Dune: Part Two (Denis Villeneuve, 2023)

Al momento non sta facendo gli incassi sperati. Un milione e mezzo in tre giorni per un film così pubblicizzato non mi sembrano molti (chi si aspettava, ad esempio, quasi 900.000 il primo giorno di programmazione di Il ragazzo e l’airone?). Mi sa che finirà per incassare sui 6/7 milioni. Non di più. Una riflessione sui protagonisti: Chamelet anche se per adesso è uno che se mi passa davanti 200 volte 200 volte non lo riconoscerei, col tempo potrebbe diventare più di una bella faccetta, mentre Zendaya, che stanno pompando all’esasperazione, rimarrà sempre e solo una bella faccetta e nient’altro. Oltretutto leggere da parte dei protagonisti che al centro della trama c’è una storia d’amore fra due ragazzi francamente mi lascia un filino perplesso. Il romanzo non l’ho mai letto, ma credo che sia un po’ più articolato di un semplice romantichello. Una cosa è certa, in Italia con la fantascienza ci abbiamo sempre litigato.

1 Mi Piace

Con gli incassi, non sarei tanto frettoloso a giudicare. C’è ancora oggi, e soprattutto domenica. In Italia, il fine settimana è fondamentale. Poi, il film è bello lungo, quindi meno spettacoli. Inoltre, c’è da vedere cosa farà negli States. Essenziale, per il destino di un eventuale terzo capitolo… :blush:
P.S. Chalamet si sbrighi, a mettere su una dozzina di chili di muscoli. La sua perenne aria da dodicenne sottopeso non gli giova, se vuole continuare a recitare, o meglio se vuole avere un’autentica carriera al cinema… :smirk:

Ma perché? Non finisce con questo film?

Naa… :smirk:O almeno, la Warner vorrebbe proseguire. Villeneuve invece, forse non sarà più alla regia, per sua volontà.

Infatti facevo il paragone con Kyle McLachlan. Quando fece il film di Lunch aveva tra i 24 e i 25 anni. Era un giovane uomo, ma, appunto, uomo. Stessa età che aveva Chamelet all’epoca del primo. Ora ne ha 28 ma pare non invecchiare mai.

1 Mi Piace

Esatto. MacLachlan era, al tempo delle riprese, un giovane uomo. Con faccia, e fisico, giusti per il ruolo. Chalamet ha troppo troppo l’aria da ragazzino. Idem dicasi per il fisico. Che dite, si fa la barba? Ho qualche dubbio. Anzi, sembra uno privo di peli… pubici!! :clown_face::grin::smirk:

1 Mi Piace

Come volevasi dimostrare, sabato ha portato spettatori in sala, e il film è già a quota 2,6 milioni. Vai con la domenica pomeriggio, adesso… :slightly_smiling_face::+1:

1 Mi Piace

Confesso, comunque, che per i primi tre giorni di programmazione mi aspettavo qualcosa di più. Oggi, tuttavia, gli incassi potrebbero essere ancora più cospicui e siccome che da qui a parecchio tempo in divenire non ci sono titoli importanti… Però bisogna fare i conti con le folli logiche delle distribuzioni che per qualche altro film toglieranno sale (han dato 530 sale per 50 km all’ora - Dune 2 ce ne ha 550 - nonostante gli ottimi esiti di Miyazaki per dirne una. E poi 415 sale per il film su Bob Marley, 320 sale per Il colore viola per fare altri esempi). Negli USA ha esordito con 32.200.000$ che già l’8 p.v. si ritroverà sul groppone Kung fu panda 4. Sia chiaro Za’, il film non m’ha fatto niente. Anzi gli auguro tutto il successo di questo mondo, ma, come scritto sopra, bisogna fare i conti con leggi distributive che sono andate ben oltre l’isteria.

1 Mi Piace

81 milioni in patria, e 3,7 milioni di euro da noi. Un terzo capitolo? Praticamente, certo… :+1::blush::heart:

1 Mi Piace

Diciamo che da noi, rispetto a quanti siamo, non sta facendo sfracelli. Io credo che si posizionerà più o meno sulle cifre del precedente. C’è anche da considerare un’altra cosa: da noi si va molto meno al cinema che in paesi come la Francia, questo è risaputo. Purtroppo. A questo aggiungiamo che dopo il il CoViD la metà del parco sale italiano è tutt’ora chiuso (un tempo per un film simile sarebbero state messe a disposizione 800 sale). Non so come sia la situazione altrove.

