Jacob's ladder - Allucinazione perversa (Adrian Lyne, 1990)

Scheda Mymovies

Visto nel dvd italico targato Cecchi Gori, buon master in 1,85:1 anamorfico. Come extra il making of, scene tagliate, trailer.

Il film è grandioso, un’allucinazione senza fine dove non sai mai se quello che stai vedendo sia realtà o fantasia…
Tim Robbins in una delle sue parti migliori.

Da vedere a tutti i costi.

Film bellissimo e inspiegabilmente poco considerato.
Di tutti i figli di “Accadde Sul Ponte Di Owl Creek” (il celebre racconto di Ambrose Bierce) è sicuramente il migliore.
Girato benissimo, fotografato in maniera straordinaria, montato con eleganza, scritto bene… Insomma, un grandissimo film.

In Italia gli hanno dato questo titolo cretino nella speranza di ingannare il pubblico sfruttando la scia di Nove Settimane E Mezzo mentre invece il titolo originale (La scala di Giacobbe) è bellissimo.

Io ho il dvd francese, ottimo.

ho rivisto questo capolavoro qualche sera fa in tv e mi sono reso conto di non averlo in dvd (solo una scrausissima vhs con registrazione tv risalente a qualche decennio fa).
ho fatto qualche ricerca per recuperare il dvd CGHV… oh! su amazon sta a cifre assurde… 90 euro!!!
su ebay si risparmia… ma sempre intorno alle 40 carte.
:frowning:

prima o poi dovrà uscire in blu ray !!!

In effetti è passato in sordina sia al cinema che nel mercato home video, come ha giustamente osservato Brass, e forse anche per questo il suo reperimento non è certo semplice.

E’ il miglior film di Lyne, e guarda caso il meno visto. Infatti, per recuperare credibilità commerciale, che ti fa il regista inglese, 3 anni dopo? “Proposta indecente”… Comunque: le versioni tv e la vhs Penta erano visivamente mediocri, molto molto meglio il dvd CG, che infatti usa un bel master Studio Canal. Imperdibile, per i fan di Robbins (assai bravo e convinto), e per quelli a cui piacciono i “twist” narrativi sul finale, che spiazzano commuovono o irritano a seconda dei casi…
P.S. Una cosa sul titolo originale: letteralmente appunto “scala di Giacobbe” (Jacob è il nome del protagonista…). Ma in inglese, con tale espressione, si indica la scala fatta di rete presente sui velieri, per arrivare in cima agli alberi. In italiano, è detta “biscaglina”.

Sì ma nella Bibbia è la scala che conduce al paradiso e che viene sognata da Giacobbe

Ok, allora diciamo che ha un doppio-triplo senso. Soprattutto dopo aver visto il film…

Venerdi a mezzanotte su Class tv, digitale terrestre gratuito.

Ma esistono diverse versioni sul mercato home-video? Intendo minutaggi e montaggi differenti.

Sorpresa sorpresa, uscito in br anche in Italia. Per la CG. Appena preso alla Feltrinelli di C. Buenos Aires…

Lento e noioso, ma lo ricordo assolutamente allucinato. Robbins quanto era giovane…

Riguardatelo. Affascinante, suggestivo, inquietante. Bello bello…

Per me è un capolavoro dell’horror psicologico. Inquietante. Bellissimo. Ho partecipato alla colletta del blu-ray della cecchi gori, m’è arrivato ma non l’ho ancora visto, sinceramente.

“La cosa più terrificante dell’incubo di Jacob è che non sta sognando”…

Comunque se non ricordo male, son passati davvero degli anni, c’entravano (come spesso accade e Renato mi darà ragione) i gas che venivano usati in Vietnam

I gas usati dagli americani furono in partcolare diserbanti a base di diossina. Falsamente detti anche semplici diserbanti per eleminare le basi protette dalla vegetazione furono in realtà un arma da genocidio per sconfiggere il coraggioso popolo vietcong. Ma gli americani in totale disprezzo delle convenzioni di Ginevra usarono anche altri gas più o meno letali. Crearono nel popolo vietnamita una strage i cui effetti dannosi sulle piante e sugli animali oltre che principalmente nell’uomo sono ancora tristemente presenti.
Senza contare la teratogenesi che avrebbe colpito i nascituri. Tutte queste cose erano ben conosciute alla dirigenza americana e al presidente Nixon.
Come atroce scherzo del destino ad essere colpiti furono anche i soldati americani e chi maneggiava queste sostanze. Le sostanze più pericolose oltre a essere cancerogene avevano molti altre conseguenze da una forma di acne a conseguenze psichiche e allucinatorie.
Alcune di queste sostanze usate i loro componenti e i risultati nefasti nel tempo sono ancora oggi segrete e sconosciute.
Quello dei reduci fu un futuro da inferno per i più sfortunati. I casi di pazzia e di problemi psichici dovuta ai gas furono fatti conoscere all’opinione pubblica conobbe grazie alla stampa alla fine degli anni settanta. Ci sono altri film che trattano l’argomento dei reduci colpiti da malattie mentali tra cui se ben ricordo La nona configurazione.