Issei Sagawa

Figo Issei Sagawa.

Ma è vivo e libero, giusto?

Libero lo è di sicuro, vivo non saprei ma immagino di si. Dopo l’estradizione ad opera del facoltoso padre ha vissuto in Giappone come un uomo libero con la seguente scusa se non erro, “a Issei piacciono le occidentali quindi le donne giapponesi non corrono nessun pericolo”.

Che io sappia si è sposato più volte, ha scritto diversi bestsellers ed addirittura ha partecipato ad un film (Shisenjiyou no Aria - The Bedroom). E’ nsposato con una donna olandese.

Consiglio il bell’articolo di Colin Wilson sul secondo volume del fondamentale Apocalypse Culture.

Ha partecipato a diversi film, di cui alcuni porno ed è un personaggio culto di talk show stile Maurizio Costanzo show (in giappone qalcosa stile MARUIZIO COSTANUZO).

In Italiano esistono due sue bioggrafie per la TUllio Pironti Editore, io possiedo la delirante “L’ADORAZIONE - Il Giapponese cannibale per amore” di Juro Kara.

Ho anch’io quest’ultimo che dici, delirante è un eufemismo però :slight_smile:

alcuni testi riportano che fu liberato, dopo un incongruo periodo in clinica, per chè quando commise il fatto “era incapace di intedere e volere” visto l’attrazione morbosa per la ragazza, e venendo a mancare il presupposto (perchè se l’era mangiata) non c’era più pericolo di raptus del genere…il punto era che non è che “gli piacciono le occidentali” ma “gli piaceva quella occidentale”…

Si infatti ha trascorso (mi pare) 4 anni in una clinica psichiatrica di Parigi (ricordiamo che ha commesso il delitto in Francia). Poi in Giappone è diventata una star

Segnalo la messa in onda in questi giorni sul canale Cult di Sky del documentario/intervista “Cannibal Superstar”
http://www.cult-tv.it/FOCUS/?id=316

Visto ieri sera, devo dire che lascia assolutamente esterrefatti come sia possibile che un simile individuo possa tranquillamente andare in giro libero. Oltre a non dare nessunissimo segno di pentimento o di guarigione, lascia sbalorditi ed inquieti la freddezza con cui tratta l’argomento. Tra le sue affermazioni: “No, non sono assolutamente guarito. Quando guardo le gambe di una bella ragazza non posso fare a meno di desiderare di mangiarla. Appetito e desiderio vanno di pari passo” “Ora odio le donne occidentali, mi piacciono le giapponesi”

Il padre si adoperò con tutti i mezzi per evitargli il carcere (essendo un diplomatico non incontrò grandi difficltà, presumo), onde non farne ricadere l’onta sulla famiglia. Poi fece harakiri, come da tradizione.

Sì però forse era meglio che prima lo facesse pure al figlio

O al limite che pasteggiasse con le proprie budella durante l’atto, Gigi Montefiori style.

L’hai mica registrato?

No ma se ti interessa te lo recupero in una delle prossime repliche

L’intervista di Vice a Sagawa.

Parte 1: http://www.vice.com/it/vice-meets/issei-sagawa-part-1

Parte 2: http://www.vice.com/it/vice-meets/issei-sagawa-part-2

Ocio che contiene parecchia roba forte e NSFW

Segnalo anche questo corto dedicato all’omicidio commesso da Sagawa.

Da Wiki, altri dettagli su questo disgustoso omuncolo (è alto solo 1,52!). Vedi www.en.wikipedia.org/wiki/Issei_Sagawa

Per chi la volesse scaricare per vedersela offline, qui il link youtube:

//youtu.be/BosZxa1bYcE

Su Google Images, per stomaci forti, basta cercare Issei Sagawa Crime Scene Photos

Veramente il padre Akira Sagawa, presidente della Kurita Water Industries, pare che sia morto molti anni dopo.

Su questo sito spagnolo ho torvato molte piu` informazioni sulla sua vita pre omicidio:

http://la-fortaleza-de-la-soledad.blogspot.be/2009/06/issei-sagawa-el-canibal.html

tradotto con Google Translate:

http://translate.google.com/translate?sl=es&tl=it&js=n&prev=_t&hl=en&ie=UTF-8&u=http%3A%2F%2Fla-fortaleza-de-la-soledad.blogspot.be%2F2009%2F06%2Fissei-sagawa-el-canibal.html

Ma i disegni del video chi li ha fatti? Lo stesso Sagawa?
All’inizio dell’intervista c’è anche una ricostruzione dell’omicidio all’interno di una camera molto bianca? Sembra una cosa realizzata anni fa, sapete di cosa si tratta?

In ogni caso, lui su quel divano che si chiude su se stesso è veramente disturbante.