Ercole sfida Sansone

Approfitto del topic di El Topo, per spendere due parole su questo peplum della serie “due al prezzo di uno”, a mio avviso uno dei peggiori girati. Anche perchè, se la firma è di Francisci, ti aspetteresti di vedere tutt’altro film. La mano del regista, che tanto aveva incantato nei primi due Ercole, è irriconoscibile. La messa in scena è pedestre e gli attori non sono all’altezza delle pellicole precedenti.
Come giustamente fa notare Giordano nel suo bellissimo libro sui “giganti buoni”, quello che lascia più sconcertati è il prologo, in cui il ruolo di un gigantesco mostro marino è interpretato da uno scoglionatissimo leone marino, che nuota per i cazzi suoi nell’acqua melmosa e verdognola di un giardino zoologico. Alternate a queste terrificanti apparizioni del mostro, vediamo dei marinai, su una barca nel mare azzurro, che urlano dal terrore e cadono in acqua… (comunque, a me, pare di notare, in montaggio, un’alternanza tra il leone e una ancor più minuta foca).

Ho rivisto il film di recente, mi è parso vedibile pur con tutte le sue ingenuità. Ma in effetti la scena col mostrone è imbarazzante, stentavo a crederci.

Il film è godibile, quando lo si vede bisogna scrollarsi di dosso la “scaltrezza” che abbiamo oggi noi “spettatori”. Dobbiamo tornare indietro di qualche generazione o tornare un po’ bambini, in effetti, per rimanere stupefatti (e non ridere di gusto), quando - agli inizi - si vede la scena del mostro che in realtà non è nient’altro che un leone marino!! La trama comunque poi si fa discretamente interessante, e il film è comunque ben costruito. Ad un certo punto si nota il “Colosseo quadrato” dell’Eur camuffato in modo veramente geniale come tempio antico. Altra curiosità, particolari i copricapi dei soldati a cavallo: di recupero da qualche film bellico sulla 2° guerra mondiale, sono infatti degli elmetti tedeschi mod. 1939!

Master passato su Raitre recentemente (4:3):

Master utilizzato dal dvd Minerva, peplum collection (vedi altro topic) (1.85:1):

Rai Uno, mercoledì 15 agosto alle 2:35

It. 1963
REGIA: Pietro Francisci
ATTORI: Kirk Morris, Richard Lloyd, Liana Orfei, Fulvia Franco, Enzo Cerusico, Aldo Giuffré

  • Partiti alla caccia di un mostro marino, Ercole e Ulisse naufragano e approdano a un villaggio dove Sansone li scambia per spie di un re filisteo. Rissa tra i due marcantoni che poi, però, uniscono le loro forze contro il nemico comune

Stanotte!

Peplum delirante dal taglio fumettistico diretto dallo specialista Piero Francisi che è anche sceneggiatore e qui dimostra di avere molta fantasia mischiando la mitologia greca con il vecchio testamento . La trama vede

un giovane Ulisse(Enzo Cerusico) da Itaca insieme ad un gruppo di greci tra cui Ercole (Kirk Morris) naufragano nella terra di Giudea qui incontreranno Sansone(Richard Lloyd) in compagnia dell’immancabile Dalila(Liana Orfei) e aiuteranno il popolo giudeo nella guerra contro i filistei comandati dal “cattivissimo” re Seren(Aldo Giuffè).

Effetti speciali amatoriali basti vedere l’inizio e la fine del film , rimane a mio parere un peplum nella media senza alti ne bassi.

A me è piaciuto… certo la scena iniziale col “mostro” è imbarazzante, ma poi il film prende una piega interessante, con questi 2 forzuti rivali e poi alleati contro il perfido Aldo Giuffré.

Diverse scene piuttosto forti per l’epoca: mani inchiodate, sangue eccetera. L’avranno anche vietato, credo.

Certo sentire la voce di Emilio Cigoli su quel bietolone di Kirk Morris fa un po’ specie :smiley: