House Of Mortal Sin - La Casa Del Peccato Mortale (P. Walker, 1975)

Nei vari commenti audio di walker ai suoi film (…) Walker racconta anche dei suoi inizi, di come abbia cominciato coi film di serie b perchè era più facile esordire subito, mentre molti suoi giovani colleghi giravano per gli uffici di produttori senza riuscire a combinare niente.
la cosa che mi ha colpito è che Walker aveva scelto peter cushing per il prete della casa del peccato mortale, ma cushing era impegnato con altri film e ha rifiutato.

Non è la verità. Il reale motivo per cui Cushing ha rifiutato il ruolo è un altro.

Racconta!

Era un uomo di profondi princìpi morali e religiosi, e dopo aver esaminato la sceneggiatura si rifiutò categoricamente di interpretare il personaggio di un sacerdote assassino. Per motivi analoghi, qualche anno più tardi rifiutò il ruolo di protagonista in “Black cat” di Fulci. Doveva infatti interpretare lui la parte poi assegnata a Patrick Magee. Tuttora sopravvive una copia della sceneggiatura del film di Fulci con annotazioni e commenti di suo pugno. Il ruolo rifiutato da Cushing fu assegnato da Walker a Anthony Sharp, l’attore che aveva interpretato il ruolo del ministro dell’Interno in “Arancia meccanica” di Kubrick.

Be’,se aveva tali principi non mi sorprende abbia rifiutato di recitare nel film di Walker.Ma perchè rifiutare Black Cat?Non mi sembra ci fosse alcunchè di blasfemo,nell’horror fulciano…a dirla tutta,è assai più controversa la figura del puritano fanatico ne Le Figlie di Dracula.

Il personaggio del film di Fulci è piuttosto sgradevole. Peter Cushing ha avuto per anni il rimorso di aver interpretato le “versioni continentali” di “L’ossessione del mostro” (con una scena di sesso e alcuni nudi) e di “Distruggete Frankenstein” (con la celebre sequenza, credo tagliata in Italia, del suo stupro ai danni di Veronica Carlson).

Vorrei consigliare, a tutti coloro che amano questa pellicola, l’acquisto del dvd edito da Sinister. Il passo avanti, qualitativo, rispetto al vecchio Golem è innegabile. Inoltre presenta (oltre al trailer) due interessanti extra, entrambi sottotitolati in italiano: il commento audio del regista insieme a Jonathan Rigby (critico inglese, buon conoscitore del cinema horror della sua terra) e un’intervista (poco più di un quarto d’ora) a Walker.

1 Mi Piace

premessa doverosa: rispetto alla vecchia (e bruttina)edizione golem il salto di qualità è abbastanza evidente; tuttavia non mi ha convinto l’apparato video in sé per sé in cui è presente un forte rumore video che si manifesta palesemente per tre quarti del film cagionata da una sciagurata o poco attenta conversione in DVD della fonte originale (sicuramente il Blu-ray estero), il problema forse si potrebbe anche ovviare modificando le impostazioni video del proprio lettore DVD o del proprio televisore: riducendo un po’ il contrasto e/o la luminosità dello schermo.
Tra gli extra troviamo un interessante intervista a Walker ben fatta e con qualche aneddoto… peccato solo che si parli di un altro film ovvero Frightmare (Nero Criminale)!!!
Il film è il mio preferito di Walker, cinico nel rappresentare le contraddizioni del mondo cattolico, con un finale che più beffardo non si può, e al quale si deve (con grande plauso) la creazione di uno dei personaggi più perfidi e viscidi della storia del cinema: padre Meldrum.

1 Mi Piace