Fimpen il goleador - Fimpen (Bo Widerberg 1974)

Con tutta una serie di attori svedesi

Film calcistico svedese degli anni settanta, che uscì regolarmente doppiato anche da noi. In Svezia pare sia un piccolo cult tuttora, perlomeno tra i tifosi di calcio di una certa età.

Circolerà in italiano?

Credo che sia quasi impossibile repertorio in italiano. D’altro canto mi pare che tutto Widerberg sia difficile da trovare col nostro idioma. Questo film mi pare sia passato in tv (RAI?) molti decenni fa, poi non ricordo passaggi televisivi in anni in cui fosse possibile registrarlo. Potrà sbagliare, vado a memoria…

Credo che, come praticamente tutto Widerberg, sia ben difficilmente recuperarlo in italiano. Non ricordo passaggi televisivi in era “videoregistrabile”.

Non ho visto il film ma ricordo bene il manifesto. Il film era proiettato se ricordo bene al Marconi di Milano (terza visione). Mai passato in tv l’avrei notato. In quelli anni c’erano dei giochi ispirati dal calcio che si chiamavano Goleador mi pare con Mazzola sulla scatola ed erano giochi da tavolo di successo.:slight_smile:

Ho trovato un dvd con sub inglesi… peccato aver perso il doppiaggio italiano, però. Il film parrebbe curioso.

peccato aver perso il doppiaggio italiano
Il doppiaggio dovrebbe essere sopravvissuto in 16mm.

Ottima notizia… c’è speranza per un futuro recupero.

Sempre di Widerberg mi piacerebbe tantissimo se uscisse in dvd Elvira Madigan…

Se non sbaglio Elvira Madigan era uscito sia in vhs che dvd. Oltre a questo è passato molti anni fa in tv.

Confermo il dvd, della San Paolo:

//youtu.be/Cmt9BXJlSkg

Nella scena dove scendono in campo però sono in 12 col bambino.

Nei paesi di lingua inglese il film è stato distribuito con uno strano titolo:

Beh faceva chiaro riferimento a George Best, allora idolo delle folle in UK. Grazie per info su dvd di Elvira Madigan, non sapevo proprio fosse uscito. In tv lo vidi anch’io, circa un milione di anni fa…

Mi è arrivato ieri. Sottotitolato in italiano da un mio contatto, per ora ho visto solo qualche scena, ma conto di vederlo a brevissimo perchè il film mi intriga parecchio
Da quel poco che ho visto (qualche scena qua e là) al momento, il film parrebbe serissimo con questo bimbetto che gioca a calcio con gli adulti. Lui è davvero minuscolo e fa un certo effetto vederlo tra questi giganti biondi che sfoggiano tutti dei basettoni anni 70 incredibili
Serissime scene di tattica nello spogliatoio con Fimpen assorto ad ascoltare l’allenatore e scene di azione di gioco riprese dal vero in uno stadio gremito, con avversari veri e il bambinetto che corre a far gol a professionisti scafati
Ho intravisto anche una scena di un ragazzo (presumo un giocatore) che rimprovera credo la fidanzata che gli dice di comprare il caffè perchè fa male al fisico da atleta e le snocciola tutti i veleni che contiene…
Sottotitoli fatti molto bene (questo mio contatto è molto bravo anche lui e si fa davvero il mazzo a fare le traduzioni)
A breve report del film completo

Visto FIMPEN
Io nella mia carriera di cinefilo ho visto e rivisto e apprezzato davvero di tutto…da Calamari Wrestler (ho persino dvd originale) a Kani Goalkeeper (il granchio portiere di calcio), fino al film fatto con le marionette taiwanesi dvd originale anche di quello), tutta la serie dei lottatori messicani (dei quali ne ho pure tradotto qualcuno) il Rocky Horror Picture Show del MedioOriente e tutta una serie di amenità varie che fanno sembrare i film della Troma dei noiosi film d’autore…oltre ad essere un intransigente del cinema italiano…ma davanti a FIMPEN non so davvero che dire…

Il film è ovviamente una favola, solo che invece di principesse e cavalieri qui si fa leva sul desiderio dei bambini di giocare in nazionale. Il film ci starebbe anche e sarebbe pure simpatico se avesse una qualunque trama…invece niente di niente

Parte subito forte con questo centravanti della serie A e bomber della nazionale svedese che rientrato a casa si imbatte in un gruppo di bambini che gioca a pallone, fa 2 tiri con loro e un bambinetto di 6 anni lo scarta e lo deride. Il nostro bomber ha un calo e la squadra scende in classifica…è lui stesso a suggerire a una specie di presidente/osservatore (colui che decenni più tardi interpreterà il medico svedese ne IL REGNO di Von Trier…quello che ogni tanto saliva sul tetto dell’ospedale e malediva i danesi in nome della superiorità e dell’efficienza svedese…ve lo ricordate???) a visionare il bambinetto sotto casa sua. Dopo pochi attimi di incredulità il bambino viene ingaggiato in una squadra di Serie A come punta sinistra…e questo come se fosse un fatto normalissimo per tutti. Famiglia, stampa, opinione pubblica, tifosi, compagni di squadra e avversari…ah la Svezia, che società progredita in cui tutti possono davvero realizzarsi senza pregiudizi

