Il Mondo Porno di Due Sorelle (aka Le Due Sorelle) - Franco Rossetti, 1979

Titolo: Il Mondo Porno di Due Sorelle
Regia: Fred Gardner (Franco Rossetti)
Genere: erotico
Anno: 1978
Nazione: Italia
Durata: 80 minuti circa
Cast: Sherry Buchanan, Paola Montenero, Marina Hedman, Brunello Chiodetti, Daniele Dublino, Catherine Zago, Ann Janette La Vorgna, Goetz Groh, Mauro Frittella

Link IMDB
http://www.cinematografo.it/pls/cinematografo/consultazione.redirect?sch=14964

Mi pare non ci sia il relativo thread, oso… Il Mondo Porno di Due Sorelle aka Le Due Sorelle aka Emanuelle and Joanna,è un film di rara bruttezza. Magari si fosse trattata di un vero porno, almeno mi sarei di certo annoiato meno.
A mio parere, un disastro su tutti i fronti, in primis sul versante erotico, il che mi pare la cosa più grave. Risibile la scelta dei protagonisti e soprattutto delle protagoniste: una serie di manici di scopa che neanche le pubblicità di Media Shopping. Attrici bruttarelle, rigorosamente con la prima misura, ed un peso forma di 35 kg al massimo, roba che Laura Gemser è Carmen Russo! Ora, va bene tutto, ma se giri un film erotico…

Dialoghi ridicoli, scene di amplessi altrettanto soporifere (quelle al bordello fanno veramente ridere). I siparietti tra la Buchanan e il marito palazzinaro coatto sono una roba che neanche er Monnezza. Nel cast c’è la Frajese - santa donna! - ma la si vede in tutto 10 secondi e pure imbacuccatissima.
Unici momenti interessanti, secondo me:

  1. quando la mamma vecchiarda delle sorelline, predica bene e razzola male…
  2. l’incubo notturno della Buchanan, che nel suo lirismo allucinatorio, inserito nel contesto di un film totalmente delirante di suo, assume connotati stranianti di un certo livello (involontariamente, è chiaro).
    Non male pure il tema portante della colonna sonora, anche se l’avrei visto perfetto per un polizziottesco.

IMDB data il film al 1979, però ovunque altrove viene dato come un film del 1978.
Dvd Mosaico Media senza extra e con qualità audio/video minimamente sufficiente.

Visto anni fa in un periodo in cui visionavo tutto l’erotico possibile, me lo ricordo anch’io molto noioso.

A me pur con tutti i suoi difetti non è dispiaciuto. Ci ho trovato una carica morbosa non indifferente e in alcuni punti anche un certo gusto per le inquadrature. Colonna sonora che entra in testa e non esce più.
Il dvd invece è disastroso. Qualità scarsa, devastato dalle censure e in un punto mi era sembrato di notare anche qualche problema a livello di montaggio (come se avessero invertito due rulli consecutivi a circa metà film). Chiaramente una versione integrale e in buona qualità video sarebbe sacrosanta (almeno per il sottoscritto).

Brunello Chiodetti, uno dei protagonisti del film, racconta, in un’intervista di Franco Grattarola su Cine70, che nelle intenzioni iniziali del produttore/regista c’era l’idea di fare un discreto film drammatico (titolo di lavorazione: Emanuela e Giovanna, inferno e paradiso di due sorelle) ma alla fine, si optò per un erotico trasformato in porno giusto per il mercato estero.

Quella dovrebbe (in teoria, a parte ipotetici errori di “assemblaggio” dell’edizione home-video) essere - a tutti gli effetti - la versione integrale girata sul suolo italico. Ne esiste, ovviamente, una seconda versione hard-core per l’estero.

…Attrici bruttarelle, rigorosamente con la prima misura…

Beh, Paola Montenero non era male… :wink:

Però se non erro a stracult, in un servizio sul film, si disse che la versione uscita in Italia fosse quella hard.
Io posso giusto dire che il film è sicuramente circolato anche sulle tv locali. Io beccai gli ultimi minuti sei o sette anni fa, mi pare su Antenna3 (Toscana). Sarebbe curioso sapere se fosse lo stesso master del dvd (io purtroppo non ricordo nessun dettaglio su tale master.)

