I segreti di Brokeback Mountain - Ang Lee, 2005

Titolo originale Brokeback Mountain. Drammatico, durata 134 min. - USA 2005. data uscita 20/01/2006.

====================================

Strano non trovare un thread su questo premiatissimo film di Ang Lee in un forum uranista come GdR… :smiley: cmq non potevo non postare questa notizia dopo il passaggio tv di ieri sera

la pellicola ha vinto l’oscar, il golden globe e il leone d’oro a venezia
L’Arcigay: «La Rai ha censurato
il film Brokeback Mountain»
La versione trasmessa su Rai2 lunedì è priva di alcune scene di amore gay

http://www.corriere.it/cronache/08_dicembre_09/censurato_film_brokeback_mountain_03bc7070-c5e7-11dd-a2ac-00144f02aabc.shtml
io ho il dvd ma il film non lo ancora visto… ma volevo sapere da chi lo ha visionato se la scena incriminata è così scabrosa… cmq non capisco perché la rai distribuisce nei cinema film come questo (mi sembra il dvd fosse marchiato 01) e poi, quando li deve mandare in onda, li massacra… che senso ha? non sarebbe stato meglio vendere i diritti a qualcun altro? oppure trasmetterlo in seconda serata senza censure?

Beh scabrosa non saprei, ma è roba che la rai in prima serata deve censurare per forza, se non vuole che le 3mila associazioni di paolotti che abbiamo in Italia rompano i coglioni…io il film l’ho visto solo proprio fino alla scena in cui i due si zompano addosso nella tenda di notte (quella incriminata, almeno credo) poi ho mollato…

Io lo vidi al cinema e sono abbastanza convinto che ci sia un thread a proposito (del film intendo).
Le scene sono fortine se vogliamo (dipende quanto vi sentiate disturbati da due cowboys che limonano), ma nulla più, non è che si indugi in particolari scabrosi o altro, infatti ricordo che mi fece l’impressione di un film “debole” sotto alcuni aspetti.
Mi sembra che il film sia stato passato in seconda serata e non in prima, ma mi stupisco di chi si stupisce, già prima a censura non è che si andasse bene, ora con la nuova masnada giudata dal Bondi di turno mi stupisco ancora meno.

Non è che mi stupisco più di tanto Roby… figurati… forse mi stupisce di più la censura su Wikipedia alla copertina di Virgin Killer degli Scorpions di cui parlo in un altro thread… tuttavia mi chiedo che senso ha far vedere un film di un certo tipo e poi tagliare proprio la scena che da significato all’intero film!!

Concordo sulla stupidità dell’atto, però, se si vuole parlare del film, ecco forse il problema è che l’attenzione dello spettatore è incanalato in questi due o tre famosi slinguazzamenti e sull’amplesso nella tenda [peraltro decisamente irrealistico, immagino che prenderlo laggiù (parlo del sedere e non del Wyoming) per la prima volta e senza lubrificazione sia decisamente meno lieve di come ce lo presentino], mentre lascia del tutto aleatorio tutto il discorso di recriminazione dei diritti gay. Ecco io non capsico tutto stò successo del film tra i gay, vabbè sarà pur una bella storia d’amore, ma in nessun modo spunta il benchè minimo coraggio da parte dei protagonisti, alla fine il messaggio che passa è: “continuate pure a mettervelo nel culo sui pascoli di montagna, ma mantente una rispettabilità di facciata di modo da non disturbare il comune senso del pudore”. Insomma un messaggio tipicamente “ammericano” (altrimenti con sta cippa che si prendeva l’oscar) che mi ha personalmente infastidito.

Dietrofront di Raidue… a detta loro errore ci fu… sarà poi vero o è solo una pezza post figuraccia? :confused:

Il film di Ang Lee trasmesso ieri sera senza le scene d’amore fra i cowboy omosessuali.
Protestano le associazioni gay.
“Brokeback” censurato, è polemica
RaiDue: “Andrà in onda senza tagli”
Marano: “E’ stata una pura casualità”

http://www.repubblica.it/2008/12/sezioni/spettacoli_e_cultura/censura-brokeback-mountain/censura-brokeback-mountain/censura-brokeback-mountain.html

Sto film fui costretto a comprarlo anni fa causa ex che rompeva gli zebedei sul suddetto, manco fosse stato Breakfast at Tiffany’s. Finalmente la invito da me per la visione del suddetto, e devo dire che, splendida fotografia a parte, mi ha annoiato assai. Di film con storie d’amore travagliate ne ho visti di meglio, qui a mio avviso come giustamente rilevato il messaggio è fin troppo all’acqua di rose. Vero è che la scena incriminata della :ANAL: m’impressionò non poco. Fortuna che poi la damigella si rese conto del danno morale (e materiale) e pensò di rimediare a suo modo, con notevole soddisfazione del sottoscritto. Oltre al ricordo m’è rimasto il dvd.