Dopo un paio di partite Fimpen arriva ovviamente in nazionale e cerca di portarla alle qualificazioni al mondiale. E sono passati circa 20 minuti di film…per dire che non ci si perde mica in preamboli
Qui però il film inizia a ristagnare parecchio perchè la storia latita. Seguono lunghissime sequenze di partite, fatte molto bene davvero, in stadi veri con pubblico, avversari, azioni di gioco che sembrano molto reali…ma presto ci si stanca,
Inoltre gli svedesi sono gente con i piedi per terra, sanno di non essere il Brasile e che a tutto c’è un limite. Non aspettatevi rocamboleschi cappotti a Spagna, Germania, Italia ecc…nel girone si naviga a vista con stentate vittorie e pareggi all’ultimo secondo contro le meno blasonate Ungheria e Svizzera e arriverà anche una bella batosta dalla Francia…ma loro ovviamente festeggiano ogni pareggino come la vittoria di un mondiale evviva
Ah, che bella la Svezia, gente semplice che si accontenta di poco

Si procede così tra partite della nazionale, del club alla domenica e qualche scenetta della vita di Fimpen. Lui con un amichetto che impara a riconoscere il sesso dei gattini (giuro), lui che stacca il poster in cameretta dei giocatori per attaccarci il suo, i compagni di squadra che in campo si devono fermare per allacciargli le scarpe, lui che non fa gli autografi perchè non sa scrivere, lui che battibecca con la sorella più grande ecc ecc in una sequela di situazioni messe lì un po’ a caso e che vorrebbero mostrarci, ma sempre in punta di piedi, sempre con i civilissimi modi svedesi, che Fimpen trascura la sua educazione, istruzione e sta perdendo la sua infanzia dietro all’impegno del pallone

Ci sono un sacco di situazioni tra il ridicolo e il grottesco e su tutto aleggia un velo davvero puerile che mi fa chiedere quale sia il target di un film del genere. Anche un film per bambini per quanto ingenuo e infantile deve avere una trama, un mordente, un qualcosa, qui al di là dell’idea di fondo davvero bizzarra non c’è nulla. Come se bastasse questo guizzo: prendere un bambinetto di 6 anni (tra l’altro il classico bambino biondo, carino, con una vocina, che fa le faccine e che non sa minimamente recitare e che dopo 5 minuti ti viene voglia di una vasectomia per quanto ti sta sul culo) e metterlo a fare gol a ripetizione nella nazionale maggiore svedese, perchè il film si scriva da solo

Rimane sicuramente un film originale e molto curioso, ma sarebbe bastato poco per fare molto meglio. Solo un minimo di sceneggiatura
Sottotitoli fatti molto bene

Praticamente è la storia di Kennet Andersson come non la conosciamo :D:D:D
Deve essere il sogno di ogni bambino svedese comunque giocare nel Goteborg prima squadra in prima elementare…

In realtà la squadra di club viene citata espressamente un paio di volte nel film ed è l’Hammarby
ancora in maglia giallo-nera (pare abbia cambiao colori nel 78)
https://it.wikipedia.org/wiki/Hammarby_Idrottsförening

Quello che non torna è che nel film (del 73 credo) la squadra lascia intendere di giocare anche delle partite di coppa europea (tipo col manchester city), ma sempre stando a wikipedia in patria non andò mai oltre il quinto posto del 1970…difficile immaginare quindi un piazzamento europeo per questa squadra dato che notoriamente solo le primissime dei campionati minori hanno questo privilegio. Specie a quei tempi in cui le squadre ammesse erano anche meno, e non ha nemmeno vinto la coppa di Svezia , quindi non si tratta neanche della defunta Coppa Coppe

Non vorrei saltare alle conclusioni, ma in un film dove un bambino di 6 anni fa 30 gol in campionato nella serie A svedese, credo che la plausibilità dell’Hammarby in coppa Uefa sia l’ultimo dei problemi.

Ho sempre sostenuto il neorealismo nel cinema e anche in questo caso non transigo :smiley:
Che poi ad esempio è giusto che nel 74 ci furono i mondiali di Germania Ovest e lì Fimpen cerca di portare la nazionale
E, ma lo sapete già, gli altri giocatori sono tutti veri giocatori della nazionale svedese che interpretano loro stessi
Assolutamente cinema verità, non si inganna il pubblico!!!

Squadra in cui negli anni hanno militato nientepopodimeno che Curci, Traorè e Jesper Blomqvist (Che Renato ama alla follia) come allenatore