Il venditore di medicine (Antonio Morabito , 2013)

Visto ieri mattina nel pieno di una crisi di insonnia.
Interessante discesa negli inferi del torbido e schifoso mondo degli informatori scientifici / farmaceutici con un buon Claudio Santamaria ed una stronzissima a livelli epocali Isabella Ferrari che, sebbene grazie al suo ectomorfismo rimanga un acciughina in discreta forma comincia a sentire il peso degli anni. Particina tutt’altro che superficiale anche per Marco Travaglio.
Molto efficace la rappresentazione di un sistema spietato, marcio e corrotto , qualsiasi piazzista spietato wannabe dovrebbe vedere questo film quantomeno per farsi un idea di come potrebbero girare veramente le cose sottosotto quando in azienda "sei uno che chiude trattative. Poi ovvio si tratta di un film ma a me è sembrato molto reale.