Visto ieri sera su RAImovie in un’indegna versione ultracut con tanto di “bollino giallo”, probabilmente la stessa mandata in onda su RAI2.

Jack, un ragazzo di campagna omosessuale che vive di lavoretti saltuari, riesce a trovare un ingaggio come guardia-pecore. Nell’incarico, viene affiancato dal misterioso ed introverso Ennis, col quale dividerà i lunghi e solitari mesi di lavoro nei pascoli su a Brokeback Mountain. Piano-piano, tra i due nasce un’intesa che culmina, durante una fredda notte e quasi per caso, in un rapporto sessuale. Licenziati dal fattore, ognuno riprende la propria vita, si sposano con le rispettive compagne trascinandosi, però, ciascuno a modo suo, una vita fatta di miseria (materiale e morale) e frustrazione. Ma il loro legame è forte e dopo quattro anni di separazione forzata si rincontrano portando avanti il loro difficile amore tra mille difficoltà.

Non ho letto il racconto, ma il film mi ha deluso abbastanza, nonostante qualche bel momento (i due che si ritrovano dopo 4 anni di lontananza, scoprendosi più innamorati che mai e trattenendosi a stento per paura di occhi indiscreti), a tratti diventa ripetitivo e noioso. Gestito non proprio al meglio il trascorrere del tempo (se non sbaglio la vicenda si svolge nell’arco di 16 anni) e l’invecchiamento dei personaggi: qualche calendario con la data in bella mostra, le automobili in primo piano più parrucche e baffoni posticci appaiono come espedienti un po’ ingenui. La regìa di Ang Lee tende a privilegiare l’aspetto puramente scenografico piuttosto che l’interiorità dei protagonisti e immette nella narrazione momenti del tutto trascurabili (il fallimentare tentivo di Jack che tenta di abbordare un suo collega al saloon; ancora Jack in Messico con i “marchettari”) anziché approfondire, ad esempio, i drammi familiari dei due.
Film che, comunque, è riuscito a far discutere.

Ripeto: deprecabile la censura da parte della RAI! :mad:

Vidi il film al cinema al momento della sua uscita e il ricordo più vivo è la noia che mi attanagliò dall’inizio alla fine.
Del film salvavo solo la fotografia e la bella colonna sonora.
Il resto era il nulla.
Poi vorrei anche capire cosa c’è di eccezionale (a parte il coraggio) nell’interpretazione dei due protagonisti.

Per me è un film evitabilissimo ma la censura di mamma Rai è comunque vergognosa.

Disgraziatamente, non si è mai fatto il sequel che tutti avremmo voluto vedere:

Ovvero “L’ALTRA faccia di brokeback mountain”: mica male davvero l’ideuzza, Renato! Comunque, il film di Lee mi piace assai, anche se a un certo punto mi ha irritato la vigliaccheria del personaggio di Ledger, INCAPACE di dire in faccia all’amico/amante i suoi veri sentimenti. Un vero ipocrita “culo stretto”. A proposito: se me lo chiedesse, con Jake Gyllenhaal andrei dappertutto, per il resto dei miei giorni. Anche su Marte, và. Anzi, su URANO…

Buono a sapersi… se portate anche sua sorella fatemi uno squillo che mi aggrego volentieri :cool:

Guarda, sarò sincero: a volte Maggie mi è pure piaciuta come donna, altre volte decisamente no (vedi “Il cavaliere oscuro-Il ritorno”). Il fratello invece, che dirti, non mi delude praticamente mai…

Io vengo solamente se mi lasciate la Cruz e la Hayek, anzi, mi basta Anne Hathaway, gli altri, ve li lascio… scherzi a parte, tornando in tema, io lo vidi al cinema ma, pur essendo un buon film non mi “entusiasmo’” piu’ di tanto… per le scene piu’ spinte, devo dire che un po mi fecero schifo e, premetto che non sono ne bigotto e ne omofobo, però sostanzialmente mi associo al commento di Giorgio, mi annoio’ pure a me, tant’è vero che poi non lo rividi piu’… chissà che forse un giorno non possa rivalutarlo!!! :oops:

//youtu.be/NB3MiovZ5bQ

Pensa che nel romanzo i due protagonisti, fisicamente, non sono davvero granchè. Il personaggio di Ledger, credo, ha addirittura degli incisivi “da coniglio”! In quel caso,sì che le “scene spinte” avrebbero fatto un pò schifo anche a me…
P.S. La Hathaway? Fantastica, una delle prime occasioni per smarcarsi dai film “per famiglie” che aveva fatto fino a quel momento. E quando si spoglia, vien voglia di applaudire: due tette (naturali!) 10 UND LODE!