Freddy Vs. Jason (Ronny Yu, 2003)

Per non essere dimenticato dagli adolescenti di Elm Street, Freddy Kruger(Robert Englund) entra nei sogni del serial killer Jason Voorhees(Ken Kirziger) di Crystal Lake obbligandolo ad uccidere in Elm Street nella speranza di essere ricordato da polizia, ragazzi e famiglie. Un gruppo di adolescenti, infatti, rimane vittima del machete di Jason, ma quest’ultimo, spinto dalla sua solita incontrollata furia omicida appanna il ritorno di Freddy e difatti; Kruger non tarderà molto a farsi giustizia da solo.

Ok,è una stronzatona sto film,ma è comunque uno dei miei guilty pleasure assoluti.Me lo rivedo almeno una volta all’anno (l’ultima ieri sera),e tutte le volte mi diverto alla stessa maniera.Mi piace la trovata di sceneggiatura che da il via alla storia,mi piace il fatto che il film non si prenda sul serio,ci sono un paio di trovate davvero ottime (Freddy stile brucaliffo su tutte).Yu ha ottimamente omaggiato le due saghe rendendone molto bene le rispettive atmosfere e caratteristiche.Insomma alla fine è la degna conclusione per le due saghe (i recenti remake di Nightmare e di Venerdì 13 non possono essere considerati come prosecuzioni dei 2 franchise secondo me).
Il blu ray della Mediafilm presenta un’ottima qualità audio/video ma non presenta i sottotitoli in italiano per gli extra al contrario dell’edizione 2 dvd che li aveva.

sono affezionato anch’io a questo film… un giocattolo simpaticissimo.

dopo l’ultima visione avevo scritto appunto questo:

quando da ragazzino guardavo quei cartoni che riunivano tanti supereroi agognavo un’operazione simile svolta al cinema… a quel tempo i “miei eroi” cinematografici erano, appunto, Fred Michael Jason Pinhead Leatherface etc etc…
quando nel 2003 venne pubblicizzato questo splatteroso scontro diretto da Yu, onestamente, l’entusiasmo ingenuo dell’adolescenza era già svanito da un pezzo… l’operazione mi puzzava di stantio e non avrei scommesso una lira sulla riuscita del film in questione.
al cinema dovetti ricredermi, e le successive revisioni hanno nel tempo confermato il mio giudizio tutto sommato positivo.
incredibilmente, per quanto assurdo, il film di Yu funziona.
certo è un “giocattolo” destinato principalmente ai fans dei due “mostri” del new horror… ma resta cmq un prodotto dignitoso e appetibile.
riesce ad essere una bella sitesi delle due saghe e regala perfino alcune sequenze degne -e forse perfino più riuscite- dei migliori momenti dei vari capitoli Nightmare e Venerdì 13.
il primo omicidio di Jason, per esempio, è un omaggio riuscitissimo e diretto in maniera strepitosa, Jason non è mai stato così “bello”; e non è stato mai nemmeno così “epico” come, per fare un altro esempio, possiamo ammirarlo durante la strage nel rave.
insomma, il film va alla grande… la regia è adeguata, la trama miracolosamente riesce a risultare interessante, la recitazione è adatta al genere, lo splatter è ben dosato e spesso divertente.
con ciò non sto dicendo che siamo dinnanzi ad un capolavoro dell’horror eh… i difetti non mancano, a cominciare da alcuni inutili effetti digitali che Yu poteva benissimo risparmiarci, per non parlare di qualche sequenza troppo “playstation”.
divertente.

:smiley:

boh io ricordo di essermi annoiato a morte tant’è che durante la visione mi addormentai ed una volta sveglio rimandai indietro il dvd e lo portai a termine con immensa fatica.L’avevo noleggiato mi ricordo ancora.In più se non erro c’era anche l’audio commentary del regista, a quel punto mi sarei sparato piuttosto di rivederlo.
Comunque della saga NOES son sempre stato un fans sfegatato, Freddy K. è sempre stato un mito per me.

L’ho visto recentemente dopo che lo avevo visto due volte al cinema ed un’altra nel dvd che posseggo… che dire, io mi sono molto divertito, tant’evvero che aspetto per il futuro altri scontri tipo questo, poi ovviamente la pellicola è quella che è, ha puntato molto sul fatto di metter uno contro l’altro questi due personaggi, icone horror degli anni ottanta e seguenti… per cui, un’occhiata ci si puo’ pure dare, anche se logicamente, i capitoli singoli delle serie, con le dovute differenze, sono migliori!!! :wink:

Dato che, in un impeto di “follia horrorofila” ho ordinato su Amazon crucco i primi 10 capitoli, in br, sul mongolone mascherato (Jason lo chiamavo, e lo chiamerò così per sempre. Affettuosamente… :heart::sunglasses::grin:), mi torna subito alla mente questo FVJ. Che vidi a suo tempo, con gran soddisfazione, in sala. Gran soddisfazione, in quanto le mie aspettative vennero sicuramente appagate: un tot di cazzonaggine, tanto sangue, ritmo, intrattenimento. E poi, qui Freddy torna, almeno a volte, a far paura sul serio (complice anche il perfetto doppiaggio di Massimo Corvo). Le cose che davvero non vanno? Jason, verso la fine, trattato come palla flipper (:persevere::persevere::persevere::persevere::persevere:), e lui stesso, un po’ troppo alto e “atletico”. Kane Hodder, che ha vestito I suoi (putridi…) panni le volte precedenti, era meglio, con la sua stazza massiccia, da barilone. I difetti, vengono comunque riscattati dal gran finale. A modo suo, epico. E con coda “paracula”. Chi ha visto, sa… :sunglasses::wink::ok_hand::clinking_glasses:
P.S. Il br italiano, temo sia fuori catalogo. Peccato, perché era impeccabile sotto ogni aspetto… :heart::heart::heart::heart:

3 Mi Piace

Quoto @Zardoz in toto. Un film tutto sommato molto divertente e d’intrattenimento.
Chiariamoci, si tratta di una di quelle pellicole che necessita di un certo grado di consapevolezza prima che ci si accinga a vederla (della serie, partite con le idee chiare e non rimarrete delusi). Per cominciare è una di quelle operazioni cinematografiche piene zeppe di fanservice, quindi mettete in conto qualche piccola esagerazione di tanto in tanto e delle scene volutamente “coatte” volte a gasare il pubblico. Una nota positiva è che, soprattutto all’inizio, si riescono a respirare qua e la’ le atmosfere dei film originali. L’introduzione dei due personaggi è ben eseguita e la storia regge bene legandosi alle due saghe principali.
Rivedendolo più volte trovo che il finale sia così così…forse è la parte più debole di tutto il film.

2 Mi Piace

Ecco, “consapevolezza” è il termine giusto, anzi “la parola magica”. E vale sia per il film in sé, che per lo spettatore già “preparato”. Fanservice? Vivaddio, ben venga, se è così vispo e apprezzabile. A quasi 50 anni, preferisco trascorrere un’ora e mezza coi due perfidi mostroni, anziché scoglionarmi con pretenziose ciofeche “d’autore” provenienti da Cannes o Venezia. Come diceva Eastwood in “Potere assoluto”, “Ho esaurito la scorta”… :sunglasses::v:

2 Mi Piace