CSC & Maestro d'armi

Sono un avido consumatore di cinema italiano di genere, da un pò di tempo osservo con attenzione i titoli di coda e ho due gravissime lacune:

  1. Alla voce “altri interpreti” (e non solo) dopo alcuni nominativi appare una sigla, ad esempio: Mario Rossi (c.s.c.), che significa csc?

  2. Chi mi spiega il ruolo del “maestro d’armi” che nella maggior parte dei casi è uno degli attori minori, molto spesso Riccardo Petrassi e Nazareno Zamperla?

Significa Centro Sperimentale di Cinematografia…gli attori che si erano diplomati lì lo specificavano, anche perché i produttori avevano delle agevolazioni -non so di che tipo- se mettevano sotto contratto questi attori nei loro film. Tant’è che ve ne sono alcuni che risultano presenti in centinaia di pellicole…sempre in micro-parti.

csc= centro sperimentale di cinematografia

maestro d’armi penso possa essere in qualche modo la versione italianizzata di stuntman… in qualche modo quello che imposta le sequenze armi in pugno e le scazzottate in senso più specifico, in senso più generale credo anche quello che svolge le sequenze acrobatiche in macchina e non

maestro d’armi

“Rappresentare adeguatamente un duello sulla scena di un teatro o sul set cinematografico è cosa assai difficile e che richiede un allenamento specifico da parte degli attori che partecipano alla coreografia. Perfetta sincronia dei movimenti e ritmo scenico devono formare un connubio ben riuscito affinché il duello risulti realistico ed avvincente. I dettagli storici devono poi essere ricostruiti filologicamente con scrupolosità ed attenzione ai particolari, attingendo a fonti attendibili ed all’esperienza di chi conosce l’evoluzione della scherma nelle diverse epoche. E’ questo il ruolo della figura del Maestro d’armi nel teatro e nel cinema, arti che sovente ricorrono alla rappresentazione del duello d’onore o di altro genere”

oppure

Il maestro d’armi è quella persona altamente specializzata nell’insegnamento delle varie tecniche di lotta e capace d’insegnare, direttamente sul set, a maneggiare ogni tipo di arma e non solo! Spesso il maestro d’armi è chiamato dal regista per affiancare l’attore insegnandogli ad utilizzare unicamente il proprio corpo.

sostanzialmente chi si occupa delle armi e delle scene d’azione sul set e controlla che l’operato degli attori sia credibile.
Il fatto che queste figure compaiano anche come attori in ruoli minori non stupisce; più volte si è detto di quanto le troupe fossero risicate all’osso e all’occorrenza anche un maestro d’armi poteva avere il suo ruolo nel cast, soprattutto quando servivano doti “atletiche”…

tommaso

Petrazzi, prego;)

Una breve intervista al maestro d’armi Gilberto Galimberti si trova nel documentario “Città Violente” incluso come extra nel dvd “I Padroni della Citta” di Fernando Di Leo.
Galimberti, si definisce un regista d’azione, al pari di un coreografo, in grado di seguire la fotografia nella sua successione d’inquadrature, fino a determinare un archetipo di montaggio finale.

Non era consigliato ma obbligatorio per godere dei finanziamenti destinati al cinema.

Ci sono diverse altre sigle che compaiono nei titoli di coda, tipo Ace (sarà mica il succo di frutta?:D) o Csi ecc… chissà cosa vorran dire?