Io ti salverò (Alfred Hitchcock, 1945)

Sono cresciuto con il cinema, ho sempre visto film. Poi, per varie vicissitudini nella mia vita, ad un certo punto l’ho messo da parte, senza volere, assieme a tante altre cose. Passatomi da un amico nel 2014, questo di Hitchcock mi fece capire quanto tutto ciò mi fosse mancato e di quanto ancora ne avessi bisogno. Ovviamente lo amo molto, in quei giorni leggevo anche molto di psicologia e così via, quindi la cosa mi fece entrarci dentro ancora di più. Ma, più importante, fu il mio primo film di Hitchcock. Essendo caratterialmente “più di qua che di là”, tendo a viaggiare molto con la fantasia. E se Exorcist II è per me uno dei film dell’infanzia, questo Spellbound è tra i “miei” dell’adolescenza. E, ancor di più, se è vero che un film può salvare la vita, io non posso che ammettere che in qualche modo è possibile. “Io ti salverò”, a pensarci, un po’ me l’ha salvata. Rivisto oggi su TV2000, conto appena possibile di prenderlo in DVD o blu-ray.

2 Mi Piace