Per me un piccolissimo guilty pleasure.
Ricordo di averlo visto a Bologna nell’indimenticato Nocturno Festival. Il film ha questa impagabile indecisione tra tentativi alti e bassi istinti, che lo rende un ufo affascinante. Ricordo ( non lo vedo da allora, circa 14 anni fa) le sequenze oniriche davvero laide, a causa dei soggetti coinvolti.
Buchanan e Montenero sono splendide.

azz…addirittura splendide!!! :shock: E’ proprio vero, de gustibus. Al di là del film, che ho trovato noioso, almeno nella versione Mosaico Media, ma dubito che qualche passaggio hard in più lo avrebbe migliorato, il comparto donne esteticamente mi è sembrato veramente infelice, una sfilata di rachitiche da campo di concentremento. Sarà che sono della scuola Serena Grandi, ma più che essere allettato dalle loro forme mi veniva voglia di dargli da mangiare.

Faccio riferimento alle dichiarazioni di Chiodetti nell’intervista sopra citata. L’ex bancario/attore dice chiaramente che all’epoca non esisteva un mercato hard-core italiano e che le scene controfigurate (lo stesso Chiodetti dichiara di aver personalmente conosciuto le controfigure sue e di Buchanan, insieme al loro cachet, a quanto pare ben più consistente) erano unicamente per l’estero. Che poi, durante i primi anni '80 anche in Italia ci sia stata una apertura ai film pornografici (apertura ufficiale, beninteso), non ci piove… :smiley:
Da questo film di Rossetti, infatti, iniziò la “carriera” di pornostar di Brunello Chiodetti.

Aggiungo: con tutto il - più che dovuto - rispetto nei confronti di Stracult: Franco Grattarola non si batte…

La seconda parte, soprattutto, rende l’idea di come il film in questione sarebbe stato se girato e montato con maggiore impegno e fede. Qualche spunto di riflessione circa il concetto di moralità nella società contemporanea lo regala pure: cos’è meglio, puttana dentro a un casino o tra le mura domestiche? Stando al film, differenze eclatanti ce ne sono poi così tante… Non parliamo del tema dell’illusione dell’amore, del maschio ideale nell’immaginario femminile, dolce, angelico, che improvvisamente e inaspettatamente, si tramuta in demone, vedi la scena dello stupro di gruppo. Non ci sono scappatoie, l’unica tipologìa di rapporto possibile tra uomo e donna - nonostante anni e anni di tanto decantata “evoluzione” - sembra essere il rapporto sessuale. Insomma, un film che avrei visto bene diretto da Eriprando Visconti, come si dice, molto “nelle sue corde”…

Anch’io possiedo l’edizione Mosaico che è terrificante-punto-e-basta. Ed è vero che la prima parte è alquanto disastrosa soprattutto senza le scene pornografiche (alcune scene appaiono tanto forzate quanto goffe senza le loro susseguenti appendici hard-core), nonostante, come ho detto, lasci intravvedere delle potenzialità inespresse.
E anch’io sono particolarmente sensibile al fascino delle tettone e del culone, però non posso negare il fatto Sherry Buchanan non solo fosse carinissima ma che avesse anche un bel corpicino. Paola Montenero era semplicemente E.R.O.T.I.C.A.:dribble: E portava una “seconda” abbondante.
La differenza tra le due: l’americana, nonostante non fosse un’attrice - IMHO - aveva i numeri per fare bene.

Ah, poi c’era anche Marina Lotar-Frajese che fisico ne aveva da vendere.

P.S.: mi sembra che gli esterni della villa-casino siano gli stessi utilizzati ne La marcia su Roma di Dino Risi.

E anch’io sono particolarmente sensibile al fascino delle tettone e del culone, però non posso negare il fatto Sherry Buchanan non solo fosse carinissima ma che avesse anche un bel corpicino. Paola Montenero era semplicemente E.R.O.T.I.C.A.:dribble: E portava una “seconda” abbondante. Ah, poi c’era anche Marina Lotar-Frajese che fisico ne aveva da vendere.

Vabbè, mi arrendo, non insisto oltre (alla fine è una questione di gusti), ma non mi hai convinto :smt018
Della Lotar avevo scritto pure io, ma purtroppo si vede così poco, e così vestita…

Dvd Mosaico Media senza extra e con qualità audio/video minimamente sufficiente.
oltre a questa uscita ne esistono altre???

Io so che le due edizioni uscite per Mosaico sono differenti, ma non ricordo in cosa. Se ne parlava approfonditamente nel forum di Nocurno. Comunque risultava migliore la ristampa, quella limitata a 999 copie.

1 Mi Piace