Dunkirk (C. Nolan, 2017)

https://www.imdb.com/title/tt5013056/?ref_=fn_al_tt_1

Strano che in questo forum dove ci sono parecchi fan sfegatati di Nolan non ci fosse ancora un thread dedicato a Dunkirk che, secondo me, è il suo miglior film. Ma a mani basse, proprio.
L’ho visto qualche sera fa in blu ray e l’ho trovato davvero bellissimo, peccato solo per i 5 minuti finali assolutamente inutili e persino dannosi. Tutto quello che si vede prima, però, è davvero sontuoso, grande cinema che coinvolge in maniera assoluta e che diventa qualcosa di unico.
La cosa che più mi ha impressionato e colpito è sicuramente il sonoro, credo di non aver mai sentito un lavoro simile per un film, veramente notevole. Non oso immaginare come dev’essere stato nei cinema con un impianto audio di quelli esagerati ma anche nel mio salotto col mio home theater è stata un’esperienza davvero immersiva, grazie soprattutto al lavoro maniacale del sound design e alla geniale colonna sonora di Hans Zimmer che costruisce una sensazione d’ansia con un trucco che crea l’illusione di un canone ascendente che non finisce mai (che poi una cosa simile c’è anche in Echoes dei Pink Floyd).
Non sono un grande estimatore di Nolan ma questo film mi ha davvero esaltato, l’unica cosa che mi ha dato fastidio oltre ai 5 minuti finali è stato il continuo cambio di formato dell’immagine ma vabbeh, era un imperativo tecnico dovuto al tipo di camere utilizzate.

Blu ray, ovviamente, stellare.

Da ammiratore di Nolan, mi è ovviamente piaciuto moltissimo. Un’opera davvero titanica. Quoto quasi tutto Brass, e aggiungo che l’ho visto in sala, con impianto sonoro di qualità, fondamentale come poche volte, dato il lavoro su musiche ed effetti sonori in generale. Due Oscar tecnici conquistati, Nolan scandalosamente “dimenticato”. Ma il suo “grande giorno” verrà, ne sono certo…
P.S. Senza titoli di coda, dura appena 99’. Il film più breve del regista da “Following”. Meraviglioso lo scambio di battute, sul finale: “Siamo solo sopravvissuti…” “E ti pare poco?!”

Esatto, la durata non elefantiaca giova tantissimo al film.
Che poi alla fine è un film sul tempo, con quell’incrocio affascinante dei tre piani temporali (anzi, degli intervalli di tempo) e il centinaio di minuti di durata passano in maniera rarefatta, difficile da spiegare.
Un gran film.

Concordo con Giorgio che sia un film molto valido e sul ruolo fondamentale del sonoro, veramente incredibile. Io di Nolan ho preferito “Memento” e “The prestige”, ma questi sono gusti
.

Visto in sala, piaciuto molto. Uno dei migliori bellici degli ultimi anni, l’han criticato perché contenuto nelle efferatezze (e 'sti cazzi, doveva per forza mostrare effettacci da macelleria?) ma per me è perfetto così. Memorabile la parte all’interno del relitto, bei personaggi. Insomma, bello tutto.

Confermo anch’io. Insieme a memento e prestige è il mio nolan preferito. Senza pomposità inutili e lieti fine con strizzatina d’occhio al commerciale (anche se nel finale un po’ ci ricasca ma è molto più lieve stavolta). Meno male che ogni tanto tira fuori un “film” come dico io, di quelli che fanno capire veramente di cos’è capace. Visto al cinema, sonoro assurdo. I colpi di fucile sono pazzeschi. Belli i piani temporali che si alternano.

Bel film.

Complice, per l’appunto, la durata “standard”, ritengo sia uno dei film nolaniani (insieme a “The prestige”, diciamo), più “assimilabili” e apprezzabili anche dai NON ammiratori tout-court del regista. Se a “Dunkirk” devo trovare un difetto, semmai, ritengo sia nelle musiche (notevoli, in sè) di Zimmer, a volte invadenti. Caspita, quando certe immagini sono forti e potenti, non è indispensabile metterci per forza anche un “rinforzo” sonoro. Comunque, pollice in alto all’opera, senza tentennamenti.

Ebbi l’opportunità di vederlo in 70mm ma poi lo vidi solo in super screen.
Film Magistrale da oscar plurimi, elettrizzante e appassionante dall’inizio alla fine (A me gli ultimi 5 minuti invece sono piaciuti molto) Con l’Eroe Hardy che a bordo di uno Spitfire a secco di benzina abbatte il caccia tedesco e riesce pure ad atterrare morbido e a distruggere il velivolo per non farlo cadere in mano nemica. Angosciante la scena del soldato disertore quando parte sulla nave sforacchiata , per non parlare dell’affondamento della nave
Momenti toccanti e commoventi in più scene, specie l’arrivo delle piccole imbarcazioni
Kenneth Branagh irriconoscibile.
E sono questi i film che deve fare Mark Rylance , perfettamente calato nel personaggio. non perdere tempo a fare l’Hippy del cazzo futurista di sta minchia.
Che colonna sonora, già solo co le scene iniziali con aria, mare, terra, ecc ero in visibilio.
Chapeau.

Concordo in linea di massima con quanto avete scritto. Senza gridare al capolavoro, l’ho trovato molto ben fatto, anche io conoscendo Nolan non ho potuto fare a meno di domandarmi perché non abbia fatto il solito film da 170 minuti, ma meglio così.

Nessun eroe del cazzo, personaggi molto umani e credibili. Ottimo il montaggio incrociato delle 3 vicende, impeccabile.

Concordo anche sulla retorica evitabile dell’arcinota frase di Churchill… ma tutto sommato è un dettaglio che non rovina un bel film.

Ora recuperoil film omonimo del 1958 di Leslie Norman e poi vi dirò qual è il migliore :smiley: