mostrano dettagli hard ma nella quale si intravedono in un paio di inquadrature i genitali di quest’ultimo. Infine c’è la sequenza tra Dei e la Mell avviluppati nudi a letto, ma non si vede niente di esplicito.

Deduco quindi che questa versione spagnola che mi è capitata per le mani tramite uno scambio non sia la stessa versione spagnola presente sul web di cui parlavi tu.

1 Mi Piace