1 Mi Piace

Azzardo. Rispetto al primo capitolo, l’incasso mondiale sarà doppio. Almeno… :heart_eyes::cocktail:

1 Mi Piace

Cosicché questo capitolo, al pari di Le due torri, diventerà la più costosa sequenza di raccordo della storia del cinema.

1 Mi Piace

Visto ieri sera finalmente, nel weekend ci sarebbe stata la proiezione in lingua originale ma purtroppo non avrei potuto, quindi me lo sono visto doppiato. C’è da dire che l’inflessione della doppiatrice di Chani (che peraltro è di origine rumena scopro) fa capire come il doppiaggio con dizione classica stia diventando roba del passato. Magari è anche positivo, chi lo sa…ma su ste cose sono conservatore :wink:

A parte questo, il film direi meh
A livello di potenza visiva e acustica è ancora tanta roba, e ci mancherebbe essendo Villeneuve, però già l’originalità estetica del primo film qui l’ho trovata molto annaquata e più di maniera, mi ha colpito molto meno e non solo perchè banalmente si ripete essendo il secondo film.
Il ritmo è aumentato rispetto a quello soporifero del primo episodio come si intuiva già dal trailer.
Però rispetto al primo mi pare sia diminuita anche la raffinatezza, se così si può dire, di quanto messo in scena.
Per il resto scrittura piattina ma sufficiente per il genere, e qualche cambio rispetto al libro, stando almeno a quanto letto online visto che i romanzi non li conosco.
Vedremo il terzo episodio dove porta.

2 Mi Piace

Dopo una partenza a razzo negli USA s’è un po’ afflosciato.

Però io volevo sottolineare come si va a ribasso anche a livello di divismo. Vedi 'sti due e dici ‘boh?’. Questa sarebbe una coppia di bellissimi? Lei mi sembra una versione aggraziata di Plinio Fernando, mentre lui ha un fisico inesistente e una capoccia enorme. Ma vi ricordate di Bruce Willis e Demi Moore dei tempi d’oro? Quelli sì che erano divi. No sti due sorci!

1 Mi Piace

Quoto in gran parte Rodar. Ma Zendaya, ben vestita o meglio ancora nuda, è una bella femmina. In quanto a Chalamet, ne ho parlato fin troppo. Dico solo che la fidanzata di un mio carissimo amico, lo ha definito senza indugi “rachitico”. Ed effettivamente… :shushing_face::wink::sunglasses:

1 Mi Piace

In certe cose l’ho trovato più elegante del primo, soprattutto per la fotografia. In altre, più lento (di qualche lungaggine avrei fatto a meno). Un amico che lo vedeva con me, grande fan della saga letteraria, era in disaccordo con quanti lo considerano più fedele all’universo herbertiano rispetto all’adattamento di Lynch ma, boh. Io della saga ne avevo letti solo due e non mi avevano cambiato la vita, pur riconoscendone il fascino; per cui, la memoria latita e non riesco ad azzardare paragoni con l’epopea cartacea.

ps. Visto in sala in lingua originale, devo dire che come pubblico l’affluenza c’era.

2 Mi Piace

Diciamo che, si, è andato bene da noi ma molto molto lontano dagli incassi francesi e tedeschi che sfiorano i 30 mln €.

2 Mi Piace

Tutta gente che va al cinema più degli italiani, si sa…:sunglasses::shushing_face:

2 Mi Piace

Bello, ho tenuto sto topic al riparo per paura di spoiler e l’unico che ha visto il film è stato @Lollauser

Un moderno kolossal a tutti gli effetti, più fruibile del primo capitolo, alcune trovate visive immense, per dirne una, l’assenza di spettro cromatico negli esterni, come stranamente non hanno già specificato @zardoz e @rodar: Giedi Prime, ruota attorno a un sistema binario che conferiscono al pianeta una luce tetra e surreale, a essere pignoli avrebbe dovuto essere verdino e nero anzichè bianco e nero, comunque notevole, soprattutto quando si metabolizza la cosa.
E’ tutto cibo per gli occhi, bellissimo l’inizio coi soldati harkonnen che si arrampicano sulle rocce coi moduli gravitazionali, fantascienza come non mangiavo da anni :slight_smile:

Non mi dilungo oltre ma l’unica delusione è stata l’assenza a mio avviso fondamentale del MODULO ESTRANIANTE chissà…

2 Mi Piace